NCAA Weekly Recap (25/11) – Duke non si ferma, Kentucky è mostruosa! Ma la vera sorpresa è Miami (parte 2)

di Redazione HoopScience

A cura di Giovanni Foti ACC -Duke (#4) (5-0): La Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis ha ospitato il primo vero test-match dei Blue Devils, nello State Farm Champions Classic. I ragazzi di coach K hanno avuto la meglio sugli Spartans di Tom Izzo, orfani di Payne, Appling ed Harris, pilastri di Michigan St. nella scorsa stagione. Bene tutto il quintetto di Duke, con Quinn Cook top scorer a 19 punti ed Okafor e Jones a 17, oltre al killer silenzioso, Justise Winslow da 15 e 6 rimbalzi, in una partita in cui gli Spartans hanno sempre inseguito, portandosi anche a 3 punti di distanza a 12 minuti dal termine, ma che non sono mai riusciti a riprendere in mano, nonostante un Branden Dawson da 18 punti e 9 rimbalzi e un Travis Trice da 15 punti e 8 assist. MICHIGAN STATE@DUKE 71-81 Tutto facile al Barklays Center per i Blue Devils contro Temple, con i soliti protagonisti: Jahlil Okafor (16), Justise Winslow (15), ma soprattutto Quinn Cook, che sta disputando un inizio di stagione davvero ottimo in regia col freshman Tyus Jones, autore di 7 assist. TEMPLE@DUKE 54-74 Duke vince il Coaches vs Cancer Classic in finale con Stanford grazie al solito Cook da 18 punti. Una gara difficile per i ragazzi di coach K, contro una squadra che aveva fatto tanto bene nell’ultimo torneo NCAA. STANFORD@DUKE 59-70 -Louisville (#7) (3-0): Va forte la Louisville di Rick Pitino, portando, nella partita con Jacksonville State, tutto lo starting five in doppia cifra e surclassando gli avversari a rimbalzo (24-59 di squadra). Montrezl Harrell è sempre più il trascinatore dei Cardinals e un backcourt così rapido e abile a rubare palla può mettere in difficoltà qualsiasi squadra della nazione. JACKSONVILLE STATE @LOUISVILLE 39-88 Altra passeggiata per i ragazzi di Pitino, quella su Marshall, che vede tutto lo starting five in doppia cifra per punti, oltre alla marea di rimbalzi raccolti. MARSHALL@LOUISVILLE 67-85 -Miami(FL) (5-0): L’impresa degli Hurricanes di battere Florida viene tutta dalle mani della guardia Angel Rodriguez, ex Kansas State, che manda a segno la tripla del primo sorpasso con 16 secondi alla sirena finale, condannando i ragazzi di Billy Donovan alla prima, pesante sconfitta tra le mura amiche. MIAMI@FLORIDA 69-67 Altra vittoria, questa volta più facile, ai danni di Drexel, sempre col solito Angel Rodriguez tuttofare, con 15 punti, 4 assist, 3 rubate e 2 stoppate, assieme a Manu Lecomte, autore di 15 punti. DREXEL@MIAMI(FL) 46-66 Sempre Angel Rodriguez suona la carica sfiorando la tripla doppia con 15 punti 8 rimbalzi e 9 assist, assieme a McClellan e Lecomte, rispettivamente da 17 e 14 punti. AKRON@MIAMI(FL) 51-79 Il trio Rodriguez, Lecomte, McClellan demolisce anche Charlotte. I ragazzi di J Larranaga sono partiti fortissimo, dimostrando di essere in gran forma e con la speranza di poter arrivare lontano, nonostante la conference di riferimento sia di alto livello e le partite fin ora giocate dagli Hurricanes siano state piuttosto facili. -Virginia (#9) (4-0): Viaggiano anche i Cavaliers di Virginia, dopo la facile vittoria su South Carolina State, che non è ancora riuscita a portare a casa una vittoria. Tony Bennett può contare su un’ottima chimica di squadra, oltre che su importanti individualità, quali Justin Anderson e Malcolm Brogdon, entrambi autori di 17 punti, oltre ai lunghi Gill e Tobey, sempre fondamentali nell’economia della squadra. SOUTH CAROLINA STATE@VIRGINIA 55-75 Anderson e Brogdon colpiscono ancora, questa volta George Washington, mettendo rispettivamente 18 e 15 punti a referto. Continua, quindi, il cammino dei solidi Cavalieri della Virginia, in attesa di match più impegnativi, per capire al meglio lo spessore della squadra. GEORGE WASHINGTON@VIRGINIA 42-59 – Clemson (2-2): Disastro in settimana per l’università di Clemson, che perde le prime due partite con Winthorp e Gardner-Webb (sicuramente due squadre non irresistibili), nonostante gli sforzi di Landry Nnoko. Arriva, comunque, l’unica vittoria settimanale contro Nevada, seppur con tanta sofferenza, con un Blossomgame da 13 punti e il solito Nnoko da 10. CLEMSON@NEVADA 59-50 – Notre Dame (4-1): Asfaltata Coppin State dal 100one dei Fighting Irish di un Auguste da 21 punti, Notre Dame si sta dimostrando una squadra intrigante e da tener d’occhio per tutto l’arco della stagione. COPPIN STATE@NOTRE DAME 67-104 Jerian Grant guida Notre Dame alla vittoria su UMass con ben 24 punti e 8 assist. NOTRE DAME@MASSACHUSETTS 81-68 Cade invece nella gara più difficile, proprio nei secondi finali con Providence. Con 30 secondi sul cronometro Grant firma il +1, ma poi commette il fallo che manda in lunetta Henton e che da’ il vantaggio a Providence a 15 secondi. Allo scadere sbaglia clamorosamente il layup che poteva chiudere la partita. PROVIDENCE@NOTRE DAME 75-74 – North Carolina State (4-0): Beejay Anya è sicuramente il giocatore della settimana, che nella sfida con Jacksonville ha portato a casa addirittura 10 stoppate , oltre gli 8 rimbalzi e i 7 punti. Buona prova anche di Freeman, che chiude in doppia doppia da 10 e 12 rimbalzi. JACKSONVILLE STATE@NORTH CAROLINA STATE 43-79 Barber e Lacey i dominatori della gara con South Florida, combattuta fino all’ultimo e chiusa definitivamente dai liberi di Desmond Lee nel finale. SOUTH FLORIDA@NORTH CAROLINA STATE 65-68 – Florida State (1-3): 3 sconfitte di fila per Florida State, in un periodo nero. La prima avviene per mano di Northeastern di misura, al secondo round del Naismith Basketball Hall of FameTip-Off Classic, nonostante un Aaron Thomas da 24 punti NORTHEASTERN@FLORIDA STATE 76-73 La seconda per mano di Providence, con uno scarto sostanzioso di 26 punti, sempre col solito Thomas a provarci senza successo. FLORIDA STATE@PROVIDENCE 54-80 L’ultima in casa con UMass, ancora nel finale. Questa volta il miglior attore non protagonista è Xavier Rathan-Mayes da 22 punti MASSACHUSETTS@FLORIDA STATE 75-69 – Georgia Tech (3-0): Buona la settimana di Georgia Tech, che chiude con due vittorie convincenti. Lascia 20 punti ad Alabama A&M, con un Mitchell in doppia doppia da 12 e 14 rimbalzi e un Cox da 13 punti ALABAMA A&M@GEORGIA TECH 46-66 Poi passeggia anche su IPFW, sempre col centro Cox protagonista, da 15 punti e 7 rimbalzi IPFW@GEORGIA TECH 69-78 – Syracuse (3-1): Al Madison Square Garden di New York, Syracuse viene superata da California. L’unica nota lieta proviene dal freshman Chris McCullough, che chiude la partita con 12 punti (5/9 dal campo), 7 rimbalzi e 5 stoppate. Per il resto quasi tutto da buttare, con una difesa non all’altezza degli standard degli Orange, che concede 73 punti agli avversari. SYRACUSE@CALIFORNIA 59-73 Gli Orange, tuttavia, si consolano con la vittoria, seppur di misura, su Iowa. Ancora McCoullogh in vetrina, con 20 punti, 9 rimbalzi e 3 stoppate, oltre a un Christmas da 18 punti. IOWA@SYRACUSE 63-66 – Pittsburgh (2-1): I Panthers pagano lo svantaggio nel primo tempo contro Hawaii, in una partita tirata, con Jones da 19 punti e Young da 13 e 9 rimbalzi. PITTSBURGH@HAWAII 70-74 – Wake Forest (2-2): Prima vittoria settimanale con Tulane, in una gara abbastanza facile. Devin Thomas da 13 punti e 12 rimbalzi guida la squadra assieme a Miller-McIntyre (12 e 4 assist). WAKE FOREST@TULANE 71-49 Poi due sconfitte filate con Arkansas e Iona, in cui solo il predetto Thomas è apparso in forma. WAKE FOREST@ARKANSAS 53-83 IONA@WAKE FOREST 85-81 – Boston College (2-3): La vittoria sofferta su New Mexico è tutta di Oliver Hanlan, la guardia da 20 punti e 6 assist che trascina Boston College assieme a Aaron Brown. NEW MEXICO@BOSTON COLLEGE 65-69 Due sconfitte in seguito, per mano di West Virginia e Dayton,  in cui Hanlan ha comunque giocato ad alto livello, senza riuscire, però, a portare la squadra alla vittoria. BOSTON COLLEGE@WEST VIRGINIA 66-70 DAYTON@BOSTON COLLEGE 65-53 – Virginia Tech (2-1) : Convincente vittoria su Liberty, con uno starting five totalmente infuocato. Van Zageren guida i suoi con 17 punti e 10 rimbalzi e Wilson chiude la sua partita con 13 punti e 9 assist. LIBERTY@VIRGINIA TECH 63-73 Beffata nella seconda uscita settimanale dal tiro allo scadere di Frank Eaves, che mette il layup a 2 secondi dal termine, condannando gli Hokies. APPALACHIAN STATE@VIRGINIA TECH 65-63 Big Sky dm_141125_Eastern_Washington_Indiana_Highlight Eastern Washington (3-1): Due vittorie in casa e una fuori per una delle migliori squadre in Big Sky fin ora. EWU chiude la prima frazione sul 25-38 con Utah Valley, in una partita che ha poco da dire. Harvey da’ spettacolo con i suoi 18 punti (7/16 dal campo). UTAH VALLEY@EASTERN WASHINGTON 50-75 Ancora più facile la partita con Walla Walla, dove ancora Harvey è protagonista col 100% dal campo e 16 punti. Altra prestazione di livello quella di Jois, anch’esso perfetto al tiro col 7/7 e 17 punti. WALLA WALLA@EASTERN WASHINGTON 34-95 Gli Eagles, poi, cadono con la SMU di Larry Brown, ma va ancora forte Harvey con 24 punti a referto EASTERN WASHINGTON@SOUTHERN METHODIST 68-77 -Idaho State (0-3): Catastrofici i Bengals, ancora a secco di vittorie. Perdono prima con Denver, segnando appena 38 punti, poi con Washington State, nonostante i 28 di Hansen, che chiude con 10/18 al tiro e 4/4 ai liberi. IDAHO STATE@DENVER 38-54 IDAHO STATE@WASHINGTON STATE 68-80 -Idaho (2-1): Una vittoria in casa e una sconfitta in trasferta per i Vandals dell’Idaho. Contro South Dakota State Mike Scott firma 23 punti e Bira Seck piazza la doppia doppia da 13 e 12 rimbalzi SOUTH DAKOTA STATE@IDAHO 77-82 La sconfitta avviene in casa di Northern Illinois, nonostante la buona gara delle due guardie Scott (17) e Wiggs (18) IDAHO@NORTHERN ILLINOIS 67-78 – Montana (1-2): Finisce male l’avvincente partita con Boise State, dopo il doppio overtime. Anthony Drmic azzanna la partita per i Broncos e non bastano i 16 punti col 7/8 al tiro per Breunig. MONTANA@BOISE STATE 67-72 – Montana State (0-4): Le perdono tutte i Bobcats, riuscendo a segnare veramente poco (solo 138 punti nelle ultime 3 partite contro Grand Canyon, CS Northridge e Kentucky, anche se ancora Montana State non ha giocato neanche una partita in casa. MONTANA STATE@GRAND CANYON 45-61 MONTANA STATE@CSNORTHRIDGE 65-72 MONTANA STATE@KENTUCKY 28-86 -North Dakota (1-2): Buona la prima settimanale, asfaltando Mayville State, che nel secondo tempo segna solo 15 punti. Nash è il top scorer con 16 punti e 12 rimbalzi, bene anche Hookier con 11 punti e 6 assist. MAYVILLE STATE@NORTH DAKOTA 39-76 Persa allo sprint finale la gara con South Dakota State, con Jack Bittle che mette la tripla vincente a 5 secondi dalla sirena finale. Bene comunque il solito Nash, che scrive 18. NORTH DAKOTA@SOUTH DAKOTA STATE 72-74 – Northern Arizona (1-3): I Lumberjacks perdono contro Toledo NORTHERN ARIZONA@TOLEDO 58-71 Vincono la loro prima partita della stagione con Fresno State, con Aaseem Dixon che totalizza 30 punti nella sua grande partita da 7/15 al tiro FRESNO STATE@NORTHERN ARIZONA 52-73 -Northern Colorado (1-2): Sconfitta amara con New Mexico State nell’unica partita disputata in settimana. NORTHERN COLORADO@NEW MEXICO STATE 65-86 – Portland State (2-0): Vanno bene i Vikings di Portland St., vincendo con Willamette, grazie a Brice White da 19 punti e 5 assist e alla doppia doppia di Tucker da 12 e 10 rimbalzi. WILLAMETTE@PORTLAND STATE 63-84   – Sacramento State (2-1): Due vittorie per gli Hornets in questa settimana. La prima sul campo di UC Riverside, con Cody Demps che segna il game winner a 17 secondi dalla fine, portando i suoi sul +1. McKinney ne mette 22, mentre Mills in uscita dalla panchina 15 con 7/8 al tiro. SACRAMENTO STATE@CALIFORNIA RIVERSIDE 70-69 Molto più facile la vittoria su Simpson University, col solito Demps da 16 punti e Mills a 11 col 100% dal campo. SIMPSON UNIVERSITY@SACRAMENTO STATE 42-74 – Southern Utah (0-3): Va sotto nel secondo tempo con Utah Valley. Non bastano gli 11 punti in altrettanti minuti per Hanks, che chiude la partita col 100% al tiro (4/4) UTAH VALLEY@SOUTHERN UTAH 85-75 – Weber State (2-3):  Cammina su Presentation College col centro Joel Bolomboy da 20 punti e 15 rimbalzi, un vero bulldozer nel pitturato, che fa il vuoto sotto canestro. PRESENTATION COLLEGE@WEBER STATE 49-74 Le due sconfitte con Illinois State ed LSU sono inevitabili, ma poi i Wildcats si riprendono vincendo di misura su Nevada. WEBER STATE@ILLINOIS STATE 74-49 WEBER STATE@LSU 58-72 WEBER STATE@NEVADA 59-56 Conference USA YRGZMTRHZNQQTLE.20141119042014 – Charlotte (3-1): Splendida partita con Penn State, finita in overtime con un punteggio altissimo e due uomini soli al comando: Ogbueze e Thorne Jr., autori rispettivamente di  26 e 23 punti. PENN STATE@CHARLOTTE 97-106 Passa di misura anche su South Carolina ancora con gli stessi interpreti CHARLOTTE@SOUTH CAROLINA 65-63 Poi cade con una Miami in formissima. CHARLOTTE@MIAMI 58-77 – East Carolina (2-2): Una sconfitta contro NC Asheville, poi una vittoria facile su Virginia Lynchburg con Whisnant da 16 punti. NCASHEVILLE@EAST CAROLINA 79-83 EAST CAROLINA@VIRGINIA LYNCHBURG 92-51 – Florida Atlantic (1-3): Vittoria su Warner Southern col centro Raffington in doppia doppia da 15 e 11 rimbalzi. WARNER SOUTHERN@FLORIDA ATLANTIC 49-74 Sconfitta poi con Harvard FLORIDA ATLANTIC@HARVARD 49-71 – Florida International (3-1): Due vittorie e una sconfitta. La prima W avviene di misura sugli Stetson Hatters grazie a Dennis Mavin da 15 punti, che mette il tiro della vittoria con 5 secondi dalla fine FLORIDA INTERNATIONAL@STETSON 53-52 Passano facilmente i Golden Panthers nella seconda contro Florida Memorial FLORIDA MEMORIAL@FLORIDA INTERNATIONAL 74-48 Persa con Georgia Southern nonostante il 30ello di Diaz. FLORIDA INTERNATIONAL@GEORGIA SOUTHERN 72-78 – Louisiana Tech (4-1): Una delle forze della C-USA le vince tutte con scarto. Prima Morehead State, poi American e infine Presbyterian con un Appleby in gran forma MOREHEAD STATE@LOUISIANA TECH 64-73 AMERICAN@LOUISIANA TECH 44-63 PRESBYTERIAN@LOUISIANA TECH 48-76 – Marshall (3-1): Vince su West Virginia Tech WEST VIRGINIA TECH@MARSHALL 65-87 Poi non può fare niente contro la Louisville di Pitino MARSHALL@LOUISVILLE 67-85 – Middle Tennessee (2-1): Sconfitta in casa da Murray State, si rifà con Southern University grazie a Terrance che totalizza 18 punti subentrando dalla panchina. MURRAY STATE@MIDDLE TENNESSEE 49-68 SOUTHERN UNIVERSITY@MIDDLE TENNESSEE 48-66 – North Texas (3-1): Vince due gare contro Nicholls State e Delaware Stete, per poi perdere l’ultima con Iona. NICHOLS STATE@NORTH TEXAS 57-71 DELAWARE STATE@NORTH TEXAS 55-62 IONA@NORTH TEXAS 58-78 – Old Dominion (4-1): Unica sconfitta settimanale con Illinois State, in cui ha totalizzato solamente 45 punti. Buone, invece, le altre uscite, riuscendo a spuntarla anche su LSU, oltre che su Richmond e Gardner Webb con un Freeman scatenato. RICHMOND@OLD DOMINION 57-63 OLD DOMINION@LSU 70-61 OLD DOMINION@ILLINOIS STATE 45-64 OLD DOMINION@GARDNER WEBB 58-46 – Rice (1-2): Unica vittoria con Praire View A&M grazie al 30ello di Marcus Jackson PRAIRE VIEW@RICE 64-68 WILLIAM & MARY@RICE 69-65 – Southern Miss (2-1): Matt Bingaya  ne mette 14 nella vittoria con South Alabama. SOUTH ALABAMA@SOUTHERN MISS 59-68 SOUTHERN MISS@ALABAMA 67-81 – Texas El Paso (2-0): Battuto New Mexico State per merito della panchina, da cui escono ben 53 punti, con Hunter e Lang da 23 e 15. NEW MEXICO STATE@UTEP 76-77 – Texas San Antonio (2-1): Anche l’altra Texas della C-USA trionfa in settimana contro Texas State-San Marcos, portando 5 giocatori oltre quota 13 punti. TEXAS STATE-SAN MARCO@TEXSAS SAN ANTONIO 67-80 – UAB (2-2): Sconfitta in overtime contro South Florida, UAB si riprende con Jackson State, grazie alla guardia Robert Brown da 12 punti. JACKSON STATE@UAB 50-58 – Western Kentucky (1-2): Niente vittorie in settimana per gli Hilltoppers WESTERN KENTUCKY@MINNESOTA 54-76 BELMONT@WESTERN KENTUCKY 64-63 Mid-American roc04 In MAC come al solito bene Eastern Michigan (5-0), prima forza della conference, ancora imbattuta. Vince su Oakland, Youngstown St., NC Greensboro e Longwood abbastanza facilmente grazie ad una squadra collaudata, guidata da Raven Lee e Karrington Ward. Vanno forte anche le altre squadre del Michigan: Central Michigan (4-0) anch’essa ancora imbattuta, con un Fowler tuttofare con punti nelle mani e assist per i compagni. L’altra è Western Michigan (3-1), caduta solo con San Diego nell’ultima uscita. Northeast Vanno abbastanza male le squadre della Conference di Northeast, facendo fatica a vincere contro College più quotati come Maryland, Georgetown e addirittura Ohio State, che schianta Sacred Heart per 48-106 Southern Bene The Citadel, che si sta rivelando squadra solita, assieme a Wofford. Anche Virginia Military è in forma, e vince la prima 42-124 contro Johnson, poi viene abbattuta da NC Wilmington 110-93 in una bella partita.   A cura di Ario Rossi West Coast Conference images Cal Lutheran, proveniente dalla Division-III, non può nulla contro Pepperdine (3-0) che infatti se ne sbarazza 76-61 con 34 punti della coppia Davis-Murray jr. Pepperdine-Cal Lutheran 76-61 Waves che rimangono imbattuti grazie alla vittoria in casa di San José State per 63-44 con 21 punti (10/16 dal campo), conditi da 8 rimbalzi, di Jett Raines. San José State-Pepperdine 44-63 Nella prima sfida tra due top25, la n°13 Gonzaga (4-0) batte la n°22 SMU 72-56 grazie ai 17, con 5/8 da 3, di Kevin Pangos. Da segnalare i 13+9 per la stellina classe ’96 di origine lituana Domantas Sabonis. Gonzaga (#13)-Southern Methodist (#22) 72-56 I Bulldogs si liberano facilmente di Saint Joseph’s 94-42 con 18 di Gary Bell jr, frutto di un ottimo 5/7 da 3. Gonzaga (#13)-Saint Joseph’s 94-42 Gli Zags vincono la quarta gara consecutiva, tutte in casa, contro le vittime sacrificali Saint Thomas Aquinas, college di Division-II. Finisce 109-55 con ben 4 giocatori oltre i 17 punti: a guidarli c’è Angel Nunez che dalla panca segna 24 punti con 9/12 dal campo, ai quali aggiunge anche 11 rimbalzi in soli 19′.   Gonzaga (#13)-Saint Thomas Aquinas 109-55   New Mexico State cade in casa di Saint Mary’s (4-0) per 83-71 grazie alle ottime prove di Jackson e Waldow (16 punti a testa, ai quali il secondo aggiunge anche 12 rimbalzi). Saint Mary’s-New Mexico State 83-71 Si conferma anche contro Denver, battuta 78-62 grazie ad un Brad Waldow da 26 punti, frutto di 12/14 da 2. Saint Mary’s-Denver 78-62 UC Irvine non passa in casa dei Gaels, ancora imbattuti al McKeon Pavillon di Moraga, CA. Passano 72-69 grazie a 4 liberi negli ultimi 16”. Souza sbaglia la tripla della vittoria a 4” dal termine.   Saint Mary’s-UC Irvine 72-69   BYU si libera facilmente di Arkansas-Little Rock 91-62 con un’ottima ripresa, trascinata dalla coppia Fischer-Haws (37 punti in due). Brigham Young-AK Little Rock 91-62 Altra vittoria agevole contro un college di Division-III, Southern Virginia, che viene stesa 101-48. I Cpugars mandano sei uomini in doppia cifra contro il solo Eaton per i Knights. Brigham Young-Southern Virginia 101-48 Anche San Francisco (2-0) si libera di una squadra di Division inferiore. Notre Dame de Namur cade 86-46 sotto i colpi di Kruize Pinkins, autore di 26 punti e 13 rimbalzi, con 9/13 dal campo, compreso un 2/2 da oltre l’arco. San Francisco-ND de Namur 86-46 Santa Clara (2-1) perde la prima gara stagionale in casa di Utah State per 60-54, con Brownridge che sbaglia la tripla della parità a quota 57 a 15″ dal termine. Utah State-Santa Clara 60-54 San Diego (2-1) asfalta 72-41 Florida A&M, alla terza sconfitta in altrettante gare. Il 45-17 di  metà gara è eloquente rispetto all’andamento dei primi 20′. San Diego-Florida A&M 72-41 Arizona State surclassa Loyola-MaryMount (2-2) grazie ad un secondo tempo da 40-22. Arizona State-Loyola-MaryMount 68-44 Non ha nessun problema, invece, a battere 82-60 San Diego Christian. Career-high per Evan Payne (28 punti con 11/19 dal campo).   Loyola Marymount-San Diego Christian 82-60   Pacific (2-2) supera 81-56 Pacific Union, college di Division-II. Ottima prestazione di Eric Thompson, autore di 19 punti con 7/7 da 2 e 5/5 ai liberi. Pacific-Pacific Union 81-56 Washington passa alla KeyArena di Seattle, battendo i Tigers nel Marv Harshman Classic per 76-69.   Pacific-Washington 69-76   Portland (3-0) supera agevolmente SIU-Edwardsville 75-53 grazie ai 21 di Gerun con un eccellente 10/12 dal campo, compreso 1/1 da 3.   Portland-SIU-Edwardsville 75-53   Southland Conference 20121222_bsd_sd2_362.0 Northwestern State (2-2) debutta bene davanti al suo pubblico, dopo la sconfitta della prima gara. Vince, infatti, contro Lyon College per 75-64, grazie ai 35 della coppia West-Woodley che riescono, in parte, a colmare il gap con Worlow, losing effort con 33 punti a referto. Northwestern State-Lyon College 75-64 Bissa contro LSU-Alexandria, altro college di Division inferiore, per 89-79 grazie alla solita coppia, autrice stavolta di ben 49 punti. LSU-Alexandria-Northwestern State 79-89 Infine deve lasciar strada alla corsa della n°18 Oklahoma, uscita vincitrice per 90-72 grazie ad un primo tempo chiuso sul 50-30.   Oklahoma (#18)-Northwestern State 90-72   Houston Baptist (1-2) non ha nessun problema contro Hillsdale (OK), college di Division-II, battuta per 89-53 grazie ad un super primo periodo che li porta sul +29 all’intervallo. Houston Baptist-Hillsdale (OK) 89-53 Gli Huskies cadono malamente in casa di Texas-Arlington 89-67, dopo aver chiuso l’intervallo sotto di 18.   Texas-Arlington-Houston Baptist 89-67   North Texas batte Nicholls State (0-1) che nel debutto cade 71-57 a Denton, TX. North Texas-Nicholls State 71-57 Malissimo, com’era da pronostico, contro UCLA che gli rifila 33 punti di scarto, 107-74. UCLA-Nicholls State 107-74 SF Austin (1-1)cade tra le mura amiche dopo un overtime contro Northern Iowa per 77-79. E’ la prima sconfitta casalinga per i Lumberjacks dopo 34 vittorie interne consecutive. SF Austin-Northern Iowa 77-79 OT Cade anche in casa dell’imbattuta Xavier per 81-63 nonostante fossero tornati a -5 (66-61) a meno di 6’ dal termine. Poi un parzialone di 15-2 ha chiuso la gara. Xavier-SF Austin 81-63 Texas A&M-CC (2-1) tiene botta un tempo contro la più quotata Georgetown, poi cede 78-62. Georgetown-Texas A&M-CC 78-62 Poi si rimette in sesto, battendo Saint Louis 62-56 con ben 4 uomini in doppia cifra.   Saint Louis-Texas A&M-Corpus Christi 56-62 Central Arkansas (0-4) perde la terza gara di fila in casa della n°21 Nebraska 82-56, restando aggrappata nella prima frazione ma crollando nella successiva. Nebraska-Central Arkansas 82-56 Non si schioda quota 0, perché perde 68-74 contro Southeast Missouri State.   Central Arkansas-SE Missouri State 68-74   Western Illinois ha la meglio nel finale contro Southeast Louisiana (0-3) per 57-60 grazie ai 29 di Covington.   Western Illinois-Southeast Louisiana 57-60   Incarnate Word (3-0) bissa la vittoria all’esordio, sconfiggendo 94-63 Houston-Tillotson, college del circuito NAIA. 28 punti di Denzel Livingston, con 5/7 da 3, guidano la truppa con sede a San Antonio. Incarnate Word- Houston-Tillotson 94-63 Continua la sua marcia, espugnando il campo di Princeton 68-79 grazie ai 16 punti finali di squadra arrivati tutti dalla lunetta. 21 per Jontrell Walker.   Princeton-Incarnate Word 68-79   Louisiana College, di Division-III, non può nulla in casa di McNeese State (2-1), che la supera agevolmente 90-63 sotto i colpi di Austin Lewis, capace di stoppare ben 11 tiri, record dell’ateneo. McNeese State-Louisiana College 90-63 Vince anche contro Jarvis Christian, college del circuito NAIA, 85-70. Altre 7 stoppate per Lewis, ma all’occhio balzano soprattutto i 24 punti (con 11 rimbalzi) di Desharick Guidry. McNeese State- Jarvis Christian 85-70 New Orleans (1-1) debutta in questa stagione con una facile vittoria su Pensacola Christian College, ateneo di Division-III, per 88-61 grazie a 5 uomini in doppia cifra, con Kevin Brown a quota 18. New Orleans-Pensacola Christian College 88-61 Non passa, però, a casa di TCU che, infatti, la batte 86-71. Non bastano i 21 di Kevin Brown: quando sei sotto di 21 a metà gara è quasi impossibile recuperare. TCU- New Orleans 86-71 Lamar (1-3) cade in casa di Texas State per 65-55. Decisivo un parziale di 19-8 nel secondo tempo. Texas State-Lamar 65-55 Tuttavia deve inchinarsi ad Indiana 85-72. Bravi i Cardinals a rientrare dal -17 (37-20) ma la maggior profondità degli Hoosiers ha fatto la differenza.   Indiana-Lamar 85-72 Tulsa si sbarazza facilmente (65-39) di Abilene Christian (1-2) che tira con un 27% totale dal campo. Tulsa-Abilene Christian 65-39 Duquesne espugna il suo campo 81-102 grazie ad un’ottima prestazione offensiva.   Abilene Christian-Duquesne 81-102   Servono ben 3 overtime a Sam Houston State (3-1) per battere South Dakota 93-85. Larson segna gli ultimi 6 punti dei regolamentari per i Coyotes, compresa la bomba del 65 pari a 9” dalla sirena. La tripla di Gatlin a 2” dal termine manda la gara al secondo overtime, dove persiste la parità. Nel terzo, infine, SHSU la chiude con un parziale di 14-6, grazie ai 34 della coppia Gatlin-Burwell. Sam Houston State- South Dakota 93-85 3OT 18 punti di Kaheem Ransom danno la vittoria ai texani contro Fairfield per 74-60.   Sam Houston State-Fairfield 74-60   Wofford la stende il giorno dopo sempre nel Coaches vs. Cancer Classic. Finisce 64-53 con i Bearkats che tirano con il 31% dal campo, a differenza del 51% avversario.   Sam Houston State-Wofford 53-64   Mountain West Conference usa-today-8217811.0 Fresno State (1-2) si riprende e batte con facilità Bristol 93-55 con una seconda frazione da 56 punti (contro i soli 21 degli avversari). Paul Watson guida i Bulldogs con 28 punti, frutto di una prestazione pazzesca da 4/4 da 2 e 6/9 da 3. Fresno State-Bristol 93-55 Malissimo, invece, contro Northern Arizona che la straccia 73-52, grazie ai 30 punti di Dixon (con 0/6 da 2…). Northern Arizona-Fresno State 73-52 Nevada (2-2) vince anche la seconda partita, superando con una certa fatica Adams State per 69-64: AJ West domina sotto le plance (18 rimbalzi, di cui 10 offensivi) e segna anche 17 punti con 7/11 da 2. Nevada-Adams State 69-64 Cade invece con Seton Hall per 68-60 nella suggestiva cornice delle Isole Vergini. Nevada-Seton Hall 60-68 Nella semifinale di consolazione del Paradise Jam all’University of the Virgin Islands, Clemson la batte 59-50, dopo aver guidato anche di 15 all’intervallo.   Clemson-Nevada 59-50   San Diego State (3-0) bissa la vittoria dell’esordio superando la n°25 Utah per 53-49 grazie alla doppia doppia di JJ O’Brien (12 punti e 11 rimbalzi). I liberi di Polee II a 9” dal termine fissano il +4 finale. San Diego State (#16)-Utah (#25) 53-49 Vince, o meglio stravince, con Cal State Bakersfield per 51-27. È la vittoria con il minor numero di punti subìti in 45 anni di permanenza in Division-I per gli Aztecs. E hanno vinto tirando il 25% scarso dal campo… San Diego State (#16)-Cal State Bakersfield 51-27 UNLV (3-1) perde l’imbattibilità con Stanford che al Barclays Center di Brooklyn la stende 89-60. Stanford-UNLV 89-60 I Rebels, tuttavia, battono Temple 57-50, trascinati dai 18 punti, 13 rimbalzi e 4 stoppate di Christian Wood.   Temple-UNLV 50-57   Fa 2/2 anche Wyoming (3-0) che si mantiene imbattuta con la vittoria su Western State, college di Division-II, per 61-46 grazie al parziale iniziale di 22-0 e ai 26 punti della coppia Nance jr-Cooke jr. Wyoming-Western State 61-46 Distrugge poi anche la debole resistenza di Colorado, battendola 56-33 con un secondo tempo da 30-9. 14 punti con 5/8 dal campo per Josh Adams.   Wyoming-Colorado 56-33 Boise State (3-1) suda sette camicie ma si libera di Montana battendola 72-67 dopo 2 overtime. Sugli scudi ancora Drmic, autore di 29 punti, compresa la che ha mandato tutti al primo overtime. Boise State-Montana 72-67 2OT Cade, come da pronostico, sul campo della n°3 Wisconsin, trascinata da un Kaminsky autore di 26 punti con 11/13 dal campo.   Wisconsin (#3)-Boise State 78-54   Utah State (3-1) batte Santa Clara 60-54. Jo Jo McGlaston segna 5 degli ultimi 8 punti di squadra (lui chiuderà con 10), compresa la bomba che a meno di 3’ spezza la parità sul 55-52. Utah State-Santa Clara 60-54 Nello scontro tra imbattute contro Mississippi State, sono questi ultimi ad avere la meglio per 71-63, a causa dello svantaggio nel gioco interno (38-21 i rimbalzi, 30-18 i punti dentro l’area).   Mississippi State-Utah State 71-63 Un ottimo secondo tempo consente a Colorado State (3-0) di recuperare e battere Georgia State 80-70 con doppia doppia di Stanton Kidd (16 punti e 12 rimbalzi). Colorado State-Georgia State 80-70 Batte anche Mercer – giustiziera di Duke al secondo turno del torneo NCAA – 75-62, grazie ad un primo tempo da 40 punti. Daniel Bejarano ne segna 22 punti 2/6 da 2, 4/4 da 3 e 6/6 ai liberi.   Colorado State-Mercer 75-62 Air Force (3-1) supera agevolmente Colorado Christian 70-47 con 20 punti del solito Yon. Air Force-Colorado Christian 70-47 Western State è poca roba per i Falcons che la stendono 90-60 con 17 punti di Kamryn Williams (7/8 dal campo, 67% totale di squadra).   Air Force-Western State (Col) 90-60   San José State (1-3) cade con Pepperdine 63-44 a causa di una seconda frazione da -15. San José State-Pepperdine 44-63 Perde ancora, stavolta nel derby californiano con Cal State Fullerton, per 70-66.   Cal State Fullerton-San José State 70-66 Cade anche New Mexico (3-2) in casa di Boston College per 69-65, ripresasi dopo la sconfitta con la n°1 Kentucky. Non bastano i 24 di Greenwood. Boston College-New Mexico 69-65 Tuttavia, batte 69-58 George Mason con 19 punti di Goodman (7/10 dal campo) a San Juan, in Porto Rico. George Mason-New Mexico 58-69 In Porto Rico, crolla nella seconda frazione (20-38) con Texas A&M che vince 64-51 senza patemi.   New Mexico-Texas A&M 51-64     Metro Atlantic Athletic Conference OPIXQYQDFIGFMJF.20141122050617 Siena (1-2) perde in casa con Vermont per 84-76: non bastano i 22 di Poole in uscita dalla panca, sebbene con 4/11 dal campo. Siena-Vermont 76-84 Si rifà, tuttavia, mercoledì, con la vittoria per 73-70 in casa di Saint Bonaventure che segna ben 5 triple consecutive negli ultimi 3′, ma i Saints attaccano con calma e Lavon Long (doppia doppia da 13+11) smazza anche 3 assist che i suoi compagni convertono in 6 punti. Saint Bonaventure-Siena 70-73 Iona (3-1) cade malamente a sorpresa in casa di Wofford 86-73 nonostante i 23 di Laury. Wofford-Iona 86-73 Si riprende, tuttavia, con un’ottima gara in casa di Wake Forest, espugnata per 85-81. Sul 81-79 per i Gaels a 23” dal termine coach Manning ha chiamato un timeout che non aveva a disposizione e con il fallo subìto nella successiva azione Iona ha chiuso i conti portandosi sul +4. Wake Forest-Iona 81-85 Non ha problemi contro North Texas, tanto che quest’ultima viene liquidata in scioltezza 78-58. Prestazione sontuosa di A.J. English autore di 37 punti con 11/21 dal campo.   North Texas-Iona 58-78   Wofford giustiziera anche di Fairfield (2-3) che segna solo 36 punti ed è costretta a cedere ai Terriers. Fairfield- Wofford 36-54 Perde anche contro Sam Houston State 74-60 a causa di una seconda frazione dove gli ospiti hanno staccato gli Stags.   Fairfield-Sam Houston State 60-74   Fatica più del dovuto con South Dakota, ancora a 0 vittorie. Ma dopo un overtime ne ha la meglio 80-72. Gli Stags erano 68-57 con 5′ scarsi da giocare, dopodiché non hanno più segnato e i Coyotes hanno recuperato portandola al supplementare. Lì Fairfield ha fatto 8/8 ai liberi e l’ha chiusa a suo favore.   Fairfield-South Dakota 80-72 OT   Manhattan (1-3) stava per vincere in casa di UMass, ma una palla persa dolorosissima a 2 secondi dal termine porta la rimessa dal fondo per i Minutemen che la sfruttano alzando l’alley oop del pareggio a Rich Williams. Overtime che viene poi dominato da UMass che così rimane imbattuta dopo 3 gare, grazie ai 23 di Lalanne. UMass-Manhattan 77-68 OT Si riprende sconfiggendo 78-63 Binghamton nel Naismith Memorial Basketball Hall of Fame Tip-Off. Decisivo Shane Richards con 24 punti e 8/16 dal campo.   Manhattan-Binghamton 78-63   Perde, però, la finalissima del torneo contro Northeastern 51-65, con gli Huskies che hanno gestito senza problemi il +20 di metà gara.   Manhattan-Northeastern 51-65   Marist (0-2) dura un tempo contro Army (41-41 all’intervallo), poi cade 76-62.   Marist-Army 62-76   Rider (2-1) vince in trasferta a Pennsylvania 73-57 con 23 punti di Sadler. Ottimi i primi 20′, chiusi sul +14. Pennsylvania-Rider 57-73 Lehigh cade in casa dei Broncs per 78-74. Okereafor ne segna 29 con 5/9 da 3 e 3/3 da 2 e, grazie ai suoi liberi nel finale, Rider ha la meglio sull’ex ateneo di McCollum. Rider-Lehigh 78-74 Monmouth (2-2) si libera facilmente di Bethune-Cookman per 73-50 grazie ai 30 liberi tirati, 24 in più degli ospiti. Monmouth- Bethune-Cookman 73-50 Passa anche Monmouth (2-2) contro Central Connecticut State per 65-50 grazie ai 15 di Justin Robinson e il 45% da 3 (contro il 24 degli ospiti).   Monmouth-Central Connecticut State 65-50   Deve però arrestare la sua corsa contro Towson nella finale del CBE Hall of Fame Classic. Gli Hawks erano avanti di 5 a 34” dal termine, ma poi i Tigers hanno sfruttato le ingenuità degli avversari portando la gara all’overtime dove la bomba di Gavrilovic a 4” dalla sirena ha chiuso l’incontro.   Monmouth-Towson 75-79 OT   Zach Lewis ne spara 24 e Canisius (2-1) rimane ancora imbattuta, grazie alla vittoria per 63-51 su Lehigh, crollata nel secondo tempo. Lehigh-Canisius 51-63 Finisce male con Saint Bonaventure che sbriga la pratica nel finale e chiude sul 59-53.   Saint Bonaventure-Canisius 59-53   Quinnipiac (2-1) rischia di far fuori la seconda favorita in pochi giorni, ma La Salle, con 4/5 ai liberi nell’ultimo minuto, ribalta la situazione e vince 60-58. Quinnipiac.La Salle 58-60 Vince ancora al supplementare, battendo Albany 73-76. Decisivo Dramé che con 18 punti guida i suoi Bobcats al successo.   Albany-Quinnipiac 73-76 OT Saint Peter’s (0-4) perde la terza gara su altrettante giocate poiché Niagara (1-1) espugna il suo campo per 61-59. Niagara conduceva 49-39 a 8’30” dalla fine, poi i Peacocks sono rientrati fino al -2, quando Patterson ha sbagliato il tiro del pareggio con 9” sul cronometro. Per gli sconfitti sono da registrare i 18+13 (14esima doppia doppia in carriera) di Marvin Dominique, che ha chiuso con un buon 8/13 da 2. Saint Peter’s-Niagara 59-61 Non riesce a vincerne una. Quarta sconfitta consecutiva: stavolta a vincere è La Salle che passa 59-50.   La Salle-Saint Peter’s 59-50 Cade Niagara (1-2) che concede ben 40 punti nel secondo tempo ad Hartford che così passa nel finale 65-62.   Niagara-Hartford 62-65   Atlantic-10 XQRABSTBEHMGAQE.20141122212122 Saint Joseph’s (2-2)espugna il campo di Drexel, sebbene con qualche patema, per 52-49. Partita con percentuali orrende (gli Hawks hanno superato di poco il 35%), che poteva anche finire ai supplementari se Damion Lee metteva a segno la bomba decisiva. Drexel-Saint Joseph’s 49-52 Nulla può contro la n°13 Gonzaga che la stende fin dal primo tempo (48-10) e la sommerge 94-42. Gonzaga (#13)-Saint Joseph’s 94-42 Alla fine batte Vermont 68-60, rubando ben 10 palloni in più ai Catamounts. 22 punti e 9 rimbalzi per DeAndre Bembry.   Saint Joseph’s-Vermont 68-60 VCU (2-0) batte Toledo 87-78, ma esce solo negli ultimi 3 minuti, guidata dai 22 punti a testa di Graham e Johnson. VCU (#15)-Toledo 87-78 Tutto facile per Davidson (2-1) contro Campbell, asfaltata 86-51 con20 punti di Belford. Davidson-Campbell 86-51 North Carolina è troppo forte però per i Wildcats che cadono 90-72 alla Time Warner Cable Arena di Charlotte, casa degli Hornets di Jordan, ex Tar Heel. Non bastano i 25 di Aldridge.   North Carolina-Davidson 90-72   I Sycamores cadono in casa contro Saint Louis (2-0) per 69-56 guidata dalla coppia Yacoubou-Yarbrough (26 punti e 12 rimbalzi in due). Indiana State-Saint Louis 56-69 Arriva, immediata, però, la prima sconfitta casalinga per i Billikens, per mano di Texas A&M-CC che passa per 62-56, dopo aver recuperato le nove lunghezze di ritardo dell’intervallo.   Saint Louis-Texas A&M-CC  56-62 La Salle (3-0) batte Quinnipiac con 4 liberi nel finale, mentre i Bobcats non riescono più a schiodarsi da quota 58. Decisivo Price, capace di segnare gli ultimi 8 punti degli Explorers. Quinnipiac-La Salle 58-60 Rimane imbattuta anche dopo la vittoria per 59-50 su Saint Peter’s. 22 punti di Jordan Price spingono avanti gli Explorers che costruiscono il loro margine in difesa, lasciando solo 14 punti agli avversari nei primi 20′. E’ la terza gara consecutiva che La Salle concede meno di 60 punti agli avversari.   La Salle-Saint Peter’s 59-50   Old Dominion batte Richmond (2-1) per 63-57 ma deve faticare più del previsto per avere la meglio degli Spiders. Old Dominion-Richmond 63-57 22 punti per Kendall Anthony trascinano gli Spiders nella larga vittoria su High Point per 80-56. 18 arrivano nella prima frazione, dove Richmond domina 45-18, concedendo il 22 % ai Panthers.   Richmond-High Point 80-56 Saint Bonaventure (2-1) cade 73-70 in casa contro Siena nonostante il disperato tentativo finale (5/5 da 3 negli ultimi 3′). Saint Bonaventure-Siena 70-73 I Bonnies battono la ormai ex imbattuta Canisius 59-53 grazie ai 20 punti – sebbene abbia tirato solo 5/14 dal campo, compreso 4/11 da 3 – di Posley. Nel secondo tempo ci sono stati 6 cambi di leadership e due parità, fino a quando la bomba di Adams a poco meno di 6′ dal termine ha spezzato gli equilibri in favore dei Bonnies.   Saint Bonaventure-Canisius 59-53 Dayton (3-1) batte all’ultimo respiro Texas A&M 55-53. In quel di Porto Rico, l’eroe di giornata è Devon Scott che a 2” dal termine raccoglie il rimbalzo offensivo sull’errore di Scoochie Smith e segna il tap-in della vittoria. Dayton-Texas A&M 55-53 Deve però arrendersi in casa dei campioni NCAA uscenti. La n°17 Connecticut vince 75-64, ma i Flyers durano un tempo prima di mollare nel secondo (28% dal campo nei secondi 20’). Connecticut (#17)-Dayton 75-64 Si riprende subito, battendo abbastanza agevolmente Boston College nel Porto Rico Tip-Off per 53-65. Gli Eagles hanno tirato 0/11 dall’arco nel secondo tempo, alla cui statistica vanno aggiunte le 17 palle perse totali. Non il modo migliore per battere i Flyers…   Dayton-Boston College 65-53 Settimana da dimenticare per George Mason (1-4) che prima cade con West Virginia 91-65… West Virginia-George Mason 91-65 …e poi cade, sempre nel Porto Rico Tip-Off, contro New Mexico per 69-58. New Mexico-George Mason 69-58 Infine cade nuovamente, stavolta contro Charleston, per 61-60. I Cougars conducevano 56-46 a 10′ dalla fine, poi la tripla della vittoria di Gray si è spenta sul ferro.   George Mason-Charleston 60-61   Male anche Fordham (1-2) che perde in casa di Maryland 66-50, a causa di una prestazione appena al di sopra del 31% scarso dal campo. Maryland-Fordham 66-50 Non soddisfatta, cade anche con UMass Lowell per 57-64 tirando con il 34% dal campo. Fordham-UMass Lowell 57-64   Virginia, n°9 del ranking, si libera agevolmente di George Washington (2-1) 59-42. Il primo tempo l’aveva chiuso sul +4, poi i Cavaliers hanno stretto le maglie in difesa e hanno portato a casa la 14esima vittoria casalinga consecutiva. Virginia (#9)-George Washington 59-42 La n°21 Nebraska rischia di uscire già dalla top25 a causa della caduta in casa di Rhode Island (3-0), alla terza vittoria casalinga di fila. Per i Rams è la prima vittoria contro una delle top25 dal 1998. E.C. Matthews ne segna 26 (anche se con un orribile 1/9 da 3), ai quali aggiunge 10 rimbalzi. La gara viene decisa all’overtime, dopo che i Cornhuskers non avevano sfruttato lo 0/11 da 3 dei Rams, fermandosi a quota 2/11. Matthews sbaglia il iro della vittoria, Martin cattura il rimbalzo ma non riesce a convertire il tap-in. Nel supplementare due bombe consecutive (finirà a quota 12, con con 2/5 da 3) di Jared Terrell segano le gambe a Nebraska, che poi perde 66-62.   Rhode Island-Nebraska (#21) 66-62 OT Duquesne (2-0) vince anche la seconda partita, espugnando il campo di Abilene Christian per 102-81. 27 punti per Jordan Stevens, con 6/9 da oltre l’arco e 4/8 da 2, il tutto partendo dalla panchina. Quasi il 60% dal campo per i Ducks contro il 40% dei locali.   Abilene Christian-Duquesne 81-102 UMass (3-1) vince in overtime contro Manhattan dopo che Williams pareggiò la gara con una schiacciata a 0.8” dalla fine. Nei 5’ extra, i Minutemen hanno dominato 16-7 e chiuso la pratica 77-68-   Massachusetts-Manhattan 77-68 OT   Massachusetts cade nel Hall of Fame Tip-Off Classic contro l’imbattuta Notre Dame per 81-68, nonostante i 18 di Gordon.   Massachusetts-Notre Dame 81-68   Si rifà, tuttavia, contro Florida State sempre nello stesso torneo, battendola 75-69. Decisivo il 5/6 ai liberi negli ultimi 29”. 30 punti in due per i panchinari Hinds e Clark.   Massachusetts-Florida State 75-69   A cura di Andrea Filoni  BIG 12: Ottima la settimana per le squadre della Big 12 che vincono la maggior parte dei match disputati. In gran forma West Virginia che sfoggia un record di 5-0 alla fine della settimana, mentre delude parzialmente Kansas che prende una sonora batosta dalla numero 1 Kentucky. Kansas State: vince la prima settimanale Kansas State, che sulle ali di un ottimo Gipson da 21 punti e 9 rimbalzi regola UMKC di 10 lunghezze. Bene anche il solito Foster che mette a segno 16 punti e Edwards con 15, mentre si fa trovare pronto dalla panca Johnson che realizza 12 punti. La chiave della vittoria risiede però nelle percentuali di squadra, con i Wildcats che tirano col 58% da 2 e un eccellente 61% da 3 punti, tra cui tre triple nel secondo tempo che spezzano il ritmo della partita portando Kansas State alla vittoria. UMKC-KANSAS STATE: 73-83 Perde stavolta Kansas State a cui non bastano i 13 punti di Gipson e i 12 di Williams; i due non si arrendono fino alla fine, raggiungendo più volte gli avversari, ma mancando sempre il canestro del sorpasso con Foster, che chiuderà la serata con soli 5 punti e un pessimo 1/13 dal campo. KANSAS STATE-LONG BEACH STATE: 60-69   Tcu: vittoria relativamente semplice per TCU che vincono sui non irresistibili Washington Cougars. Dal quintetto titolare è Anderson che fa la differenza, mettendo a referto 16 punti; poi, vista anche la partita in discesa, coach Trent Johnson lascia ampie rotazioni alla panchina da dove si fa notare Collins con 10 punti. Partita decisa sino dai primi minuti, dove le Horned Frogs non sbagliano un colpo tirando con 7 su 9 e indirizzando sui binari giusti la partita. WASHINGTON STATE-TCU: 54-81 Altra vittoria per le Horned Frogs che partono a mille già nel primo tempo tirando con un chirurgico 19-26 che comprende un perfetto 5-5 dall’arco. Leader di TCU è Parrish, che realizza 22 punti, aiutato d Washburn con 14 punti e 7 rimbalzi. Per fare il prossimo salto di qualità adesso i ragazzi di Trent Johnson dovranno concentrarci sulla fase difensiva, in cui mostrano ancora parecchie lacune. NEW ORLEANS-TCU: 71-86   Iowa State: vittoria anche per la numero 14 del rank Iowa State che sulle ali di Monte Morris che realizza una prestazione da 19 punti, 9 assist e nessun turnover, candidandosi ad essere uno dei migliori giocatori di questa Big 12, impostando un pesante parziale di 31-12 che chiude fin dall’inizio i conti con Georgia State. Tra le file dei Cyclones ottima partita di tutto il quintetto titolare che chiude in doppia cifra, fra cui spicca la doppia doppia di Niang che mette insieme 10 punti e 11 rimbalzi. GEORGIA STATE-IOWA STATE: 58-81   Baylor: vincono i Bears, che devono rendere grazie al senior Kenny Chery, che segna 18 dei suoi 20 punti totali nel secondo tempo e regala la vittoria a coach Scott Drew e ai suoi compagni più giovani, che seguiranno certamente l’esempio della guardia. Ottima partita anche per Motley, che chiude la sua partita con 17 punti. Delude un po’ dalla panca il mattatore dell’esordio di settimana scorsa Deng, che limitato dai falli realizza solo 6 punti. BAYLOR-SOUTH CAROLINA: 69-65 E’ Gathers questa volta a guidare i Bears alla vittoria con una doppia doppia da 13 punti e 12 rimbalzi, aiutato da Prince che uscendo dalla panchina firma 12 punti tirando 6-7 dal campo. Unica nota negativa per Baylor sono le palle perse, ovvero 18, che sono veramente troppe per provare a crescere e ad ambire importanti risultati PRAIRIE VIEW A&M-BAYLOR: 45-60   Oklahoma State: vittoria facile per i Cowboys che trascinati da un Phil Forte da 18 punti e dalle doppie doppie di Nash da 16 punti e 12 rimbalzi, e Carroll da 15 punti e 11 rimbalzi vincono agevolmente il loro match di martedì notte, distaccando gli avversari sin da subito con un parziale di 23-4, continuando poi a mantenere un’altissima pressione durante tutta la partita, che non lascia possibilità di rimonta ai Rangers. NORTHWESTERN OKLAHOMA STATE-OKLAHOMA STATE: 45-91 Quarta vittoria di fila di Oklahoma State che regola Milwaukee grazie ai 20 punti del solito Forte, che domina letteralmente la partita, aiutato dai 17 punti e 5 rimbalzi di Nash e dai 15 punti di Cobbins, la cui difesa forza Milwaukee a perdere svariati palloni che provvedono ad aumentare il gap fra le due squadre fino ad essere incolmabile. MILWAUKEE-OKLAHOMA STATE: 68-82   Texas Tech: la sconfitta dei Red Raiders è la prima della settimana per una squadra della big 12; Texas Tech infatti si arrende solo all’overtime contro la blasonata LSU, che vince alla fine con 5 punti di margine. Non bastano le buone prestazioni di Odiase (13 punti 7 rimbalzi), Smith (13 punti, 7 rimbalzi) e Turner (10 punti 8 rimbalzi) a tenere accese le speranze dei Raiders. TEXAS TECH-LSU: 64-69 Si riscattano subito i Red Raiders che vincono contro Missouri State. Buona partita di Odiase che mette a referto 13 punti, ma è Williams dalla panchina a fare la differenza con 18 punti; è proprio la panchina uno dei punti di forza di questa squadra, che realizza 38 punti contro i 42 del quintetto titolare, sperando che questa compattezza e questa profondità nel roster li porti ad ottimi risultati. MISSOURI STATE-TEXAS TECH: 68-80   Kansas: è la sfida della settimana quella tra la numero 5 del rank Kansas contro la numero 1 Kentucky, che vede i Jayhawks affondare sotto la difesa a uomo di Kentucky. Malissimo le percentuali dal campo dei Jayhawks, che tirano con il 19% da 2 non riuscendo neanche a portare un uomo in doppia cifra. Deludono Mason III (solo 1/10 dal campo), Cliff Alexander (per lui solo 8 punti dalla panca anche se cattura 8 rimbalzi) e sia Ellis che Selden Jr. non riescono a portare la solita concretezza e solidità. KANSAS-KENTUCKY: 40-72   Oklahoma: nell’unica gara di Mercoledì notte perde Oklahoma contro Creighton, dopo avere subito una rimonta di 18 punti nella seconda metà della gara. Per Oklahoma non bastano i 21 punti di Hield e i 14 di Thomas, che, come i loro compagni, non hanno retto la pressione dei 17.393 tifosi Bluejays perdendo la concentrazione e la lucidità necessaria a portare a casa la W. OKLAHOMA-CREIGHTON: 63-65 Si riscatta anche Oklahoma che sfrutta la voglia di rifarsi di Cousins che segna 15 dei suoi 20 punti finali nel solo secondo tempo. Per i Sooners sono buone anche le partite di Hield (16 punti e 7 rimbalzi), Spangler (13 punti e 9 rimbalzi) e Woodard (13 punti). Panchina invece trainata da Walker, che realizza anche lui 13 punti, portando la sua squadra al successo. NORTHWESTERN STATE-OKLAHOMA: 68-90   Texas: Nel classico tra Texas e Iowa sono i primi a spuntarla, sfruttando la buona vena realizzativa di Holmes, che realizza 17 dei suoi 19 punti nel solo secondo tempo, che sommati ai 15 di Taylor non lasciano scampo a Iowa State, che riesce a resistere solo un tempo alla furia della numero 10 del ranking. TEXAS-IOWA STATE: 71-57 Continua a vincere Texas che continua ad appoggiarsi al suo migliore uomo Holmes, che realizza una doppia doppia d 21 punti e 13 rimbalzi, che fa scordare l’assenza dell’altro pilastro della squadra Taylor. Per i Longhorns da notare anche la buona partita di Holland che realizza 11 punti e 5 rimbalzi. Sono le parole di Holmes a creare buone aspettative sulla squadra, cresciuta molto sia fisicamente che mentalmente dopo l’episodio di Chaminade. TEXAS-CALIFORNIA: 71-55   West Virginia: bella vittoria per i Mountaneers che si confermano una delle squadre più in forma della settimana battendo George Mason, trascinati dalla doppia doppia di Williams (16 punti e 10 rimbalzi per lui) e le buone prestazioni di Holton e Staten rispettivamente da 16 e 13 punti. La differenza tra le due squadre si vede soprattutto nel pitturato, dove West Virginia domina 24-8 nel primo tempo e 40-26 nell’intera gara. GEORGE MASON-WEST VIRGINIA: 65-91 Continua la buona vena di West Virginia che vince anche Venerdì notte contro Boston College, grazie ad un positivo Carter dalla panchina che realizza 15 punti e dai soliti Williams e Staten che vanno in doppia cifra con 15 punti a testa. La partita rimane tirata fino alla fine, con Boston che non si arrende fino a che Carter non cattura un importante rimbalzo e smarca Williams che subisce fallo e segna il libero dell’allungo finale. BOSTON COLLEGE-WEST VIRGINIA: 66-70 Conclude in modo perfetto la settimana West Virginia, che batte la numero 17 del rank Uconn. I Mountaineers devono la vittoria ad un monumentale Staten da 21 punti, che è ben aiutato dai 12 punti di Holton e 10 di Miles Jr. Sono 5 adesso le vittorie di fila per West Virginia, che è parsa nettamente più forte di tutte le sue avversarie e con una marcia in più per ambire a qualcosa di importante. CONNECTICUT-WEST VIRGINIA: 68-78   SUN BELT: DFW_7422-1 Brutta settimana per i college che militano in Sun Belt, in quanto ad eccezione di Louisiana Monroe (che perde onorevolmente disputando un’ottima gara portata all’overtime contro i blasonati Gators) e Texas Arlington, che ne vince 3 su 3, le altre squadre non riescono ad imporsi e raccolgono miseri risultati.   South Alabama(1-2): Inizia male la settimana per i Jaguars che perdono per 59-68 contro i Golden Eagles. Sottotono quasi tutta la squadra, a cui non può bastare il solo apporto delle guardie B.Stevens e J.Brown che realizzano rispettivamente 12 e 14 punti. Decisive soprattutto le pessime percentuali al tiro. SOUTH ALABAMA-SOUTHERN MISS: 59-68 Seconda sconfitta settimanale per i Jaguars, che si arrendono a Detroit durante la notte di Sabato. Imbarazzanti i soli 19 punti messi a referto dal quintetto titolare, annullando un parziale di 13-4 che avrebbe potuto riaprire i giochi. SOUTH ALABAMA-DETROIT: 53-66   Troy(1-2): Battuta anche Troy dal college di Mississipi di coach Andy Kennedy per 74-64, dove non basta la straordinaria prestazione di Person che con i suoi 25 punti disputa comunque un’ottima gara. OLE MISS-TROY: 74-64 Perdono anche Venerdì notte i Trojans che si arrendono ai Georgia Bulldogs. Continua ad inanellare ottime prestazioni Person che in 35 minuti di gioco segna 20 punti. TROY-GEORGIA:60-82 Louisiana Monroe(2-1): Nota felice invece per i Warhawks che annichiliscono il Champion Baptist college vincendo per 106-39, tirando con circa il 60% dal campo e realizzando un’ottima partita di squadra. Molto positivo dalla panchina con 18 punti e 6 rimbalzi J.Samuel. LOUISIANA MONROE-CHAMPION BAPTIST: 106-39 Test molto importante quello di Venerdì notte contro i Gators per i Warhawks, che si arrendono solo all’overtime alla numero a Florida. E’ soprattutto Ongwae che mette a dura prova Frazier e compagni, segnando 19 punti e catturando 8 rimbalzi. Nonostante la sconfitta i ragazzi di Billy Donovan possono ritenersi soddisfatti, e si candidano prepotentemente per la testa della Sun Belt. LOUISIANA MONROE-FLORIDA GATORS: 56-61   Arkansas State(0-1): partita tirata quella di lunedì notte per i Red Wolves, beffati di due soli punti nel finale; ottima partita per Livingston che realizza 26 punti e 9 rimbalzi, ma la differenza viene fatta dalla panchina, che non realizza nemmeno un punto. UT MARTIN-ARKANSAS STATE: 75-73   Georgia State(2-2): Resistono poco I ragazzi di Georgia State contro la numero 14 Iowa state; nonostante i 21 punti di Hunter, è spaventosa la prestazione di Monte Morris, che realizza per i Cyclones la bellezza di 19 punti, 9 assist e 5 rimbalzi. GEORGIA STATE-IOWA STATE: 58-81 Sconfitta ancora Georgia State, che stavolta si arrende a Colorado State, subendo 51 punti nel solo secondo tempo. Per le pantere non bastano 26 punti di un ottimo Harrow e 19 del solito Hunter GEORGIA STATE-COLORADO STATE: 70-80 Gli Eagles hanno subito l’occasione di rifarsi martedì notte, e la sfruttano al meglio, vincendo contro Trinity per 86-49. Per Georgia State ottima prova delle tre guardie titolari Diamond, Hewitt e Hughes che realizzano rispettivamente 10, 15 e 10 punti che tolgono le speranze di vittoria agli avversari. TRINITY (FL)-GEORGIA STATE: 49-86 Settimana intensa per gli Eagles che sfidano Sabato notte il Florida Christian College vincendo agevolmente grazie ai 19 punti di Hewitt, e a tutto il quintetto titolare che conclude la partita in doppia cifra. FLORIDA CHRISTIAN COLLEGE-GEORGIA SOUTHERN: 41-97   UL Lafayette(1-2): perde anche Lafayette contro Tulsa per 53-64. Brutta prestazione per tutti i giocatori, ad eccezione di Long che realizza 15 punti con 6-13 dal campo. UL LAFAYETTE-TULSA: 53-64 Seconda sconfitta di fila per i Cajuns che perdono anche contro Auburn, a cui non bastano 18 punti di Williams e 42 punti provenienti dalla panchina. UL LAFAYETTE-AUBURN: 80-105   Texas-Arlington(3-1): interessante la sfida dei texani che giocano contro Buffalo nella notte di Martedì; partita molto combattuta, ma chi si deve arrendere alla fine sono i Mavericks che perdono di 6 punti. Buone prestazioni dalla panchina di Neal e McClanahan che chiudono rispettivamente con 15 e 12 punti. BUFFALO-TEXAS-ARLINGTON: 74-68 Nell’unica partita di Giovedì notte è Texas a vincere di 2 lunghezze contro Grand Canyon. Si ripete ancora in uscita dalla panchina McClanahan, che con 19 punti guida i Mavs alla vittoria, segnando due tiri liberi che chiudono definitivamente i giochi. TEXAS ARLINGTON-GRAND CANYON: 66-64 Vincono ancora i Mavericks, stavolta grazie a una prova clamorosa di Outler che mette a segno 7 delle 8 triple tentate per un totale di 26 punti, coadiuvato dal solito McClanahan che porta punti ed energia dalla panchina. HOUSTON BAPTIST-TEXAS ARLINGTON: 69-87   Arkansas Little Rock(3-1): brutta sconfitta per UALR che perde contro BYU per 91-62. Buona prova per Woods, che guida i Trojans con 19 punti. ARKANSAS LITTLE ROCK-BRIGHAM YOUNG: 62-91 Si riscattano subito i ragazzi di UALR che battono UMKC di 5 lunghezze grazie soprattutto all’ottima prestazione di un White da 17 punti e 7 rimbalzi. Da segnalare anche la concreta prova di Hagins che porta 11 punti alla causa. UMKC-ARKANSAS LITTLE ROCK: 68-73 Nell’unica partita di Domenica vince UALR che dopo due overtime riesce a sbarazzarsi di Northridge. Si ripete ancora White, decisamente il più in forma della squadra, che mette a referto una doppia doppia da 18 punti e 13 rimbalzi, e che chiude i giochi a 2 minuti dalla fine catturando un rimbalzo offensivo e segnando il canestro del distacco finale; non delude neanche Thomas, che segna 17 punti tirando con un ottimo 7-12 complessivo. ARKANSAS LITTLE ROCK-NORTHRIDGE: 88-94   Appalachian State(1-2): seconda sconfitta consecutiva per i Mountaineers che si arrendono a Furman nonostante 20 e 15 punti delle ali Eaves e Spagnolo. Troppo basse le percentuali (39,3% da 2 e 25% da 3) per centrare la prima W stagionale. APPALACHIAN STATE-FURMAN: 65-84 I Mountaineers tornano in campo Sabato notte, vincendo di 2 punti contro Virginia Tech. Decisivo un ottimo Eaves da 19 punti e la percentuale complessiva da 3 doppia rispetto a quella degli avversari. Eaves ha anche il merito di segnare il layup della prima vittoria della sua squadra. APPALACHIAN STATE-VIRGINIA TECH: 65-63   Texas State(2-1): seconda vittoria invece per Texas State che batte Lamar soprattutto grazie ai 30 punti rifilati agli avversari nel primo tempo (che ne realizzano solo 17). MVP per i Texani è Emani Gant, che con 14 punti 13 rimbalzi e 4 palle rubate è l’assoluto dominatore della partita. LAMAR-TEXAS STATE: 55-65 Nel derby tra Texane di Sabato notte esce sconfitta la squadra della Sun Belt, che perde contro Texas San Antonio di 13 lunghezze. Inutili per i Bobcats i 16 punti di Brown. TEXAS STATE-SAN MARCOS- TEXAS-SAN ANTONIO: 67-80   HORIZON LEAGUE: 52da00c1447be.preview-620 In Horizon questa settimana vanno particolarmente bene due squadre, Valparaiso e Wright State, che raccolgono solo vittorie distruggendo gli avversari. A prestazioni alterne, ma non disastrose tutte le altre, che alternano belle vittorie e deludenti sconfitte.   Oakland(0-3): Nonostante la buona prestazione del quintetto titolare perdono I Golden Grizzlies contro Eastern Michigan; difficile gestire le rotazioni per Oakland, che con soli 3 uomini disponibili dalla panchina arriva affaticata al fischio finale. OAKLAND-EASTERN MICHIGAN: 77-89 Continua la pessima settimana per i Grizzlies che non riescono a sfruttare l’ottima giornata di McCune (27 punti 5 rimbalzi) perdendo contro i Broncos. WESTERN MICHIGAN-OAKLAND: 82-71     Cleveland State(2-2): Vince agevolmente Cleveland State guidata da un positive Grady che combina 26 punti e un 9-13 dal campo;  ottima prova anche per Mason e Lewis, che mettono a referto rispettivamente 12 e 15 punti. CLEVELAND STATE-TIFFIN: 56-85 Continuano i successi per Cleveland; stavolta a farne le spese è Jacksonville, che non riescono a limitare Keane e Grady, che chiudono con 25 punti in 2. Da notare anche la solida prestazione di Mason da 10 punti e 8 rimbalzi. JACKSONVILLE STATE-CLEVELAND STATE: 46-60 Non riesce invece a Cleveland l’impresa della terza vittoria consecutiva, in quanto i Grady e compagni si arrendono dopo un overtime a Savannah State, che arrivano più lucidi ai minuti extra. Leader per i Vikings è questa volta Lewis, che mette a referto ben 27 punti.   Illinois Chicago(1-4): parte bene  la settimana di UIC che vince di 3 lunghezze; mvp della partita Wiegand, che guida la squadra con una doppia doppia da 28 punti e 11 rimbalzi. Da segnalare anche 13 punti di Burns. WESTERN ILLINOIS-ILLINOIS CHICAGO: 64-67 Continua la settimana sfortunata di UIC che viene sconfitta da Yale. Pessima prova per UIC che non manda neanche un giocatore in doppia cifra, a dispetto delle buone percentuali, sintomo che per i ragazzi di Chicago c’è qualcosa da sistemare a livello di gioco. ILLINOIS CHICAGO-YALE: 58-70 Non riesce a vincere UIC che questa volta si arrende a Kent State, non riuscendo a capitalizzare i 26 punti del leader Wiegand, che cattura anche 9 rimbalzi. ILLINOIS CHICAGO-KENT STATE: 60-78 Si chiude peggio di com’era iniziata la settimana di UIC, che perde ancora contro Southern Illinois. Sottotono questa volta Wiegand, a cui però si sostituisce un buon Harris da 19 punti (8-14 per lui), che non riesce però a condurre i suoi compagni alla prima vittoria settimanale. SOUTHERN ILLINOIS-ILLINOIS CHICAGO: 67-60   Milwaukee(1-3): vincono la prima settimanale i Panthers, guidati da McWorther con 17 punti e 7 rimbalzi; la vittoria nasce soprattutto dalle buone percentuali da 2 e da 3 tenute da Milwaukee, che si assicurano cosi la meritata W. MN-CROOKSTON-MILWAUKEE: 54-75 Bella partita quella di Mercoledì notte contro IUPUI, che vede Milwaukee cedere agli avversari per 2 soli punti. Continua la buona vena realizzativa di McWorther (19 punti), a cui si aggiunge l’ottima prestazione di Lyle (19 punti anche per lui). IUPUI-MILWAUKEE: 70-68 I Panthers perdono la seconda di fila contro Oklahoma State, dove non bastano i 18 punti e 9 rimbalzi del solito McWorther per riscattarsi. I Panthers sono mancati di aggressività e lucidità, come dimostrano le 4 palle perse all’inizio della partita. MILWAUKEE-OKLAHOMA STATE: 68-82   Detroit(3-2): sconfitta anche per i Titans, che nonostante un buon Howard da 16 punti e un discreto Wilson da 14 punti non riescono a superare Oregon, anche in conseguenza a problemi di falli del loro miglior realizzatore, che limita notevolmente l’attacco di Detroit. DETROIT-OREGON: 66-83 Si arrendono i Titans nell’unica partita di giovedì notte alla numero 24 Michigan. Ancora molto positivo Howard, che chiude la gara con 24 punti, 8 rimbalzi e 2 assist, ma non sono sufficienti a fare il miracolo. DETROIT-MICHIGAN: 62-71 Dopo due sconfitte di fila è il momento di riscattarsi per i Titans, che colgono al volo l’occasione battendo South Alabama, grazie al solito contributo di un devastante Howard da 22 punti e 9 rimbalzi (con un perfetto 14/14 dalla lunetta) e 11 punti del comprimario Wilson. Da aggiustare la percentuale da 3, che risulta un po’ bassa alla fine del match (solo 23,7%). SOUTH ALABAMA-DETROIT: 53-66   Youngstown State(3-3): perdono i Penguins contro Central Michigan; non bastano i 24 punti di Keene e i 14 punti conditi da 6 rimbalzi di Stewart, non riuscendo però a ribaltare le sorti del match YOUNGSTOWN STATE-CENTRAL MICHIGAN: 63-75 Non riescono nell’impresa i Penguins, che stavolta si arrendono a Eastern Michigan. Non basta la discreta prova del quintetto titolare (in particolare Hain da 15 punti) per portare a casa la vittoria. YOUNGSTOWN STATE-EASTERN MICHIGAN: 62-71 Vincono dopo due giornate negative anche i Penguins, che si sbarazzano di Longwood grazie ai 18 punti ciascuno di Amiker e Cole, a cui si aggiungono le doppie cifre degli altri tre titolari e una discreta prestazione della panchina. LONGWOOD-YOUNGSTOWN STATE: 72-82 Vincono i Penguins, raggiungendo le 2 vittorie di fila, regolando gli Spartans grazie ad un ottimo Keene da 28 punti e il solito Hain da 20 punti e 9 rimbalzi, riprendendosi bene dalle due sconfitte di inizio settimana contro le squadre del Michigan. YOUNGSTOWN STATE-NC-GREENSBORO: 76-67   Wright State(3-1): Brutta partita giocata dai Raiders Mercoledì notte, che non riescono a capitalizzare, mandando il solo Hopkins in doppia cifra con soli 13 punti. Da migliorare sicuramente le percentuali al tiro. WRIGHT STATE-BOWLING GREEN: 55-70 Vincono nella notte di Venerdì anche i Raiders, grazie soprattutto allo straordinario contributo di Yoho dalla panchina che realizza 25 punti con un bel 10-17 al tiro. Come sempre solita la prestazione di Hopkins da 14 punti e di Thomasson da 16 punti e 9 rimbalzi. WRIGHT STATE-CHARLESTON SOUTHERN: 86-79   Valparaiso(4-1): vincono i Crusaders, che disputano un ottima partita contro il college di Indiana. Notevole prova corale di Valparaiso che manda ben 6 giocatori in doppia cifra e chiude con uno stellare 60% da 2 e un ottimo 41% da 3. INDIANA SOUTH BEND-VALPARAISO: 55-91 Vince e convince di nuovo Valparaiso che batte Arkansas di 19 punti. Il migliore dei Crusaders è Peters che chiude la gara con 19 punti e 7 rimbalzi. Ottima prova anche di Fernandez, che chiude con 11 punti, 7 rimbalzi e 5 stoppate. ARKANSAS PINE BLUFF-VALPARAISO: 43-62 Non riescono a togliersi il vizio della vittoria i Crusaders, che regolano anche Maine. E’ Peters il migliore dei suoi, con 31 punti e 6 rimbalzi a referto, coadiuvato da un ottimo Walker da 16 punti. Notevoli le percentuali maggiori del 50% sia da due che da tre punti. MAINE-VALPARAISO: 70-93   Green Bay(2-1): partita difficile per Green Bay che deve affrontare la numero 3 Wisconsin, squadra molto forte e solida. Non basta infatti un ottimo Sykes ad evitare la sconfitta, che matura soprattutto in conseguenza ad un pessimo 2-12 da 3 punti. GREEN BAY-WISCONSIN: 60-84   SUMMIT LEAGUE: 188152130.0   E’ una settimana a due facce per le squadre in Summit League, che vedono le belle prestazioni di Nebraska e Iupui, che oltre a raccogliere buoni risultati si esprimono giocando un bel basket, e nel contempo assistono alla caduta di squadre che non riescono a trovare la tanto cercata vittoria, come Oral Roberts ma soprattutto South Dakota.   Western Illinois(1-2): non una bella partita quella vinta dai Leathernecks contro UIC, a cui bastano i 14 punti di Fuller per meritarsi la vittoria, rimontando grazie ad un ottimo parziale di 10-2 gli avversari durante gli ultimi due minuti. Sottotono il quintetto titolare, dove nessuno riesce a raggiungere la doppia cifra. WESTERN ILLINOIS-ILLINOIS CHICAGO: 67-64 Si conferma ancora Western Illinois che regola di misura Southeastern Louisiana nel match di sabato notte, grazie alla tripla vincente a 5 secondi dalla fine di Batish che chiude i giochi. Gran partita anche della guardia Jackson, che chiude sfiorando una doppia doppia da 17 punti e 8 rimbalzi. SOUTHEASTERN LLOUISIANA-WESTERN ILLINOIS: 57-60   Ipfw(2-1): vincono i Mastodons la prima partita settimanale grazie ad un ottimo McCray da 23 punti, 12 rimbalzi e 6 assist, ben supportato da Forbes e Edwards, autori rispettivamente di 12 e 14 punti, che chiudono definitivamente la partita segnando 7 liberi sul finale. IPFW-SIU EDWARDSVILLE: 74-71 Non riescono a replicare il successo di Lunedì sera i Mastodons, che si arrendono a Georgia Tech nonostante la buona doppia doppia di Forbes (17 punti 10 rimbalzi) e la discreta partita di Evans, che realizza 16 punti. IPFW-GEORGIA TECH: 69-78   North Dakota State(2-2): avversario difficile per i Bison, che perde contro Iowa nella notte di Lunedì, a cui non basta l’ottima prestazione di Alexander che mette a referto 21 punti. Troppo basse le percentuali da 2 (26,9%) per potere puntare alla vittoria NORTH DAKOTA STATE-IOWA: 56-87 Si riscattano i Bison dopo la partita persa in settimana, con parte del merito che va a Miller che segna 17 punti entrando dalla panchina; bene anche Brown, Alexander e Kading che scrivono 11, 11, 12 punti sui loro tabellini. KENNESAW STATE-NORTH DAKOTA STATE: 55-68 Vince ancora North Dakota state grazie ad un’ottima prestazione di Jacobson e Miller, che scrivono sul tabellino rispettivamente 19 e 17 punti, realizzando nel secondo tempo un decisivo parziale di 10-2 che non lascia scampo agli avversari. HAMPTON-NORTH DAKOTA STATE: 66-74   South Dakota State(1-2): perdono anche i Jackrabbits che nel finale si arrendono a Idaho. Buona gara comunque per South Dakota che manda in doppia cifra ben 4 giocatori; in particolare buona prestazione di Larson, che realizza una doppia doppia da 14 punti e 10 rimbalzi. SOUTH DAKOTA STATE-IDAHO: 77-82 Riescono anche a riscattarsi i Jackrabbits vincendo di 2 contro North Dakota grazie a una giocata da 3 punti di Bittle a 5 secondi dal fischio finale. Buona partita di Parks che segna 19 punti tirando complessivamente con un ottimo 70% dal campo. NORTH DAKOTA-SOUTH DAKOTA STATE: 72-74   Iupui(2-2)i: vincono i Jaguars grazie alla tripla a 29 secondi dalla fine di McCall, che apre un parziale di 10-2 che porta alla vittoria Iupui. Solida partita della panchina che contribuisce al successo con 31 punti sui 70 totali. IUPUI-MILWAUKEE: 70-68 Seconda vittoria di fila sempre di 2 in overtime per Iupui, che sbanca la partita grazie alla palla rubata e al conseguente canestro di Boutte, che conduce i suoi alla vittoria; è sempre lui il top scorer dei suoi, con 16 punti e 6 assist per la giovane guardia. BALL STATE-IUPUI: 69-71   Oral Roberts(1-2): perde Oral Roberts che subisce 40 fatali punti nel secondo tempo a discapito dei soli 24 punti segnati. Da segnalare per i Golden Eagles il career high di Emegano che chiude la gara con 70 punti segnati. ORAL ROBERTS-MISSOURI: 64-78 Ulteriore sconfitta per i Golden Eagles che perdono la seconda di fila giocando una brutta partita a bassissime percentuali (20% complessivo dal campo) e mandando due soli uomini a 10 punti. E’ necessario rivedere qualcosa nel gioco per le aquile, e sistemarne molti aspetti. ORAL ROBERTS-OREGON STATE: 42-55   Nebraska-Omaha(2-1): perde Nebraska contro i Seattle Redhawks nonostante una buona prova di un brillante Carter da 17 punti, arrivando anche ad essere sotto di 30 punti e non riuscendo più a ribaltare le sorti dell’incontro. NEBRASKA OMAHA-SEATTLE: 74-98 Vince Nebraska contro Marquette grazie ad una partita stratosferica di Carter e Patterson, che mettono a segno 51 punti dei 97 totali, giocando una buonissima gara. Bene anche gli altri membri del quintetto titolare, che finiscono tutti in doppia cifra. NEBRASKA OMAHA-MARQUETTE: 97-89   Denver(2-1): sconfitta per Denver; i Pioneers si devono arrendere a St Mary’s nonostante un positivo Griffin da 19 punti, 8 rimbalzi e 5 assist. Denver non si arrende fino alla fine, ma va grande merito degli avversari di non permettere ai Pioneers di rientrare in partita. DENVER-ST.MARY’S: 62-78 Nell’ultima partita della settimana vincono agevolmente i Pioneers, trascinati dal quintetto titolare tutto in doppia doppia (il migliore è Olson con 14 punti), riscattandosi dalla brutta sconfitta subita contro il college di St Mary’s. Da notare l’ottima difesa di Denver che limita gli avversari a 54 miseri punti. COPPIN STATE-DENVER: 54-80   South Dakota(0-5): si arrendono al terzo overtime i Coyotes che soccombono nonostante 21 punti di Bos e la splendida doppia doppia di Larson che segna 17 punti e cattura 13 rimbalzi. In doppia doppia anche Burnette, con 13 punti segnati e 12 rimbalzi catturati. SAM HOUSTON STATE-SOUTH DAKOTA: 93-85 Non riesce a sbloccarsi South Dakota, che perde la quarta partita di fila. Sottotono tutto il quintetto titolare, che ben aveva giocato la sera prima; a sorpresa è invece Thoseby dalla panchina con 18 punti il più efficace dei suoi, che però non bastano a regalare ai Coyotes la W. SOUTH DAKOTA-WOFFORD: 68-72 Perde ancora South Dakota, ancora una volta in overtime; non bastano infatti i 23 punti e 12 rimbalzi e i 20 punti dei soliti Larson e Bos per regalare ai Coyotes la prima vittoria stagionale. SOUTH DAKOTA-FAIRFIELD: 72-80  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy