Infrazione di passi, la FIBA si adegua alla NBA

D’ora in poi il passo durante il quale verrà ‘raccolto’ il pallone non verrà considerato come uno dei ‘due’ possibili.

di Andrea Mainardi

InterpretazioneCambiamento a suo modo ‘epocale’ nel basket del vecchio contintente, al fine di uniformare le regole sull’infrazione di passi dal primo ottobre cambierà l’interpretazione di questo aspetto del gioco. Nel comunicato della FIBA riguardante alcune variazioni al regolamento infatti, ma modifica che spicca maggiormente è il cambio di interpretazione chi diventa uguale a quello della NBA. Infatti ora il passo del giocatore che porta alla ‘raccolta’ del pallone non viene più considerato come ‘uno’ ma come ‘zero’. Quindi da lì in poi sono consentiti i due passi canonici. Una variazione che sicuramente favorirà l’impatto dei giocatori americani con l’Europa ma che non mancherà di dividere critica e ed appassionati.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. massimiliano1971 - 4 anni fa

    Secondo me, quando una regola diventa, appunto, regola, non c’è ingiusto vantaggio per nessuno. Il basket è in continua evoluzione e, se hanno deciso così,fidiamoci della bontà della decisione! L’importante è che si faccia subito chiarezza, che ci siano molte riunioni fra istruttori, allenatori e arbitri, per capire bene come insegnare questo fondamentale in modo nuovo. Per esempio, se io ricevo facendo arresto a un tempo, poi posso fare un passo e palleggiare al secondo passo? Se fosse così, potremmo trasformare una partenza omologa in una partenza incrociata, con un bel vantaggio per l’attacco! E poi: se io dopo il palleggio mi arresto a un tempo, cambia qualcosa sul piede perno? Posso fare un passo e poi un altro passo e tiro? Sono tutti dubbi che dovranno essere sciolti in riunioni tecniche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy