NBA Preview Inside: Celtics – Bulls

NBA Preview Inside: Celtics – Bulls

La presentazione della serie di primo turno a Est.

di La Redazione

#1 BOSTON CELTICS

https://www.bostonglobe.com

Quintetto:

Isaiah Thomas (PG), Avery Bradley (SG), Jae Crowder (SF), Amir Johnson (PF), Al Horford (C)

Pregi:

Tutti e 5 i giocatori del quintetto sono solidi tiratori da 3,e questo nella NBA del 2017 è un fattore fondamentale. I Celtics infatti sono la terza squadra in NBA per triple segnate dietro solo a Houston e Cleveland.  Bradley è un eccellente difensore, così come Crowder. Quest’ultimo è capace di difendere efficacemente sia sul perimetro che in area . Thomas è uno scorer formidabile(29 punti a partita di media nella Regual Season) ed è il motore che fa funzionare l’attacco dei Celtics. Johnson assicura una buona mole di rimbalzi mentre Horford è diventato sempre più affidabile come tiratore sul perimetro. È inoltre un discreto passatore dal post.

Difetti:

L’attacco dei biancoverdi è “Thomas-dipendente”: quando il piccolo grande uomo va in panchina i numeri offensivi dei Celtics calano decisamente. Proprio il playmaker ex Phoenix, inoltre, è l’anello debole della catena difensiva: durante i Playoff gli avversari potrebbero coinvolgerlo continuamente in difesa per fargli consumare energie preziose, in maniera simile a quanto accaduto a Curry nei Playoff della scorsa stagione.

Giocatore chiave:

Su tutti non può che spiccare il più piccolo, ovvero Isaiah Thomas. L’ex Sacramento ha concluso una stagione regolare clamorosa con 28.9 punti di media, il 46.3% dal campo, il 37.9% da tre e il 90.9% dalla lunetta (tutti massimi in carriera).
La sua capacità di ergersi a protagonista assoluto nell’ultimo periodo verrà ancora più comoda nei Playoffs.

 

#8 CHICAGO BULLS

http://pippenainteasy.com

Quintetto:

Rajon Rondo (PG), Dwayne Wade (G), Nikola Mirotic (PF), Jimmy Butler (SF), Robin Lopez (C)

Pregi:

I Bulls, dopo un inizio di stagione giocato ad alti livelli, nella parte centrale della stagione hanno avuto un calo nelle loro prestazioni. Butler e Wade avevano attribuito la colpa ai ragazzi, i quali non prendevano sul serio il loro lavoro, Rondo invece mise in dubbio le qualità di leader dei suddetti. Lo spogliatoio era diviso ed il coach Fred Hoiberg ha dimostrato di non riuscire a prendere in mano la situazione. I Bulls avevano per certo la qualificazione ai playoff, ma dopo questi avvenimenti tutto sembrava spacciato. Nella fase finale della stagione c’è stata la svolta. La squadra ha dimostrato serietà, impegno e costanza riuscendo a raggiungere l’ottava posizione contesa con i Miami Heat.

Difetti:

Gli innesti di Febbraio: Anthony Morrow, Cameron Payne e Joffrey Lauvergne non si sono mostrati decisivi. I tifosi in modo particolare non hanno accettato che venissero scambiati Mc Dermott e Taj Gibson per questi ragazzi che hanno giocato solo pochi minuti senza dimostrare il proprio valore. In chiave playoff il coach non farà di sicuro affidamento sulle nuove reclute.

Giocatore chiave:

Jimmy Butler è migliorato tantissimo rispetto alla scorsa stagione, la sua media realizzativa di 23,9 punti, 5,5 assist e 6,2 rimbalzi parla chiaro. Lui, l’uomo franchigia di Chicago, è riuscito a dimostrare di essere il cuore di questa squadra. I Bulls devono ringraziare lui se possono disputare la prima serie.

 

Pronostico Basketinside.com:

La serie si preannuncia più equilibrata di quanto si direbbe, ma i Celtics dovrebbero spuntarla al massimo in 6 gare.

 

  • di Antonio Ferrantino & Filippo Miosi
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy