Obi Toppin giocatore dell’anno in NCAA

E Dayton mette in mostra anche il miglior coach, Grant.

di Andrea Indovino, @Andreaind3

E’ Dayton il centro gravitazionale dell’NCAA. Perchè ha fatto incetta di premi, seppur non abbia avuto, la sorpresa dell’anno, nessuna possibilità di misurare le sue velleità di successo alla March Madness.

Due importanti riconoscimenti per i Flyers, dopo aver chiuso una stagione storica con 29 vittorie conquistate a fronte di sole 2 sconfitte, ed il terzo posto assoluto nel ranking nazionale, della Division I. E’ addirittura emersa in una simulazione di Sportsline, del torneo NCAA del 2020. Incoronandola regina del Torneo, virtuale.

L’Associated Press ha annunciato Obi Toppin come Giocatore dell’Anno, contornando d’alloro poi Anthony Grant come Coach più luccicante. Il lungo, rivelazione dell’anno, con il radar già puntato all’NBA, ha ottenuto 34 voti, sui 65 disponibili. Più della metà. Staccando fior di giocatori: Luka Garza, giunto secondo, è rimasto attardato di 24 preferenze. Ancora più distanti, invece, Payton Pritchard, Markus Howard e Udoka Azubuike. Addirittura più netto il successo del timoniere Grant, che con 30 voti ha sbriciolato la concorrenza: Scott Drew (Baylor) e Brian Dutcher (San Diego) non lo hanno visto manco con il binocolo agli occhi.

Dayton era sulla buona strada per ‘procacciarsi’ il seed #1 al Torneo, che per cause di forza maggiore non si è disputato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy