NBA, il Pagellone – Settimana 22

0

New York Knicks – 9 (Record 47-26, 4-0 la scorsa settimana)

 

Paul Millsap
Photo from heraldextra.com
E’ in arrivo un’altra striscia record di vittorie? New York ha ottenuto la W nelle ultime 9 partite, pur non avendo a disposizione Stoudemire (ma d’altronde non è una novità che la franchigia della Grande Mela ottenga un maggior numero di vittorie senza Stat a disposizione) ed un Anthony teoricamente non al meglio (sue testuali parole, ma è il caso di sottolineare il “teoricamente”), che ne ha piazzati 50 nel match vinto ieri notte con Miami. Gli uomini di Woodson in settimana hanno avuto la meglio anche di Charlotte, Boston e Memphis, riconquistando il secondo posto ad est. Questi Knicks hanno tutte le carte in regola per chiudere in bellezza la stagione, e magari per spingersi oltre quell’agognato primo turno dei playoffs.

 

Utah Jazz – 8.5 (Record 39-36, 4-0 la scorsa settimana)

 

I Jazz non ci stanno a cedere l’ottava posizione ai Lakers, e con la volontà di conquistare anche quest’anno l’accesso ai postseason hanno incanellato 5 vittorie di fila, che hanno consentito alla compagine con sede a Salt Lake City di raggiungere l’ultimo posto disponibile per la postseason, ex-aequeo con i gialloviola, ma virtualmente avanti in virtù degli scontri diretti. La striscia, partita con Philadelphia, è proseguita la scorsa settimana con i successi su Suns, Nets e Blazers, questi ultimi affrontati due volte. Utah è lì, facilitata anche dal calendario che oppone solo Thunder e Nuggets come formazioni realmente impegnative da affrontare in questo finale di RS; e se Millsap e compagni accedessero alla playoffs al posto dei Lakers, sarebbe veramente una beffa.

 

Washington Wizards – 6.5 (Record 20-42, 2-2 la scorsa settimana)

 

La settimana per Washington si è aperta con la batosta rimediata in quel di Oklahoma City, seguita da una sconfitta rimediata con Orlando. Sono invece arrivati poi due affermazioni nelle gare successive: la prima con Toronto, e la seconda, decisamente inaspettata, con Chicago, con cui la squadra della capitale ha un record di 2-1. Se non altro, i Wizards quest’anno chiuderanno la stagione con 4-5 franchigie alle loro spalle.

 

Miami Heat – 6.5 (Record 58-16, 2-2 la scorsa settimana)

 

La settimana per gli Heat non era partita nel migliore dei modi: la sfida con i Bulls di mercoledì scorso, infatti, ha visto la squadra della Florida interrompere la sensazionale striscia di 27 vittorie consecutive alzando bandiera bianca in quel di Chicago, non senza giocarsela sino alla fine. LeBron e compagni hanno ripreso subito la loro marcia battendo Hornets e Spurs, ma cedendo nel big match con i Knicks, nel quale, privi di James, Wade e Chalmers, hanno disputato una più che dignitosa prova, arrendendosi solo nell’ultimo periodo di fronte ad un ‘Melo Anthony autore di 50 punti. Blindata la prima posizione nella Eastern Conference, la truppa di Spoelstra attende ormai solo l’inizio dei playoffs.

 

Denver Nuggets – 6 (Record 50-25, 1-1 la scorsa settimana)

 

A proposito di strisce interrotte, anche i Nuggets hanno visto la loro di 15 vittorie consecutive, (che sembra quasi cosa da poco se affiancata a quella di Miami) chiudersi a New Orleans una decina di giorni fa. Impegnati solo un paio di volte nei 7 giorni successivi, hanno ceduto a San Antonio fallendo il tiro della vittoria, ma si sono rifatti centrando il successo in casa con Brooklyn. Terza ad ovest, Denver sta per chiudere una stagione molto positiva. Riusciva a fare strada anche nella postseason?

 

San Antonio Spurs – 6 (Record 55-19, 2-2 la scorsa settimana)

 

Gli Spurs, sempre primi ad ovest, hanno ceduto un po’ il passo nell’ultima settimana, peraltro molto impegnativa. Gli uomini di coach Pop erano partiti alla grande, sconfiggendo Nuggets e Clippers, ma arrendendosi a Heat e Grizzlies, con la beffa dell’infortunio a Manu Ginobili, costretto ai box un mese. Tutte queste 4 sfide sono state decise con un margine di 2 o meno punti, a testimoniare l’alto livello di questa Western Conference. San Antonio ora dovrà cercare di conservare la prima posizione (il che sarebbe molto utile in una eventuale scontro ai playoffs con i Thunder), sperando magari che i Jazz beffino i Lakers e conquistino l’ottava posizione, così da avere un accoppiamento favorevole, tale e quale a quello dello scorso anno.

 

Boston Celtics – 6 (Record 38-36, 2-2 la scorsa settimana)

 

I Celtics stanno chiudendo un po’ in sordina la loro regular season, tant’è che Pierce e compagni hanno vinto solo 3 delle ultime 10 partite. Sono arrivate negli ultimi 7 giorni vittorie con Cavaliers e Hawks, ma nel contempo anche la doppia sconfitta ad opera dei Knicks. Boston è ora settima, con una sola sconfitta in meno dei Bucks, che ambiscono alla ottava posizione per evitare di sfidare al primo turno Miami. Perché attualmente, sono giusto un paio le squadre che potrebbero avere la meglio degli Heat in una seria dei playoffs.

 

Houston Rockets6 (Record 41-33, 2-2 la scorsa settimana)

 

Dopo essersi trovata sul baratro ed aver rischiato di uscire addirittura dalla zona playoffs, i Rockets hanno centrato un allungo sulle dirette concorrenti che gli ha consentito di mantenere il controllo della settimana posizione nella Western Conference con 3 sconfitte in meno di Jazz e Lakers, ora ottave. Dopo le sconfitte con Indiana e Memphis, Houston si è rifatta demolendo i Clippers e i Magic, pur senza un James Harden alle prese con un problema al ginocchio. Difficile però che Houston, con l’attuale accoppiamento (Spurs), riuscirà a fare strada nella postseason. A meno che non operi un sorpasso sui Warriors, a solo una vittoria di distanza, per andare così a sfidare i Nuggets.. Staremo a vedere.

 

Los Angeles Clippers5 (Record 49-26, 1-3 la scorsa settimana)Chris Paul e Blake Griffin<br><em>Photo from nbaitalianews.it</em>Chris Paul e Blake Griffin
Photo from nbaitalianews.it

 

E’ stata una settimana negativa a L.A., sponda Clippers. Chris Paul e compagni hanno schiantato mercoledì notte gli Hornets, ma sono poi incappati in 3 battute d’arresto, per conto di Spurs, Rockets e Pacers. Questi risultati sono costati il terzo posto ad ovest, ora in mano ai Nuggets. Se la postseason cominciasse ora, i losangelini incontrerebbero di nuovo Memphis, seppur, a differenza dello scorso anno, con il fattore campo dalla propria parte. I Clips comunque chiuderanno la seconda stagione consecutiva davanti ai cugini gialloviola. E per la rivalità cittadina, è già di per sé una vittoria.

 

Charlotte Bobcats – 4.5 (Record 17-57, 1-3 la scorsa settimana)

 

La stagione per la franchigia del North Carolina è oramai finita da un pezzo. I tifosi dei Bobcats hanno comunque potuto godersi la vittoria con i modestissimi Magic, ma anche le sconfitte on-the-road con Knicks, Sixers e Bucks. La speranza, per MJ e soci, è che Charlotte non stecchi anche al draft.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here