Vite da NBA: Antoine "Le Roi" Rigaudeau

0

Antoine Roger Rigaudeau nasce il 7 dicembre del 1971.
Dopo aver vinto tutto da giovane in Francia con lo Cholet prima e il Pau Orthez poi, si trasferisce alla Virtus Bologna: qui, a fianco di Sasha Danilovic, Sconochini, Nesterovic più gli italiani in ascesa come Abbio e Frosini, diventerà un grande giocatore.
L’apice della sua carriera lo toccherà nel 2000, quando con una delle squadre più forti degli ultimi anni, quella di Emanuel Ginobili, Matjaz Smodis, Marko Jaric, per intenderci, in cui completa il grande slam con le V-Nere, anche se le V-Nere si fanno sfuggire la Supercoppa Italiana contro la Virtus Roma.
“Adieu non capitaine, adieu non frère de batailles”. Questo il coro unanime del pubblico bolognese all’addio del suo capitano che, a 31 anni suonati, prova a prendere l’ultimo treno per l’America, trasferendosi, dopo aver vinto un’altra Coppa Italia, a metà stagione ai Dallas Mavericks, nella capitale del buongusto e del retrò.
www.mavswiki.com
Una squadra in cui le due stelle sono un play canadese di 190cm (Steve Nash) e un tedescone che ha preso Larry Bird come modello (Dirk Nowitzki); una vera città multietnica e l’ambiente ideale per un francese alla prima esperienza a stelle e strisce.
Play puro di 201cm, è in grado di fare tutto ed ha una conoscenza divina del gioco abbinata ad una ricerca del successo e ad una mentalità vincente che in passato lo hanno portato a produrre prestazioni eccellenti nelle partite da dentro/fuori.
Sostanza, dicevamo… nonostante statistiche non da tiratore puro, nessuno si è mai sognato di battezzarlo, soprattutto nell’ultimo quarto.
Non è mai stato molto rapido in difesa, ma era comunque in grado di recuperare palla e poi trasformarla in un contropiede facile.
Ha deciso di mettersi in gioco in un mondo dove l’atletismo la faceva da padrone e purtroppo ha fallito. La NBA si è dimostrata troppo superiore per lui. Una lega dove, a volte, le performance individuali sono più importanti del risultato di squadra.
Giocherà, infatti, solamente 11 partite con un totale di 17 punti e dopo solo un anno tornerà in Europa, al Valencia, per gli ultimi colpi di una carriera vincente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here