NCAA 2016/17 Scouting Report – Sindarius Thornwell

NCAA 2016/17 Scouting Report – Sindarius Thornwell

L’eroe della NCAA March Madness dispone di grande versatilità e forza fisica, ma si hanno dei dubbi sul suo potenziale.

di Giovanni Manca

Sindarius Thornwell

Shooting guard, small forward – South Carolina Gamecocks – Senior

Altezza: 196 cm – Peso: 97 kg

DOB: 15/11/1994

HS: Oak Hill Academy, Virginia

 

Scouting report

Pros:

Versatilità

Questo giocatore dispone dei mezzi necessari per rendersi minaccioso in molti modi: South Carolina quest’anno l’ha usato in vari spot (da point guard a power forward!), grazie alla sua abilità di essere pericoloso sia dal palleggio che in isolamento, sia dal perimetro che dentro al pitturato.

Penetrazioni al ferro

Se c’è una cosa che in assoluto lo contraddistingue, sono le penetrazioni-kamikaze al ferro. Non ha paura di buttarsi a testa bassa tra le maglie avversarie, anche a difesa schierata, ed infatti il dato di tiri liberi guadagnati di media (8.3 ogni 40 minuti) è in assoluto tra i più alti in NCAA.

Forza fisica

Possedendo un corpo molto robusto, dispone di una forza fisica superiore rispetto alla maggioranza dei pari ruolo; i suoi quasi 100 kg lo aiutano a sovrastare gli avversari più mingherlini, inoltre la sua grande abilità nel conquistare i falli deriva anche da questa sua prorompenza fisica.

 

Cons:

Range di tiro

La fisicità lo aiuta molto in situazioni di 1 contro 1, ma non nasconde le sue lacune al tiro: viste le percentuali non può assolutamente essere considerato un tiratore affidabile (meno del 50% da 2 e meno del 40% da 3), il che potrebbe essere abbastanza penalizzante visto che il suo principale ruolo è quello di guardia tiratrice.

Esplosività

I suoi 100 kg hanno lati positivi e negativi, e tra quelli negativi certamente c’è la scarsa esplosività: la sua abilità di saltatore è ben sotto la media e, in ottica NBA, questa caratteristica potrebbe costargli davvero molto cara. Magari potrebbe lavorare per perdere qualche chilo e risultare più agile.

Potenziale

Non dobbiamo scordarci che il giocatore di cui parliamo è un senior, e quindi ha almeno due-tre anni in più della maggior parte dei giocatori che saranno selezionati al primo turno del draft. I dubbi sulla sua capacità di adattarsi alla lega di basket più competitiva del mondo sono parecchi.

 

Draft stock

Questo ragazzo è emerso principalmente grazie alla strepitosa March Madness di SCU, di cui è stato leader indiscusso, ma fino al mese prima in pochi lo inserivano tra i migliori 60 talenti della nazione. La squadra che lo porterà a casa dovrà essere cosciente di avere tra le mani un giocatore con tanta voglia di fare ma anche con poco potenziale; secondo noi una chiamata a fine primo giro è il massimo a cui questo giovane possa ambire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy