La #1 Duke cade contro SFA, fermata una striscia da 150 vittorie

Nella notte NCAA i Lumberjacks hanno fatto la storia, vincendo in overtime a Durham

di La Redazione

Stephen F. Austin è un piccolo college texano che oggi è salito alla ribalta nel mondo della pallacanestro. Ha infatti vinto a Durham, storica casa di Duke, sulla sirena del primo overtime mettendo fine ad una striscia di 150 successi casalinghi consecutivi dei Blue Devils nei match di non-conference.

Prima della partita, Duke aveva una probabilità di vittoria con margine pari a 27.5 punti e questo diventa quindi il maggior upset negli ultimi 15 anni. Duke conduceva di 15 all’intervallo, ma i Lumberjacks sono tornati a contatto e addirittura hanno messo la testa avanti nella ripresa. Nel supplementare i Blue Devils non sono riusciti ad allungare e nei secondi finali questo coast-to-coast ha permesso all’ala senior Nathan Bain di segnare il buzzer beater sulla sirena.

È la terza #1 stagionale a perdere già prima di dicembre, ma le altre due volte riguardava i Wildcats di coach Calipari: infatti, prima Kentucky ha battuto la ex #1 Michigan State, ma poi  è stata sconfitta dalla cenerentola Evansville.

Duke non perdeva contro una squadra di non-conference dal lontano 26 febbraio 2000 contro Saint John’s, quasi vent’anni fa. Per una statistica di quelle tutte “americane”, Duke è anche la quarta #1 negli ultimi vent’anni a perdere con un buzzer beater: Indiana perse da Illinois ma in precedenza sconfisse MSU nel 2001 e Kentucky dieci anni dopo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy