NBA Preview – Pacific Division

NBA Preview – Pacific Division

Siamo quasi al termine delle presentazioni per la stagione NBA in arrivo: oggi parliamo di Pacific Division, che ha avuto interessanti sviluppi in estate

di Raffaele Guerini

Phoenix Suns

usathoopshype.files.wordpress.com
usathoopshype.files.wordpress.com

Roster PHO

#15 – Ryan Anderson (F)

#3 – Trevor Ariza (F)

#00 – Darrell Arthur (F)

#22 – Deandre Ayton (C)

#35 – Dragan Bender (F)

#1 – Devin Booker (G)

#25 – Mikal Bridges (F)

#0 – Isaiah Canaan (G)

#4 – Tyson Chandler (C)

#30 – Troy Daniels (G)

#10 – Shaquille Harrison (G)

#21 – Richaun Holmes (F-C)

#20 – Josh Jackson (F)

#8 – George King (F)

#14 – De’Anthony Melton (G)

#2 – Elie Okobo (G)

#32 – Davon Reed (G)

#12 – TJ Warren (F)

Movimenti 2018

IN

Ryan Anderson, De’Anthony Melton – Houston Rockets, Trevor Ariza – Free Agent, Richaun Holmes – Philadelphia 76ers, Darrell Arthur – Brooklyn Nets, Elie Okobo – Draft, Deandre Ayton – Draft, Mikal Bridges – Draft, George King – Free Agent

OUT

Alan Williams – Free Agent, Tyler Ulis – Free Agent, Maquese Chriss e Brandon Knight – Houston Rockets, Jared Dudley – Brooklyn Nets, Danuel House – Free Agent, Alec Peters – Free Agent, Elfrid Payton – Free Agent, Alex Len – Free Agent

 

La stagione che si appresta ad iniziare dovrebbe finalmente segnare la svolta per il destino dei Phoenix Suns: Devin Booker, stella della squadra, ha dichiarato lo scorso anno che è stanco di non partecipare ai playoff e spera che la squadra riesca finalmente a centrare l’obiettivo. È possibile che i Suns si guadagnino uno degli 8 posti disponibili? Francamente, risulta difficile da credere. L’Ovest è semplicemente troppo affollato e i Suns, per quanto giovani e brillanti, probabilmente non sono ancora pronti per il grande salto.

Ad ogni modo, le premesse non sono affatto negative: Booker, dopo l’exploit della sua seconda stagione, si è definitivamente affermato l’anno scorso come uno dei migliori tiratori della lega, vincendo il 3-Point Shootout dell’All Star Game Weekend (se non bastasse, ha anche fatto segnare il record per il maggior numero di canestri fatti nel turno finale). Un infortunio ne ha compromesso il finale di stagione, ma poco male per i tifosi di Phoenix: così facendo i Suns si sono assicurati la prima chiamata assoluta al Draft 2018, da cui è sbucato Deandre Ayton. I dubbi sul giocatore, dopo questa preseason, sembrano aver fatto spazio invece alle aspettative: il centro, prodotto di Arizona, veniva considerato un talento naturale in attacco (fisico da dominatore, mano eccelsa per un lungo) ma un possibile problema sul lato difensivo. Nelle prima gare, tuttavia, ha mostrato ottimi movimenti in entrambe le fasi di gioco, con i tifosi che ormai non si tolgono dalla testa l’idea di avere in casa un Kobe-Shaq 2.0. A completare il trio dei giovani di talento mettiamo Josh Jackson: avvio complicato la scorsa stagione per il rookie, che ha faticato al tiro nei primi mesi; da gennaio in poi la svolta, con più minuti e più punti per il 3 di Phoenix. La preseason, tuttavia, non è stata al livello delle aspettative e Josh, molto probabilmente, si giocherà il ruolo di ala piccola titolare di questi Suns con Trevor Ariza. A completare il roster altri rookie (Okobo e Melton, point guard dall’impatto più futuro che presente; Mikal Bridges, ala 3&D), due veterani come Ariza e Anderson e qualche giocatore di contorno ma che si è saputo ritagliare spazio nelle gerarchie: Shaquille Harrison inizierà la stagione da PG titolare se Kokoskov non deciderà di puntare su Booker nel ruolo di playmaker à-la James Harden; Davon Reed e Troy Daniels verranno utilizzati come tiratori puri nei quintetti per far rifiatare i titolari.

Il fattore più grave al momento è la mancanza di un playmaker di livello: puntare su Harrison o uno dei rookie non dà grosse garanzie e la mancata acquisizione di un titolare è forse il fattore più importante che ha portato al licenziamento del GM Ryan McDonough. L’Ovest è una Conference tosta, per i Suns il pronostico più roseo sarebbe non finire nelle ultime 5 della classifica: chissà che invece non ci sorprendano e si guadagnino quell’entrata ai Playoff che manca ormai da anni.

W – L: 35 – 47

Probabile Quintetto: Shaquille Harrison – Devin Booker – Josh Jackson – Trevor Ariza – Deandre Ayton

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy