Ultime partite in NCAA prima dei tornei di Conference

0
USA Today Sports

Mentre l’attenzione degli appassionati è sulle partite giocate e sui prossimi Tornei di Conference, i recruiter lavorano dietro le quinte per attirare i prospetti che ancora non hanno firmato per un college perché se il nostro Paolo Banchero (n.3 della classe 2021) è già da tempo di Duke, ci sono ancora 6 McDonald’s All-American uncommitted tra i quali Chet Holmgren (n.1), Jaden Hardy (n.2), Patrick Baldwin Jr. (n.4) e Michael Foster (n.6).
Al momento Michigan ha la migliore classe con 3 ESPN100 (i migliori 100 giocatori secondo gli esperti di ESPN) ma se anche uno solo di questi All-American dovesse firmare i Blue Devils o per Kentucky che ne hanno due ciascuno, gli equilibri verrebbero radicalmente spostati.
Venendo al basket giocato, da tempo nella NCAA non c’era una finale già scritta come la Gonzaga-Baylor di quest’anno e potremo intavolare discussioni da bar sul chi tra Zags e Bears sia la n.1 ma sia i voti del ranking che il calcolo del NET che l’algoritmo del Kenpom mettono Gonzaga in testa.
A questo punto della stagione se anche una delle due dovesse perdere una partita da qui alla fine dei Tornei di Conference, ipotesi sempre possibile in un basket come il collegiale di oggi, rimarranno le squadre superfavorite e verranno posizionate come #1 ai 2 lati del bracket.

dailyprogress.com

Dopo aver superato NC State in trasferta Duke era tornata al 50% ma il fatto che il talentuoso Jalen Johnson avesse deciso di lasciare il college sembrava togliere le ultime speranze di recuperare un posto nel Tournament. Sarà quel che sarà ma da allora i Blue Devils hanno vinto 3 partite consecutive, compresa quella stranissima contro #7 Virginia nella quale il punteggio 66-65 è stato fissato con 1’59” sul cronometro e non è più cambiato fino alla sirena.
 
Venerdì scorso #12 Houston (12-3) è stata sconfitta da Wichita State, l’unica altra squadra competitiva della AAC, al termine di una partita dove ha tirato col 33% da 3 punti e col 45% ai liberi ma salvo apocalissi un biglietto per il Tournament è già pronto.
Tra le altre squadre ancora nel ranking che non possono permettersi passi falsi nelle ultime partite di regular season ci sono #15 Virginia che prima di essere superata da Duke aveva preso un ventello da Florida State, #24 Missouri che ha perso 4 delle ultime 5 partite e #25 Tennessee, superata da LSU e Kentucky.
chatsports.com

Squadre, almeno le ultime due, rimaste nel ranking per un complessivo appiattimento del livello medio e per la poca considerazione riservata stranamente ad alcune squadre, una su tutte Oklahoma State.
I Cowboys sono 15-6 in una Conference competitiva come la BigXII ma, tralasciando le 2 sconfitte con la mediocre TCU, finirà la stagione essendo stata battuta solo da squadre del ranking perchè al momento ha perso con Texas, West Virginia, Baylor, Kansas e le ultime due partite sono con la #7 Oklahoma.
Speriamo che il Committee non ci tolga il piacere di vedere per la prima, e probabile ultima volta al Tournament, Cade Cunningham
Tra le nobili decadute, detto dei Blue Devils, Kentucky (8-13) Michigan State (12-9), Arizona (15-8) e Indiana (12-10) possono solo cercare di vincere il Torneo della propria Conference come pure UCLA che ha si un discreto record (16-5), ma ottenuto grazie ad un calendarsio mediocre.
Cade Cunningham || essentiallysports.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here