Week 10 della NCAA

0

Non siamo certamente in clima March Madness, e prima di poterci arrivare ne dovrà passare di acqua sotto i ponti, ma lo spettacolo sicuramente non sta mancando. Se volete una chiara dimostrazione, rileggetevi il nostro recap dell’ultimo Saturday Night. 

Nik Stauskas, trascinatore di Michigan

RANKING E veniamo, come ogni settimana, al nostro ranking top 25, che anche in questa occasione riserva tanti cambiamenti, ma non al comando, dove Arizona Syracuse viaggiano davvero spedite. Michigan State cerca di mantenere il passo, mentre sono in ripresa Florida e soprattutto Kansas, con Wichita State ad essere l’unica a rimanere nel club delle sopravvissute. Cadono spaventosamente Wisconsin e Ohio State, come del resto Baylor e Iowa State, mentre Villanova resta tra le primissime. Saint Louis è la prima delle new entry, che precede Massachusetts con la quale si contende il primato dell’Atlantic 10. Le altre nuove entrate sono OklahomaMemphis e Michigan, che ritorna nella top 25.

Il cecchino Ron Baker di Wichita State
1- Arizona (18-0 =)

2- Syracuse (18-0 =)

3- Michigan State (17-1 +2)

4- Wichita State (19-0 =)

5- Villanova (16-1 +2)

6- Cincinnati (17-2 +5)

7- Florida (15-2 +6)

8- Louisville (16-3 +4)

9- Iowa (15-3 +6)

10- Kansas (13-4 +11)

11- Wisconsin (16-2 -8)

12- San Diego State (16-1 +5)

13- Pittsburgh (16-2 -4)

14- Oklahoma State (15-3 -4)

15- Saint Louis (17-2 NE)

16- Massachusetts (16-1 +2)

17- Iowa State (14-3 -9)

18- Duke (14-4 +1)

19- Creighton (15-3 -3)

20- Kentucky (13-4 =)

21- Ohio State (15-3 -15)

22- Oklahoma (14-4 NE)

23- Michigan (13-4 NE)

24- Memphis (13-4 NE)

25- Baylor (13-4 -10)

Tiratore scelto Phil Forte III
Tiratore scelto Phil Forte III
ALL AMERICAN E adesso veniamo ai best players of the week che si sono maggiormente messi in mostra nelle diverse e tantissime partite del college basketball. Nell’era dello small ball noi andiamo controcorrente, e adesso saprete il perché. Innanzitutto come guards selezioniamo Bryce Cotton (20.4 punti, 5.8 assist, 3.5 rimbalzi e 1.2 recuperi) di Providence, grande protagonista nelle vittorie contro St. John’s (21 punti, 9 rimbalzi, 8 assist e 2 recuperi) e Creighton (23 punti, 6 assist, 3 rimbalzi e 1 stoppata); e Phil Forte III (12.6 punti, 1.6 rimbalzi, 1.0 assist e 50% dal tre) di Oklahoma State, che nella sconfitta contro Kansas ha messo insieme 23 punti, 5 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi e un incredibile 7/10 da tre punti. Come forward invece, merita menzione Jarnell Stokes (13.8 punti e 9.9 rimbalzi) di Tennessee, che contro Kentucky ha realizzato 20 punti e raccolto 15 rimbalzi. Poi come centri non possiamo non prendere Elliott Eliason (6.8 punti, 8.7 rimbalzi, 2.6 stoppate e 0.9 assist) di Minnesota, che nella vittoria contro Ohio State ha fatto segnare 12 punti, 13 rimbalzi, 2 assist e 2 stoppate; e Joel Embiid (11.0 punti, 7.6 rimbalzi e 2.9 stoppate) di Kansas, capace contro Oklahoma State di una prestazione da 13 punti, 11 rimbalzi e 8 stoppate.

FONTE: SPORTH24