NCAA 2016/2017 Scouting Report – Terrance Ferguson

0
SportingNews

Terrance Ferguson

Shooting guard – Adelaide 36ers

Altezza: 201 cm – Peso: 84 kg

DOB: 17/5/1988

Prime Prep Academy (Dallas, TX)

 

Scouting report

Pros:

-Two-way player

Ferguson spicca per le sue abilità balistiche e per le grandi cifre accumulate ai tempi della high school, ma è anche un difensore capace, che spesso si prende la responsabilità di marcare l’avversario più pericoloso. Vanta una struttura fisica che gli permette di difendere su più posizioni e la reputazione di uomo squadra.

-Tiratore puro

Nel suo unico anno da professionista in Australia non ha brillato per precisione (32% dall’arco, 38% di true shooting percentage), ma lo stampo è quello del cecchino. Ottima meccanica, rilascio rapido, forza nelle gambe per concludere dal palleggio e in catch-and-shoot.

-Atletismo

Rapido in transizione, saltatore di prima classe, piedi veloci per sgusciare tra i blocchi o contenere l’avversario, ottima statura per la posizione. Ferguson ha il physique du rôle per interpretare lo spot di 2 o di 3 a livello NBA.

Cons:

-Mistery man

I precedenti di giocatori che hanno saltato la carriera collegiale, nel suo caso rifiutando Arizona, non sono tra i più illustri. Emmanuel Mudiay e Brandon Jennings, per esempio, non hanno soddisfatto le attese una volta sbarcati in NBA. Per valutare Ferguson gli scout devono accontentarsi di una stagione piuttosto anonima nel campionato australiano, poco probante per l’esperienza del giocatore.

-Forza fisica

Detto degli ottimi propulsori ai piedi di Ferguson, il ragazzo fatica però a metterli in azione quando imbottigliato nel traffico. Servirà qualche muscolo in più, da aggiungere a una struttura già buona, per farsi largo anche a difesa schierata e superare i blocchi più granitici.

-O tiro o niente

Modesto ball handler e passatore poco fantasioso, Ferguson è attualmente incapace di crearsi un tiro con continuità, o di generare occasioni per gli altri. Non mostra un particolare tocco per le situazioni midrange e le penetrazioni a canestro risultano prevedibili. Nei suoi miglioramenti starà la differenza tra uno specialista e un attaccante completo

 

Draft stock

Data la difficile lettura della sua stagione in Australia, le quotazioni di Ferguson sono quantomai instabili. Gioverà però della scarsa competizione nel ruolo di shooting guard: tolto Malik Monk gli altri prospetti se la giocano, al netto della prepotente risalita di Donovan Mitchell. Difficile che Ferguson scenda sotto la 25, mentre qualcuno potrebbe osare e sceglierlo tra le ultime lottery pick

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here