NCAA Weekly Recap Division I – Chi riuscirà a battere Gonzaga?

Tutto ciò che è accaduto sui parquet più importanti del college basketball durante la settimana.

di Giovanni Bocciero, @giobocciero

ACC

Duke reclama un posto al vertice, Louisville lo ottiene

di Pietro Pisaneschi

Facebook.com
Facebook.com

Parlare delle pretese di alta classifica di due eccellenti programmi come Duke e Louisville può apparire quasi pleonastico, eppure se gettiamo un occhio alla classifica della ACC di qualche settimana or sono questo discorso appare decisamente più fondato. Partiamo da Duke che, da quando Coach K è tornato a sedere sul pino, non stecca più una partita (striscia aperta di 5 successi consecutivi) e adesso si pone immediatamente a ridosso del terzetto di testa. Due vittorie casalinge per i Blue Devils in settimana. La prima è contro gli acerrimi rivali di North Carolina regolati 78-86 nel vero derby della Tobacco Road grazie ai 25 punti di Grayson Allen e ad un 13/27 da tre complessivo di squadra che ha steso i Tar Heels. L’altra squadra ad arrendersi al Cameron Indoor Stadium di Durham è Clemson che non riesce a concludere la furiosa rimonta architettata nel secondo tempo e si arrende 62-64 dopo i due liberi di un glaciale Luke Kennard (25 il fatturato serale per il sophomore il cui rendimento è esponenzialmente cresciuto in questa stagione). Aggancio in vetta della ACC invece per Louisville che soffre ma strappa due cruciali vittorie contro Miami (66-71, 18 punti a testa per Deng Adel e Donovan Mitchell) e Syracuse (76-72 dopo un overtime). Notre Dame torna prepotentemente fra le Top 25 del ranking dopo esserne uscita settimana scorsa. Le vittorie al Purcell Pavilion su Wake Forest (81-88) e Florida State (72-84) portano la firma di Bonzie Colson che siglia due doppie doppie consecutive: 27 punti e 16 rimbalzi contro i Demon Deacons, 33 punti e 13 rimbalzi contro i Seminoles. Ma la partita più interessante si è indubbiamente giocata a Blacksburg nel rematch del “Commonwealth Crash” ossia l’accesa rivalità fra Virginia e Virginia Tech. Gli Hokies recuperano 14 punti di svantaggio nel secondo tempo forzando la partita all’overtime dove Seth Allen sbaglia la tripla della possibile vittoria sulla sirena. Si va dunque al secondo overtime e stavolta lo stesso Allen trova il fondo della retina con un jumper a 3” dalla fine per il 78-80 finale. Virginia resta dunque dietro al terzetto di testa adesso composto da North Carolina, Louisville e Florida State che prosegue nella sua discontinuità. I Seminoles perdono contro Notre Dame ma travolgono 71-95 NC State mandando ben 11 giocatori a referto fra i quali spicca il solito Jonathan Isaac con 21 punti.

 

ACC

#10 North Carolina 9-3, 21-4

#17 Florida State 9-4, 21-5

#8 Louisville 9-4, 21-5

#12 Duke 8-4, 20-5

#14 Virginia 8-4, 18-6

#25 Notre Dame 8-5, 9-7

Syracuse 8-6, 16-1

Virginia Tech 6-6, 17-7

Miami 6-6, 16-8

Georgia Tech 6-6, 15-10

Wake Forest 6-7, 15-10

Pittsburgh 3-9, 14-11

Clemson 3-9, 13-11

NC State 3-10, 14-12

Boston College 2-11, 9-17

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy