Clamoroso upset alla Rupp Arena: Evansville batte Kentucky!

Il piccolo college dell’Indiana si è imposto in trasferta 64-67 contro i Wildcats, numero 1 del ranking nazionale.

di Andrea Radi

Doveva essere la serata speciale di Walter McCarty, coach degli Evansville Purple Aces, che sarebbe tornato alla Rupp Arena 23 anni dopo aver vestito per tre stagioni la maglia degli Wildcats, vincendo anche un titolo NCAA nel 1996, e invece è stato molto di più.

Un college semisconosciuto, con sede ad Evansville, Indiana, centomila anime al confine con il Kentucky, che gioca nella Missouri Valley Conference e non partecipa al Torneo NCAA dal 1999, che per una sera è stata la protagonista delle pagine sportive dei quotidiani, finendo anche al #1 dei trending topic su Twitter durante il secondo tempo della partita.

67-64. Questo il punteggio con il quale i Purple Aces hanno sbancato la Rupp Arena di Lexington contro la #1 del ranking Kentucky, partendo da assoluti underdog, dati 25/1 nei maggiori siti di scommesse. D’altra parte, se Kentucky è la numero 1 della nazione, anche Evansville è collocata alla posizione numero 8. Della propria conference. Che conta 10 squadre.

I 18 punti del senior K.J. Riley e i 17 di Sam Cunliffe, transfer con un passato ad Arizona State e Kansas hanno guidato gli Aces alla prima vittoria on the road contro una squadra top-25 della loro storia.

“Sarà stata la classica partita in cui non sbagli mai, capita a chiunque” penseranno i più. No, non è andata proprio così. Evansville ha tirato 9/30 da tre punti (un normale, forse anche basso 30%), ed un non irresistibile 38% totale dal campo, oltre all’aver tirato solo 12 tiri liberi contro i 20 dei Wildcats. La chiave è stata ovviamente la difesa, capace di non permettere mai ai padroni di casa di dare uno strappo importante (Kentucky non è mai stata avanti di più di 3 punti), oltre all’aver vinto la battaglia a rimbalzo (38-35) nonostante la stazza fisica ben al di sotto rispetto a quella dei ragazzi di Calipari.

90.000$ guadagnati per essere andati a giocare e la più grande vittoria nella storia del college: sicuramente un martedì che a Evansville ricorderanno per molti anni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy