Il Torneo ACC e quello che il Committee non si augurava

0

Sabato si è concluso il Torneo della ACC con un’inattesa finale #1Duke-#7Virginia Tech (i ranking indicati sono quelli della Conference) dove c’è stata una di quelle sorprese che il Committee non vorrebbe.

Quando una squadra Probabile vince il Torneo di una Major Conference e si aggiudica l’invito al Tournament NCAA, di fatto il Committee si troveranno a dover assegnare un invito alla Duke di turno e quindi i suoi 36 inviti si riducono automaticamente di uno rendendo più complesse le ultime decisioni.

Fatta questa premessa bisogna dire che gli Hokies l’invito se lo sono guadagnati sul campo perchè dopo aver faticato nel quarto di finale con Clemson vincendo in OT grazie ad una tripla sulla sirena hanno superato 87-80 #2Notre Dame, 72-59 #3North Carolina e 82-67 #Duke.

La vittoria in Finale arriva grazie alla guardia junior Hunter Cattoor che con 31 punti (11/16 dal campo e 7/9 da 3pti) realizza il suo career high.

Virginia Tech arrivava al Torneo ACC con poche speranze di un posto al Tournament ed aveva il disperato bisogno di un miracolo che è avvenuto con 4 vittorie in 4 giorni.

Nonostante la pessima serata al tiro dei Blue Devils (alla fine chiuderanno col 20% da 3pti) la partita rimane in equilibrio fino a metà della ripresa quando gli Hokies lentamente ma inesorabilmente ampliano il loro vantaggio.

Duke viene anche superata a rimbalzo (37-26 concedendone 13 offensivi) e la buona prestazione di Paolo Banchero, 20 punti con 8/11 dal campo, non è sufficiente a compensare quella negativa degli altri giocatori.

Entrare nella testa di un allenatore è sempre difficile ma guardando il tabellino di Duke salta all’occhio che oltre ai 6 giocatori che in stagione hanno ruotato come titolari, coach-K ha tenuto in campo solo 12 minuti complessivi gli altri ragazzi.

Dopo aver perso l’ultima partita al Cameron Indoor Centere, coach-K perde l’ultima partita nell’ACC ma il suo vero obiettivo è quello di vincere l’ultima partita della carriera, che vorrebbe dire vincere il sesto titolo NCAA, e questo con ogni probabilità è stato un segnale alla squadra.