NBA: 5 cose da sapere su Devin Booker

Alcune notizie interessanti su Devin Booker, autore di una grande prestazione nella notte NBA.

di Massimo Mattacheo, @MaxMattacheo

Nella notte NBA, Devin Booker è stato protagonista di una prestazione straordinaria, mettendo a segno 70 punti nella sconfitta subita dai suoi Phoenix Suns sul campo dei Boston Celtics. La giovane guardia è sicuramente uno dei talenti emergenti della pallacanestro americana, leader offensivo della sua squadra. Ecco alcune curiosità legate a lui:

  • E’ il figlio di Melvin Booker, con un passato da professionista in NBA con le maglie di Houston, Denver e Golden State, passato anche in Italia a Milano – in due differenti occasioni – e Pesaro. Nella sua seconda esperienza milanese, il playmaker americano ha giocato in squadra con Danilo Gallinari.
  • Il secondo nome di Devin è Armani, come il nome dello sponsor di Milano nella seconda esperienza di Melvin. Ma la scelta di Armani come secondo nome non è legata a quello, perché il padre Melvin arrivò in Italia a Pesaro un anno dopo la nascita del figlio, prima di passare poi alla Sony Milano.
  • Il suo idolo è Kobe Bryant, che nel corso della sua ultima trasferta a Phoenix da giocatore dei Lakers nella passata stagione ha regalato proprio a Devin un paio di sue scarpe autografate e con la scritta ‘Be legendary‘. Stesso commento utilizzato da Booker in risposta a Bryant dopo che quest’ultimo lo ha omaggiato su Twitter per la grande prestazione di stanotte.
  • Devin ha perso una sola gara nella sua carriera al college. In uscita dalla panchina, nella grande annata 2014/15 dei Kentucky Wildcats allenati da John Calipari, vero e proprio guru nello scovare e allenare talenti da NBA, Booker e compagni si sono arresi solo alle Final Four contro Wisconsin, che cederà poi a Duke in finale. Di quella squadra facevano parte anche diversi altri giocatori NBA, tra cui Karl-Anthony Towns, Willie Cauley-Stein e Trey Liles.
  • Solo cinque giocatori prima di lui avevano messo a segno almeno 70 punti in una partita NBA: Wilt Chamberlain, Kobe Bryant, David Thompson, Elgin Baylor e David Robinson. Da stanotte anche Devin è entrato in questo club ristretto, ed è stato il più giovane di sempre a mettere a segno una prestazione di questo tipo.

Il futuro sarà sicuramente suo, ma già oggi Devin Booker può essere considerato un giocatore di assoluto livello. Da stanotte, forse, ancora di più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy