NCAA Bracket Inside: East Regional

NCAA Bracket Inside: East Regional

La #1 è la Duke di Williamson-Barrett-Reddish-Jones, favorita per alzare il trofeo a Minneapolis.

di Ario Rossi

La #1 Duke è la grande favorita di questo Regional, ma anche di tutto il torneo. Zion Williamson può essere fermato solamente se costretto a fare falli (limite che dimostrato di non aver ancora migliorato), ma in alternativa a lui ci sono Barrett e Reddish – a dire il vero quest’ultimo un po’ in calo nell’ultimo periodo – pronti ad armare le loro braccia, ben azionati da Tre Jones che sta salendo di livello. Sembra non esserci ostacolo per i Blue Devils fino alle Elite Eight! VCU dovrebbe passare il turno salvo exploit di BJ Taylor, occhio a Liberty per un eventuale upset. Sarà mooolto interessante la sfida tra la #4 Virginia Tech e i Billikens campioni della Atlantic 10 guidati dall’asse Tramaine Isabell-Jordan Goodwin, ma restano favoriti gli Hokies per arrivare fino alle Sweet 16 contro Duke.

Nella parte bassa del tabellone, la #2 Michigan State è la naturale sfidante ai Blue Devils per l’accesso alle Final Four, ma per il resto può succedere di tutto. La sapiente guida di Cassius Winston e Matt McQuaid dovrebbe bastare nei primi due turni, anche se la gara più equilibrata (non per forza la più bella) di tutte potrebbe uscire tra Louisville e Minnesota: coach Richard Pitino vuole sgambettare i Cardinals, sua ex squadra. #11 Belmont, se batterà Temple nel turno preliminare, e #14 Yale sono squadre da possibili upset al primo turno: non dite che non vi avevamo avvertiti! Oni può essere l’uomo in più dei “cervelloni” ma la finale del regional sarà Duke-Michigan State senza nessun dubbio.

Squadra favorita: #1 Duke è la favorita alla vittoria finale, figurarsi alla vittoria dell’East Regional. I freshmen a disposizione di Coach K sono di un altro livello e i Blue Devils hanno dimostrato che pochissime squadre riescono a tenere i loro ritmi per tutti i 40′. Unica valida alternativa ai Blue Devils è la #2 Michigan State, ma parte comunque uno o due gradini sotto.

Squadra rivelazione: #11 Belmont è insidiosa perché viene dai mid-major, ottimamente allenata da coach Byrd e che ha in Dylan Windler la sua stella. Se la caviglia del centrone Muszynski torna in forma, i Bruins sono un problema per tutti e potrebbero sognare di entrare tra le prime 16 d’America. Di più sarebbe un’impresa.

Giocatori da seguire: Zion Williamson, Cam Reddish, RJ Barrett, Tre Jones (tutti di Duke), Bruno Fernando di Maryland, Cassius Winston degli Spartans, BJ Taylor di Central Florida, Tremont Waters di LSU, Dylan Windler (Belmont) e Jordan Nwora di Louisville.

 

 

Nelle puntate precedenti:

South Regional

West Regional

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy