NBA Preview – Pacific Division

NBA Preview – Pacific Division

Siamo quasi al termine delle presentazioni per la stagione NBA in arrivo: oggi parliamo di Pacific Division, che ha avuto interessanti sviluppi in estate

di Raffaele Guerini

Sacramento Kings

nbareligion.com
nbareligion.com

Roster SAC

#35 – Marvin Bagley III (F-C)

#88 – Nemanja Bjelica (F)

#8 – Bogdan Bogdanovic (G)

#00 – Willie Cauley-Stein (C)

#3 – Yogi Ferrell (G)

#5 – De’Aaron Fox (G)

#32 – Wenyen Gabriel (F)

#20 – Harry Giles III (F)

#24 – Buddy Hield (G)

#25 – Justin Jackson (F)

#41 – Kosta Koufos (C)

#7 – Skal Labissiere (F)

#10 – Frank Mason III (G)

#23 – Ben McLemore III (G)

#50 – Zach Randolph (F-C)

#9 – Iman Shumpert (G)

Movimenti 2018

IN

Marvin Bagley – Draft, Ben McLemore – Memphis Grizzlies, Nemanja Bjelica – Free Agent, Yogi Ferrell – Free Agent, Wenyen Gabriel – Free Agent, Brandon Austin – Free Agent

OUT

Bruno Caboclo – Free Agent, Vince Carter – Free Agent, Jack Cooley – Free Agent, JaKarr Simpson – Free Agent, Garrett Temple – Memphis Grizzlies

 

I Sacramento Kings sono una delle squadre con più punti di domanda di tutta la NBA: chi giocherà titolare? Quante partite potranno vincere? Quanti altri giovani vuole a roster la dirigenza? Può esistere un quintetto fatto di soli lunghi? Quale è lo strano rapporto tra il GM e i giocatori con il numero “III” nel proprio nome?

Scherzi a parte, i Kings sono una squadra costruita sulle promesse di un roseo futuro, che però non è automaticamente in arrivo. Tantissime le scommesse giovani della dirigenza di Sacramento senza che queste siano accompagnate da veterani che possano guidare la transizione: il più vecchio, Zach Randolph, non è più nel vivo della sua carriera e Bjelica non può essere considerato un veterano di grande livello, dato che la sua carriera NBA è più che altro quella di un comprimario. Solo 5 giocatori a roster sono nati prima del 1993: per quanto riguarda gli altri, non ci sono grandi nomi affermatisi come star negli ultimi anni.

Sacramento, sicuramente, spera nell’esplosione di giocatori come Marvin Bagley III (quanto è effettivamente pronto per l’NBA?), che ha mostrato sprazzi di dominio al college ma, nelle uscite di preseason, non ha brillato di luce propria. Lui è la punta dell’iceberg, ma sono in tanti ad essere ormai giunti al momento della verità: è tempo di passare dalle promesse di gloria a qualcosa di più carpibile. Willie Cauley-Stein è chiamato a fare il salto di qualità per dimostrare che può essere un lungo titolare in una squadra NBA; Buddy Hield è un tiratore affidabile? Qualche momento di incostanza di troppo per capirlo, per restare aggrappato al posto di guardia titolare c’è bisogno di qualcosa in più; De’Aaron Fox merita la fiducia riposta in lui, fiducia a un livello tale da passare Luka Doncic per non rendere affollato il reparto di playmaker? Lo scorso anno qualche sprazzo di talento si è visto, ma anche lui dovrà lavorare sodo se vuol fare funzionare il duo Fox-Bagley.

Una piccola certezza forse c’è: Bogdan Bogdanovic è un giocatore da NBA. Alla sua prima stagione negli USA dopo esser stato draftato nel 2014 dai Phoenix Suns, ha iniziato con qualche difficoltà (naturale, l’adattamento di un europeo al gioco NBA non è mai cosa facile) per poi carburare verso fine stagione. In preseason non ha calcato il parquet, a causa di un infortunio che potrebbe tenerlo fuori dai giochi fino a inizio Novembre, ma è sicuramente una base solida nel quintetto titolare.

Tanti dubbi però restano sulla stagione dei Kings, che hanno un obiettivo: non tankare. La scelta al primo giro del Draft 2019 spetta infatti ai Boston Celtics o ai Philadelphia 76ers, in base al piazzamento dei Kings a fine stagione: ciò vuol dire saltare un potenziale crack futuro e sperare ardentemente che le scelte degli ultimi anni non si rivelino un buco nell’acqua.

W – L: 24 – 58

Probabile Quintetto: De’Aaron Fox – Buddy Hield – Bogdan Bogdanovic – Marvin Bagley – Willie Cauley-Stein

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy