Prime partite e prime sorprese in NCAA

Prime partite e prime sorprese in NCAA

La NCAA è iniziata solo da 4 giorni ma le prime partite offrono già svariati spunti da notare e giocatori da tenere sotto controllo.

di Massimiliano Zanotti

Martedì è iniziato il campionato NCAA con lo State Farm Champions Classic che vedeva impegnate le prime 4 del ranking e nelle 2 partite ci sono state altrettante sorprese.

 

Kentucky supera Michigan State al termine di un incontro lungamente controllato con i 21 punti e 4 assist di Cassius Winston oscurati dalla prestazione del freshman Tyrese Maxey che per i Wildcats entra dalla panchina per segnare 26 punti e prendere 5 rimbalzi.

 

Duke ha invece la meglio su Kansas al termine di una partita equilibrata nella quale i Blue Devils trasformano in 29 punti le 28 palle perse dei Jayhawks riuscendo a mantenere il vantaggio ottenuto a 2’ dalla fine.

 

Oltre a Winston anche Nwora, Powell e Blackshear Jr realizzano un ventello ma quello dei preseason All-America che più di tutti ha impressionato è stato Markus Howard, non tanto per i 38 punti conditi da 5 rimbalzi e 2 assist in quanto ottenuti affrontando un avversario mediocre come Loyola-Maryland, ma perché li ha realizzati giocando 26’ e soprattutto tirando con il 55% dal campo e col 70% da 3pti.

 

Le squadre di alto livello che più faticano sono St.Mary’s che necessita di 26 punti di Jordan Ford e di un supplementare per battere una buona Wisconsin e Utah State che solo negli ultimi minuti riesce ad avere la meglio su Montana State guidata da Harald Frey, una guardia senior norvegese che chiude con 36 punti, 6 rimbalzi e 5 assist.

 

Tra i freshman che all’esordio si mettono in mostra ci sono Landers Nolley II un ala redshirt di Virginia Tech che nella sfida di ACC con Clemson segna 30 punti con un 4su8 da 3pti e Cole Anthony di UNC che contro Notre Dame realizza una doppia-doppia da 34+11 tirando 6su11 da 3pti.

 

Parlando di coach che siedono sulle nuove panchine, l’avventura di T.J.Otzelberger a UCLA inizia con una vittoria ai danni della modesta Long Beach State mentre Nate Oats ad Alabama viene sconfitto dall’altrettanto modesta Pennsylvania nonostante il trentello del sophmore Kira Lewis Jr.

 

L’incontro tra quelle che forse sono le 2 squadre più votate alla difesa, Virginia e Syracuse, finisce come prevedibile con un punteggio molto basso, 48-34 a favore dei Cavaliers.

 

Ma è Venerdì che la NCAA oltre al record nel margine di vittoria tra squadre di Divison I stabilito da Utah nella vittoria 143-49 contro Mississippi Valley State ed il season-high di 51 punti segnati dal senior Christian Lutete di UMass Lowell, è scossa dalla grana James Wiseman che non si risolverà in pochi giorni ed avrà importanti strascichi anche futuri.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy