NCAA Recap Inside – Villanova esce di scena, upset anche per Xavier

Tutto ciò che è accaduto nelle prime otto partite del Second Round del Torneo Ncaa.

di Pietro Pisaneschi, @Doppia_P

Se già il First Round aveva regalato qualche sorpresa e risultato inaspettato, il primo giorno di Second Round del Torneo Ncaa consegna agli amanti del college basketball un paio di upset degni di nota. Il primo è indubbiamente la prematura uscita di scena di una delle teste coronate del tabellone: Villanova. Gli Wildcats, campioni uscenti e squadra numero uno assoluta della Nazione, perdono 65-62 contro Wisconsin, la numero 8 del lato East del tabellone, e vedono così infrangersi dopo solo due gare le speranze di centrare uno storico back to back. I Badgers staccano il pass per le Sweet Sixteen grazie ad un 15-5 di parziale negli ultimi 5 minuti di gara all’interno del quale pesano come macigni due triple di Bronson Koenig. Decisivo il canestro a 11” dalla fine di Nigel Hayes, miglior marcatore di Wisconsin con 19 punti.

Sweet16Splash

Il fatto che Florida State, nonostante la seed #3, facesse della discontinuità la propria continuità era dato ben noto ai più attenti fruitori della materia cestistica collegiale. Sorprende dunque, ma fino ad un certo punto, l’upset di Xavier, numero 11 della parte West, che sbriciola la difesa Seminoles con un robusto 91-66. Eccezionale prova balistica per i Musketeers che tirano 11/17 da dietro l’arco e portano 5 giocatori in doppia cifra capeggiati da Trevon Bluiett che verga un referto da 29 punti con 10/14 ai tiri liberi e tre triple mandate a bersaglio. Il resto lo ha fatto la zona predisposta da coach Chris Mack che ha tenuto l’attacco di Florida State ad un parco 40% al tiro.

636254616235167494-USP-NCAA-BASKETBALL-NCAA-TOURNAMENT-SECOND-ROUND--89639195

Per due squadre che hanno ribaltato il pronostico, ve ne sono altre che invece hanno rispettato le aspettative. Partiamo da Gonzaga, #1 del West Regional, che ha battuto 79-73 una mai doma Northwestern, capace di rientrare in partita dopo il -18 rimediato alla sirena dell’intervallo. Episodi tanto cruciale quanto dubbio sul 58-63. Zach Collins stoppa Derrek Pardon facendo passare il braccio da sotto la retina. Coach Chris Collins chiede a gran voce l’interferenza a canestro e i due punti che , a 4′ dalla fine, avrebbero riavvicinato Northwestern a -3. Gli arbitri però sono di avviso contrario e rifilano un tecnico alla panchina dei Wildcats. Northwestern esce mentalmente dalla partita scontrandosi contro la difesa Gonzaga che non concede canestri dal campo per tre minuti e amministra il vantaggio fino alla sirena.

I Bulldogs di Mark Few entrano così nelle Sweet Sixteen per il terzo anno consecutivo dove ad attenderli vi è un brutto cliente: West Virginia. I Mountaneers cancellano la cocente prematura uscita di scena dello scorso anno contro Stephen F. Austin battendo rotondamente Notre Dame 83-71. I Fighting Irish hanno gustato la specialità di casa Huggins, l’asfissiante press defense, e subito la miglior prestazione stagionale di Jevon Carter autore di 24 punti con 4/5 da tre. A Notre Dame, già in difficoltà contro Princeton nel turno precedente, non sono dunque bastati i 27 punti di Bonzie Colson per battere la straripante West “Press” Virginia.

Schermata 2017-03-19 alle 11.41.20

Pronostico rispettato anche per Arizona che batte 60-69 St. Mary’s, una delle più piacevoli sorprese fra le squadre delle mid major conference (29-5 il record stagionale ma 0-4 con le top 25 della nazione). Arizona non ha comunque avuto vita facile contro i Gaels, schizzati a +10 a 6′ al termine del primo tempo e poi raggiunti dai Wildcats in prossimità della prima sirena grazie ai liberi e a Lauri Markkanen (doppia doppia da 16 punti e 11 rimbalzi a fine gara). La squadra di Sean Miller fa valere il peso della propria seed #2 nei secondi venti minuti piegando definitivamente St Mary’s e raggiunge le Sweet Sixteen per la 5° volta negli ultimi 6 anni dove affronteranno Xavier.

Che l’attacco non fosse l’arma principale di Virginia era cosa assai nota, ma i soli 39 punti raccolti in due tempi contro Florida resta comunque un dato che suscita stupore. I Gators vincono 65-39 mettendo a segno un reboante 21-0 di parziale a fine primo tempo, annientando le certezze difensive su cui Virginia aveva costruito la propria stagione. Doppia doppia per Justin Leon e Devin Robinson che scrivono un combinato di 28 punti e 21 rimbalzi. Florida, fino ad ora sul parquet “casalingo” di Orlando, si sposta a New York dove ad attenderla c’è Wisconsin per una delle sfide più incerte delle Sweet Sixteen.

636254788751502483-USP-NCAA-BASKETBALL-NCAA-TOURNAMENT-SECOND-ROUND--89647681

Spostandoci nel South Regional, non riesce il doppio upset consecutivo a Middle Tennessee che esce sconfitto 65-74 dalla sfida contro Butler. I Bulldogs hanno condotto la sfida “wire to wire” rintuzzando i continui tentativi dei Blue Raiders di rientrare in partita. Giddy Potts, uno dei componenti del micidiale trio offensivo di Middle Tennesseee insieme a Jacorey Williams (20 punti) e Reggie Upshaw (11 punti), chiude con un pesante 0 nella casella dei punti a referto in 35 minuti di impiego sul parquet. Dalle parti di Butler, mai in reale difficoltà nell’arco dei 40 minuti, spiccano i 19 punti di Kelan Martin.

Nel Midwest Regionale, una sola squadra è già a Kansas City in attesa del proprio avversario. Si tratta di Purdue che batte 76-80 Iowa State e centra le Sweet Sixteen dopo 7 anni di assenza (in quella squadra vi erano due conoscenze della Serie A italiana come JaJuan Johnson e Robbie Hummel). I Boilermakers chiudono avanti 31-41 all’intervallo, ma subiscono il rientro di Iowa State nel secondo tempo fino al -1 a 5 minuti al termine grazie ad una tripla in step back di Deonte Burton (25 punti alla sirena). Da questo canestro in poi però, l’attacco dei Cyclones si inceppa rimanendo aggrappato al match solamente grazie ai liberi. Purdue ne approfitta, piazza un 7-0 di parziale propiziato da una tripla di P.J. Thompson e non si volta più indietro prenotando il volo di solo andata per Kansas City.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy