Torneo NCAA, tutto quello che dovete sapere!

0
USA Today Sports

Dopo due anni dall’ultimo Torneo NCAA, vinto da Virginia, torna finalmente la March Madness. 64 squadre qualificate al tabellone principale, gare ad eliminazione diretta, e tanto spettacolo. Mancherà il pubblico, purtroppo, ma lo Stato dell’Indiana spera che ora delle Final Four – ospitate nello stadio dei Colts della NFL – si possa far riempire l’impianto con almeno la metà della capienza totale.

La favorita d’obbligo è Gonzaga, reduce da un 26-0 ed unica imbattuta. È proprio da quella Indiana di Bobby Knight di 45 anni fa che una squadra imbattuta non vinca il Torneo NCAA. Quest’anno sembra quello buono per gli Zags che non hanno mai vinto (una sola Final Four ed una sola finale, persa, nel 2017), ma occhio a questa strana March Madness senza squadre storiche come Kentucky e Duke, che mancano proprio dal ’76. Corsi e ricorsi storici, e pure Michigan State appena eliminata nel First Four.

Suggs, Cunningham e Garza ci faranno saltare sulla sedia e li ritroveremo presto anche in NBA, ma noi faremo il tifo anche per i nostri connazionali Michael Anumba (Winthrop), Alessandro Lever (Grand Canyon) e Tomas Woldetensae (Virginia).

Se vi serve un po’ di pazzia, il periodo è quello giusto. Buon Torneo NCAA, buona March Madness!

Tutte le partite in diretta su ESPN Player che, oltre alle 67 partite, ha anche tantissimi altri contenuti:

https://www.facebook.com/BasketInsidepage/posts/10159227293733189

[tps_title]WEST[/tps_title]

Torneo NCAA
Jalen Suggs e Gonzaga || essentiallysports.com

di Andrea Radi

FAVORITE

Il West è l’unico raggruppamento del Torneo NCAA in cui i giochi sembrano già fatti ancor prima di iniziare: un eventuale mancato raggiungimento delle Final Four di Gonzaga avrebbe del clamoroso. Gli Zags partono da favoriti assoluti per il titolo, la squadra da battere (ancora imbattuta) che pare non avere punti deboli; forse soltanto la storia al Torneo, specialmente da favorita.

Chi proverà a mettere i bastoni tra le ruote ai Bulldogs? Su tutti Iowa, guidata da uno dei candidati al Wooden Award, Luka Garza. Nonostante il calo delle ultime settimane gli Hawkeyes si sono guadagnati il seed #2, e con un Garza così sembra difficile non immaginarli tra le Elite Eight.

Se Iowa è la più seria contender, occhio alle altre: Kansas ha dimostrato di poter piazzare colpi importanti, così come Oklahoma, che parte dal seed #8 e potrebbe rivelarsi un avversario ostico per Gonzaga già al secondo turno. In più, aspettatevi di tutto da Creighton: in termini di risultati è senza dubbio tra le squadre più pazze della NCAA: parte dalla #5 con più o meno le stesse possibilità di arrivare fino in fondo come di uscire al primo turno.

Torneo NCAA
VCU possibile upset al primo turno || commonwealthtimes.org

POSSIBILI UPSET

Quali sono le squadre più a rischio upset? Premesso che saperlo è impossibile (altrimenti ci sarebbe stato nella storia almeno 1 bracket corretto su tutti quelli giocati…) ci sono squadre che più di altre possono sorprendere. Difficilmente Alessandro Lever riuscirà ad andare oltre il 1° turno con la sua Grand Canyon: immaginare Iowa eliminata alla prima gara sembra ad oggi quasi impossibile.

Più concrete le possibilità di Ohio (13) contro la Virginia (4) dell’azzurro Woldetensae, squadra solida ma non nuova a scivoloni del genere e con qualche problema Covid ancora da risolvere, o Drake (11) che, dopo la vittoria nei preliminari con Wichita State, se la vedrà contro una USC (6) sempre più in calo dopo un ottimo inizio di stagione. Poche le possibilità di Eastern Washington (14) contro Kansas (3) mentre VCU (10) rischia concretamente il colpaccio contro una Oregon (7) ben lontana da quella dello scorso anno.

Chi rischia di più? Sulla inesistente carta degli upset c’è una sfida cerchiata in rosso: Creighton (5) vs UC Santa Barbara Gauchos (12).

Torneo NCAA
Occhio a Ohio e Jason Preston || USA Today Sports

GIOCATORI DA SEGUIRE

Se ancora non avete visto all’opera Gonzaga, fatelo. Una macchina perfetta orchestrata da Jalen Suggs, futura scelta in alta lottery NBA in grado di tenere il polso della squadra, pur, alle volte, senza apparire più di tanto. Abbiamo già parlato di Luka Garza di Iowa, lungo che più completo non si può con movimenti da manuale del basket. Guardando tra chi si candida a possibile “Cenerentola”, a Ohio c’è il tuttofare Jason Preston, macchina “sfiora” tripla doppia che potrebbe essere il protagonista della cavalcata dei Bobcats.

Torneo NCAA
Luka Garza || USA Today Sports

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here