NCAA Bracket Inside: South Regional

NCAA Bracket Inside: South Regional

Virginia non commetterà l’errore dello scorso anno e sarà la squadra da battere.

di Ario Rossi

Un anno dopo la clamorosa sconfitta nel primo turno contro UMBC, i Cavaliers si guadagnano nuovamente il seed #1 ed una parte di tabellone assai favorevole: Gardner-Webb è alla sua prima partecipazione e di più non chiederà, e pure al secondo turno non dovrebbero esserci problemi per Virginia. L’eventuale scontro con Wisconsin (che però rischia già al primo turno contro l’ottima Oregon senza Bol Bol e, se passa, dovrà vedersela con la K-State di Barry Brown) potrebbe essere l’unico scoglio verso le Elite Eight, cioè la finale del Regional: Virginia ha in Jerome e Guy due attaccanti di livello che affiancano la stella De’Andre Hunter e si aggiungono alla già famosa difesa rocciosa orchestrata da coach Bennett.
Dall’altra parte del tabellone ci sarà una guerra, con la #2 Tennessee che potrebbe rischiare molto già nel secondo turno con Cincinnati o Iowa (tra queste ultime due gara per nulla scontata e con rischio upset). Probabilmente la vera antagonista di Virginia per la qualificazione alle Final Four di aprile a Minneapolis uscirà dal probabile scontro nelle Sweet 16 tra Purdue e Villanova, sebbene i Wildcats non siano quelli della dinastia degli ultimi anni (a parte coach Jay Wright e i veterani Booth e Paschall). La grande efficienza offensiva dei Boilermakers potrebbe essere il punto in più che li porti finalmente al titolo regionale e al pass per le Final Four dopo ottime stagioni regolari, ma passi falsi pesanti al Torneo.

Squadra favorita: #1 Virginia perché siamo convinti che lo sciagurato tracollo dello scorso anno sia servito da lezione. Hunter è forse l’unica scelta alta al prossimo draft NBA che uscirà da questo Regional, per cui dovrebbe dare una grossa mano all’attacco dei Cavaliers. #3 Purdue la sua vera antagonista.

Squadra rivelazione: #12 Oregon perché ha disputato un torneo di conference spettacolare e può essere la squadra di far saltare molti bracket, visto il basso seed a disposizione. Non sarà per nulla semplice battere Wisconsin o Kansas State, ma noi buttiamo un penny sui Ducks, il cui percorso non dovrebbe andare oltre le Sweet 16. Occhio anche a Villanova con il #6: è meno talentuosa degli anni passati, ma sa come si vince nelle partite secche!

Giocatori da seguire: su tutti De’Andre Hunter e Kyle Guy di Virginia. Non ci sarà Bol Bol per Oregon, ma non perdetevi il suo “sostituto” Louis King e la guardia Pritchard, poi Barry Brown e Deon Wade (se recupera dall’infortunio al piede) di Kansas State, Cumberland di Cincinnati, Carsen Edwards di Purdue, Grant Williams e Admiral Schofield di Tennessee.

 

 

Nella puntata precedente (domani le altre due):

West Regional

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy