Bracketology: iniziamo ad analizzare le principali Conference

Guardiamo con gli occhi di uno specialista la situazione attuale delle principali Conference NCAA in quella scienza non esatta chiamata Bracketology.

di Massimiliano Zanotti

Ci stiamo avvicinando alla March Madness e mai come negli ultimi anni la Bracketology, la “scienza” che cerca di prevedere le squadre che andranno al Tournament suddividendo in Lock le squadre sicure di un posto al Tournament, Probable quelle che probabilmente otterranno un invito e in-the-bubble quelle ancora in bilico, evidenzia situazioni sorprendenti.

Il fatto che la Ivy League abbia cancellato la stagione fa si che nel 2021 per le squadre che vinceranno i propri Tornei di Conference ci saranno 31 automatic bid anziché 32 mentre il Committee dovrà decidere 37 at-large bid.

Ricordiamo che l’NCAA ha definito i criteri che il Committee è tenuto a prendere in considerazione e negli ultimi anni ci sono stati 2 grossi cambiamenti: l’adozione del NET al posto dell’RPI e la valutazione di vittorie e sconfitte in funzione dei Quadranti in cui ricondurre ogni partita in funzione del NET dell’avversario:

Quadrante 1: partite in casa 1-30; campo neutro 1-50; in trasferta 1-75

Quadrante 2: partite in casa 31-75; campo neutro 51-100; in trasferta 76-135

Quadrante 3: partite in casa 76-160; campo neutro 101-200; in trasferta 136-240

Quadrante 4: partite in casa da 161; campo neutro da 201; in trasferta da 241

 

 

Sam Hauser – nbc29.com

ACC

Per meritarsi un biglietto North Carolina (12-6 – NET 50) deve vincere le 3 partite che ha in programma con Virginia, Virginia Tech e Florida State mentre Duke (7-7 – NET 70) deve affrontare solo i Cavaliers e se non vince il Torneo ACC è più fuori dal Tournament che dentro

Locks: Virginia (13-3 – NET 6)

Probable: vantano vittorie con squadre del ranking Florida State (10-3 – NET 23) che ha superato Florida e Virginia Tech (14-4 – NET 36) che in Novembre ha battuto Villanova

In-the-bubble: Louisville (11-4 – NET 35) potrebbe pagare lo 0-3 contro le squadre del Quadrante 1; Clemson (12-5 – NET 47) è 3-5 e 5-0 nelle partite dei Quadranti 1 e 2, ha sconfitto Purdue ed Alabama ed è 9 nella SOS

 

 

BIG XII

La miglior Conference dell’NCAA con 7 squadre nel ranking fa si che tutte abbiano ottime posizioni nella SOS e che, non potendo il Committee concentrare troppi inviti su una singola Conference, potrebbero rimanere fuori squadre che in assoluto avrebbero meritato

Locks: Baylor (17-0 – NET 1), Texas Teck (14-5 – NET 12)

Probable: Oklahoma (12-5 – NET 20) in casa ha battuto Kansas ed Alabamama ha anche espugnato Texas, West Virginia (13-5 – NET 21) 2-7 contro squadre del ranking, Kansas (11-7 – NET 27) e Texas (11-5 – NET 19) più che al record perdente nel Quadrante 1 devono fare attenzione al trend visto che che i Jayhawks hanno 2 vittorie nelle ultime 7 partite mentre i Longhorns han perso 4 delle ultime 5

In-the-bubble: Oklahoma State (12-5 – NET 37) è 7-0 nelle partite di non-Conference compresa la vittoria con Arkansas nel SEC/Big12 Challenge ma potrebbe essere penalizzata dai tanti at-large bids che verranno asseganti a squadre di Big12

BIG EAST

Diverse squadre sono subito fuori dal gruppo delle bubble e ci rimarranno se non ci saranno sorprese nelle partite di Conference con Villanova

Locks: Villanova (11-2 – NET 11)

Probable: nessuno

In-the-bubble: Creighton (14-5 – NET 33) deve giocare ancora le 2 partite con Villanova e deve compensare lo scarso calendario di non-Conference che gli ha portato una SOS 124, Xavier (11-2 – NET 34) unico spunto l’ha avuto nel Big East/Big12 Battle quando ha sconfitto Oklahoma

Hunter Dickinson – eu.freep.com

BIG TEN

Guardando la classifica NET è questa la miglior Conference con 8 squadre nelle prime 30, ma sono “solo” 5 quelle nel ranking. Michigan State (9-7 – NET 91) è l’altra grande più fuori che dentro anche se le rimangono 4 partite contro squadre del ranking che deve vincere per sperare in un invito

Locks: Michigan (13-1 – NET 3), Illinois (13-5 – NET 4), Ohio State (15-4 – NET 8), Iowa (13-6 – NET 7)

Probable: Wisconsin (14-6 – NET 17) dopo la prossima partita con Nebraska il calendario propone Iowa 2 volte, Michigan, Purdue e Illinois, Rutgers (11-6 – NET 26) dal 23 Dicembre al 21 Gennaio ha avuto un record di 1-6 e nei prossimi 10 giorni le partite con Iowa e Michigan daranno un chiaro segnale

In-the-bubble: Purdue (13-7 – NET 24) il record 5-6 nelle partite lontane da West Lafayette ed un calendario facile pesano, Penn State (7-8 – NET 29) i Nittany Lions hanno optato per un calendario di non-Conference impegnativo dal quale sono usciti con 2 importanti vittorie con VCU e Virginia Tech nell’ACC/Big Ten Challenge

PAC-12

Altra Conference con squadre dalla grande storia in difficoltà fuori e dentro il campo con Arizona che si è autoimposta un anno di ban dalla postseason, compreso il Torneo di Conference, sperando di evitare sanzioni più dure da parte della NCAA

Locks: USC (15-3 – NET 16)

Probable: Colorado (14-5 – NET 18) con un non-Conference SOS 180 e partite di PAC12 contro squadre intermedie i Buffaloes devono fare pochi passi falsi

In-the-bubble: nessuno

SEC

Con Kentucky (5-9 – NET 80) fuori da ogni Torneo di postseason, Anche Auburn si è autoimposta un anno di ban dalla postseason

Locks: Alabama (15-5 – NET 9), Tennessee (13-4 – NET 10)

Probable: Missouri (13-3 – NET 25) ha perso solo con squadre del Quadrante 1 ed ha SOS 12

In-the-bubble: Arkansas (14-5 – NET 30) come Mizzou ha perso solo con squadre del Quadrante 1 ma sono 5 le sconfitte, Florida (10-5 – NET 31) potrebbero pesare le 2 sconfitte casalinghe con Kentucky e South Carolina che ha addirittura NET 109

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy