Torneo NCAA: il primo giorno è pazzesco

0

Dopo un anno di stop è finalmente tornata la March Madness, e non poteva presentarsi più folle di così! Dopo l’antipasto delle First Four ieri il Torneo è finalmente entrato nel vivo, con il primo turno di South e Midwest Region.

Non steccano le teste di serie #1: ampie le vittorie di Baylor su Hartford (anche se con un po’ di brividi nel primo tempo) e di Illinois su Drexel. In scioltezza anche Houston, West Virginia e Arkansas, ma, come ogni Torneo NCAA che si rispetti, non sono mancati gli upset. La prima candidata a “Cenerentola” del Grande Ballo 2021 è Oral Roberts. La piccola università di Tulsa, Oklahoma, qualificatasi al Torneo vincendo la Summit League Conference (non proprio una major) ha sconfitto la quotatissima Ohio State 72-75 all’overtime, facendo saltare il 96% dei bracket mondiali e regalando una di quelle favole che appassionano tutti gli amanti del college basketball. L’impresa dei Golden Eagles, seppur la più impressionante della notte, non è però stata l’unica: l’altro upset arriva da North Texas (13) che ha sconfitto i padroni di casa di Purdue (4) per 69-78, una vittoria arrivata a sorpresa in quanto i Boilermakers giungevano al Ballo come una delle squadre più in forma e possibili mine vaganti.

Vittoria ma non senza patemi per Oklahoma State, capace di imporsi soltanto nel finale su Liberty grazie a Cunningham e Anderson. L’ “upset” più atteso della notte è stato quello di Oregon State che, inspiegabilmente relegata al seed #12 dal Comitato ha dimostrato di meritarsi una quotazione ben più alta annientando Tennesse (5) 56-70, con una prestazione che sin dalla palla a due non ha lasciato alcuna possibilità ai Volunteers.

Vittoria di spessore anche per Syracuse: gli Orange (11) si sono imposti su San Diego State (6) per 62-78 con 30 punti di uno scatenato Buddy Boeheim, figlio dello storico coach di Cuse Jim Boeheim, che con un irreale 11/15 dal campo (7/10 da tre) ha regalato la vittoria e il passaggio del turno ai newyorchesi.

La partita più attesa della notte, quella reputata più in bilico e dall’esito incerto è stata invece una delle meno combattute: Wisconsin (9) ha spazzato via North Carolina (8) 62-85, mettendo la parola fine a una stagione di certo non esaltante per i Tar Heels e per tutti i programmi “dal sangue blu”. Ben più combattuto è stato lo scontro 8-9 tra Loyola Chicago e Georgia Tech: ad imporsi sono stati i Ramblers per la gioia della fan numero 1 dell’Università, la 98enne Sister Jean. Loyola continua a ballare e a sognare una cavalcata come quella del 2018 dove, da seed #11, giunse alle Final Four, scrivendo una pagina della storia del Torneo e di tutte le “Cenerentole”.

Questi tutti i risultati della notte:

SOUTH

Baylor (1) – Hartford (16) 79-55

North Carolina (8) – Wisconsin (9) 62-85

Villanova (5) – Winthrop (12) 73-63

Purdue (4) – North Texas (13) 69-78

Texas Tech (6) – Utah State (11) 65-53

Arkansas (3) – Colgate (14) 85-68

Florida (7) – Virginia Tech (10) 75-70

Ohio State (2) – Oral Roberts (15) 72-75

MIDWEST

Illinois (1) – Drexler (16) 78-49

Loyola Chicago (8) – Georgia Tech (9) 71-60

Tennessee (5) – Oregon State (12) 56-70

Oklahoma State (4) – Liberty (13) 69-60

San Diego State (6) – Syracuse (11) 62-78

West Virginia (3) – Morehead State (14) 84-67

Clemosn (7) – Rutgers (10) 56-60

Houston (2) – Cleveland State (15) 87-56

Questo il programma di oggi:

Colorado (5) – Georgetown (12) 17.15

Florida State (4) – UNCG (13) 17.45

Kansas (3) – Eastern WA (14) 18.15

LSU (8) – St. Bonaventure (9) 18.45

Michigan (1) – Texas Southern (16) 20.00

Creighton (5) – UCSB (12) 20.30

Alabama (2) – Iona (15) 21.00

USC (6) – Drake (11) 21.30

Iowa (2) – Grand Canyon (15) 23.25

Uconn (7) – Maryland (10) 00.10

Virginia (4) – Ohio (13) 00.15

Oklahoma (8) – Missouri (9) 00.25

Gonzaga (1) – Norfolk State (16) 02.20

BYU (6) – UCLA (11) 02.40

Texas (3) -ACU (14) 02.50

Oregon (7) – VCU (10) 03.00

Sintonizzati e guarda tutte le azioni del basket collegiale su ESPN Player usando il nostro link http://bit.ly/ESPNBasketinside

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here