NBA Stories/7 – Jordan nella storia: l’addio di “Sua Maestà”

0

mysneakerpage.net

È il 16 aprile 2003, una data storica per l’Nba. E’ il commiato definitivo dal mondo del basket al più grande giocatore della storia: Michael Jeffrey Jordan.

Gli ultimi 2 punti dei quasi 33.000 della sua inarrivabile carriera arrivano dalla lunetta, nella partita dei suoi Washington Wizards in casa di Philadelphia di coach Brown e di Allen Iverson.

Tutti gli occhi sono per lui, tutti sanno che dopo quei tiri liberi. ci sarà l’addio. Coach Larry Brown, uomo fatto alla sua maniera, non vuole regalargli un canestro “facile”; allora lo manda in lunetta. L’ultima piccola sfida della carriera di MJ, che ovviamente fa 2 su 2. E poi…

Tutto il palazzetto della città dell’amore fraterno si alza in piedi, per renderli omaggio. Sanno, sappiamo che non lo rivedremo più, sappiamo che uno come Jordan non nasce spesso, sappiamo che quel numero 23 è il più grande vincente della storia dello sport.
Quella notte fu particolare, sentivi nelle ossa l’emozione, per tutta la partita risuonava quell’urlo: “We want Michael”. Tutti in fondo non volevano che arrivasse il momento dell’addio. I 6 titoli sono nella memoria di tutti, il “Flu Game” è nella mente di tutti, i 40 secondi da leggenda sono nel cuore di tutti.

Sono 5 minuti di ovazione, sembrava che non volessero lasciarlo andare via, la partita si ferma, lui visibilmente emozionato cerca di stemperare ma è impossibile, i brividi salgono lungo la schiena.

Qualche settimana prima c’era stato un altro addio molto emozionante, quello ai suoi Bulls ed alla sua Chicago, la città dove ha scritto le pagine memorabili del libro che è la sua carriera. Poi dopo l’addio è arrivata l’ ovvia induzione nell’Hall of Fame, e ci mancherebbe altro, le sue lacrime la dedica all’amico di sempre Scottie Pippen.

Ora è presidente della franchigia più perdente dell’attuale Nba, i Charlotte Bobcats. Si dice che lui, 50enne, in allenamento batta i suoi giocatori in 1vs1. Avete dei dubbi? Non ce ne sono.

Perché lui è semplicemente il più forte di sempre.

Qui il video degli ultimi minuti del match tra Wizards e 76ers.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here