NBA Preview Inside: Rockets – Thunder

NBA Preview Inside: Rockets – Thunder

La presentazione del primo turno ad Ovest dei Playoffs, dove vede protagonisti due candidati MVP come Harden e Westbrook.

di Domenico Laudando

#3 Houston Rockets 

http://rockets.clutchfans.net

Quintetto:

James Harden (PG), Patrick Beverley (SG), Trevor Ariza (SF), Ryan Anderson (PF), Clint Capela (C)

Pregi:

Il tempo, in una delle sue più abusate personalizzazioni, è stato galantuomo con coach D’Antoni, avviato nella direzione in cui si è poi orientato il basket d’oltreoceano ancor prima che vi si avviasse la lega. Brillante la scelta di affidargli la panchina da parte della dirigenza texana, intuitivi nel cogliere che una schiera di giocatori ormai incorporasse la filosofia alla base dello small ball, semplicemente troppo in anticipo coi tempi per essere coronata con un successo all’epoca dei Suns. La scelta del ritmo, sempre forsennato, alla base del loro basket, rende i Rockets ogni volta artefici del loro destino, consapevoli che il risvolto positivo dei 100 possessi a partita e delle 40 triple tentate da sirena a sirena, è che per ogni due canestri dalla lunga distanza andato a segno, ne servono tre da due punti della squadra avversaria per pareggiarli.  

Difetti:

Tratto distintivo nell’universo d’antoniano, la stretta correlazione tra le ragioni del proprio successo e quelle delle proprie rovine. I difetti stanno, eventualmente, negli assunti e non nell’articolazione del pensiero: se in un basket basato sulla velocità e sulla circolazione di palla i tiratori perdono fiducia dopo una serie di errori, di conseguenza il fluido che caratterizza il dispiegamento del gioco dei texani si addensa e si contrae, snaturandosi e perdendo di efficacia. Essere padroni della propria sorte, condizione eticamente inappuntabile, significa anche poter essere artefici del proprio fallimento, ma coach Mike non ha mai rifiutato la sfida. La difesa è la 26esima di tutta la lega, dato preoccupante ma tutto sommato amministrabile anche perché, aldilà dei freddi numeri, qualche interessante accorgimento difensivo soprattutto nella possibilità di cambiare con molti giocatori su tante razze di attaccanti si è notato.

Giocatore chiave: Al limite del pleonastico indicare James Harden. Forse addirittura non in linea con la definizione di giocatore chiave contestualmente a questa serie, laddove le prestazioni dei due fenomeni in gioco si escluderanno come apporto statistico, rendendo decisive le prestazioni del cast di supporto. Ma viviamo comunque un passaggio da uno sport a un altro nel cambio tra regular season e playoff, e quindi anche giocatori speciali come ”The Beard” e Westbrook hanno qualcosa da dimostrare. Doppia-doppia punti-assist di media per Harden, comunque meno sorprendente degli 8.1 rimbalzi a partita ed un complessivo miglioramento nell’atteggiamento difensivo. Le sue scelte a seguito del pick&roll il momento in cui la serie penderà da una parte o dall’altra.

 

#6 OKLAHOMA CITY THUNDER

https://ssl.gannett-cdn.com

Quintetto:

Russell Westbrook (PG), Victor Oladipo (SG), Andre Roberson (SF), Taj Gibson (PG), Steven Adams (C)

Pregi:

Il pregio principale di questa squadra è avere un giocatore che sta dominando e che senza dubbio sta vivendo la sua migliore stagione in carriera, ovvero Russell Westbrook. Oltre il numero 0, in grado di mettere in ritmo qualsiasi compagno, gli Oklamoma City Thunder sono una squadra tosta sotto canestro anche grazie al duo Adams-Kanter. Nessuno si aspetta l’anello da OKC,  quindi giocando senza pressione, questo potrebbe rilevarsi un vantaggio per i Thunder.

Difetti:

La panchina corta è un problema in quel di OKC. Ad eccetto di Enes Kanter, nessuno o quasi riesce a dare la scossa entrando in campo a partita iniziata. Altro problema è la dipendenza assoluta da Russell Westbrook. Se Russ è in giornata negativa, sono poche le soluzioni alternative per Coach Billy Donovan.

Giocatore chiave:

Russell Westbrook. Come già ampiamente detto in precedenza, l’ago della bilancia di questa serie. La sfida con James Harden sarà stellare, soprattutto se riuscirà a mantenere le stratosferiche medie da tripla doppia avute in stagione regolare. 31,6 punti, 10,4 assist e 10,7 rimbalzi di media nella sua pazzesca Regular Season.

 

Pronostico Basketinside.com:

Serie molto combattuta, che vede due stili molto differenti scontrarsi su un terreno che, per la vis pugnandi e l’agonismo, potrebbe premiare OKC, che però soccombe e non di poco a livello di impalcatura tattica. Alla fine la spunteranno i Rockets, ma Westbrook è nato per complicare la vita di chi gli si para davanti: 4-3 Houston.

 

A cura di Domenico Laudando & Matteo Andreani

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy