NCAA, i risultati: Virginia giganteggia, risorge Villanova

NCAA, i risultati: Virginia giganteggia, risorge Villanova

Moretti trascina la sua Texas Tech, si ferma Maryland.

di Andrea Indovino, @Andreaind3

Asfissiante in difesa e pungente in attacco. Le caratteristiche di Virginia che si riprende la vetta dell’ACC – seppur in coabitazione con North Carolina – battendo nella notte nettamente Georgia Tech 81-51. I Cavaliers concedono le briciole ai malcapitati avversari (37.5% totale dal campo) e trovano in Ty Jerome (19) e De’Andre Hunter (18) i giustizieri che sentenziano la gara.

Risorge Villanova dopo 4 stop consecutivi, e lo fa nella partita più importante, contro la diretta avversaria nella rincorsa alla vetta della Big East. I Wildcats superano Marquette (67-61, 29 punti di un sontuoso Jermaine Samuels) e restano in scia proprio delle Golden Eagles, ora avanti solo di mezza partita. Davide Moretti e la sua Texas Tech non fanno sconti a nessuno e a cadere ai piedi dei Red Raiders questa volta è Oklahoma State, ma solo dopo un tempo supplementare: il ‘ Moro’ in gran spolvero è il migliore dei suoi con 20 punti tondi, realizzati con appena 4 tiri dal campo ed un percorso netto dalla lunetta (12/12). Continua ad essere una ‘giungla’ la Big 12, con TTU appaiata in vetta a Kansas State, e Kansas e Baylor a seguire ad una partita di distanza. A proposito di Baylor, importante successo – dopo un overtime – contro Texas, che potrebbe riaprire le porte del ranking top 25 a dei Bears un pò sottotono da inizio anno.

A valanga, sia Purdue che Nevada. I Boilermakers hanno la meglio di Illinois 73-56 grazie ai 23 punti del bombardiere Carsen Edwards, mentre i Wolf Pack si godono il trio Caleb Martin, Cody Martin e Jordan Caroline (67 punti in tre) e superano UNLV mantenendo il comando della Mountain West Conference con un vantaggio però risicato sulla seconda, ovvero Utah State.

Tra gli altri risultati di rilievo, c’è la netta vittoria di Houston (99-65) contro East Carolina, il successo di Tennessee di misura su Ole Miss (21 di Grant Williams), la faticosa W di Cincinnati contro SMU (Jarron Cumberland unico Bearcat in doppia cifra con 12 punti a tabellino) e l’upset fatto registrare da Penn State ai danni di un’opaca Maryland.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy