Duke e Kentucky sopravvivono ancora, Auburn annienta i Tar Heels

Duke e Kentucky sopravvivono ancora, Auburn annienta i Tar Heels

Il racconto delle quattro partite della notte.

di Ario Rossi

MICHIGAN STATE – LOUISIANA STATE 80-63

Tutto facile per i ragazzi di coach Izzo, nonostante il passaggio a vuoto tra fine primo ed inizio secondo tempo (parziale di 13-0 LSU guidata dal solito Waters). Gli Spartans hanno poi tirato 4/5 dall’arco e sono tornati immediatamente ad una distanza di sicurezza. Da una parte 23 di Waters, mentre per Michigan State 20 di Henry e 15 di Brown, solo seconda doppia cifra stagionale per lui.

NORTH CAROLINA – AUBURN 80-97

Cade la prima #1 del Torneo! Dopo un primo tempo equilibrato con i Tigers capaci di trovare sempre il tiro più libero e UNC sempre a contatto ma senza dare mai l’idea di poter scappare. E infatti a mettere il parziale di 14-0 è Auburn ad inizio ripresa, che gli ha permesso di toccare per la prima volta la doppia cifra di vantaggio. Coach Williams chiama timeout e permette ai Tar Heels di rientrare (54-60 al 27′) però altre 5 bombe di fila dei Tigers mettono la parola fine al match. Okeke 20+11 ma preoccupa l’infortunio al ginocchio subito a 2′ dalla fine: potrebbe dover saltare la sfida con Kentucky.

KENTUCKY – HOUSTON 62-58

Wildcats in pieno controllo nella prima metà (37-26) si ritrovano costretti addirittura ad inseguire ad inizio ripresa dopo un parziale di 17-6 dei Cougars guidati da Armoni Brooks (20 per lui alla fine). Houston guida 54-51 prima e 58-55 poi, ma Washington prima segna il -1 poi stoppa Davis e nella rapida transizione successiva Tyler Herro infila la bomba del sorpasso a 25″ dal termine. Houston sbaglia e lo stesso Herro chiude la gara (19 per lui) dalla lunetta.

DUKE – VIRGINIA TECH 75-73

I Blue Devils sopravvivono grazie ad un altro errore degli avversari da sotto a pochi decimi dalla sirena finale! Primo tempo equilibrato anche qui (34-38 Hokies) poi si sveglia Barrett con cinque canestri su sei tiri che guidano Duke al +8 di metà secondo periodo (60-52 al 30′). L’assenza di Reddish per un fastidio al ginocchio pesa in casa Blue Devils che infatti concedono tanto a Blackshear e Hill, veri trascinatori di Virginia Tech. Duke tocca il +9 con Zion (75-66 al 37′) ma da lì in poi non segna più permettendo la rimonta degli Hokies, che sbagliano per due volte la tripla del sorpasso. Ad un secondo dalla fine rimessa da fondo in attacco per VT, lo schema è perfetto e Hill si trova a tu per tu con l’anello che non accoglie il lob. Zion sorride, ora ci sono gli Spartans.

Appuntamenti di stanotte:

#1 Gonzaga – #3 Texas Tech ore 23.09

#1 Virginia – #3 Purdue ore 01.49

Domani sera:

#2 Kentucky – #5 Auburn ore 20.20

#1 Duke – #2 Michigan State ore 23.05

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy