Basket & Diritto #4 la procedura della Corte Sportiva d’Appello FIP

Basket & Diritto #4 la procedura della Corte Sportiva d’Appello FIP

Dopo aver analizzato il procedimento davanti al Giudice Sportivo procediamo all’analisi della disciplina della Corte Sportiva D’appello definito dagli artt. 96 e 97 RG. Le norme distinguono: la procedura ordinaria e quella d’urgenza.

di Francesco Casarola

IL RICORSO ALLA CORTE SPORTIVA D’APPELLO ALL’INTERNO DEL REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA FIP

INTRODUZIONE

Dopo aver analizzato il procedimento davanti al Giudice Sportivo procediamo all’analisi della disciplina della Corte Sportiva D’appello definito dagli artt. 96 e 97 RG. Le norme distinguono: la procedura ordinaria e quella d’urgenza.

PROCEDURA ORDINARIA

L’art. 96 dispone che il reclamo avverso le decisioni del Giudice Sportivo Nazionale ed il Giudice Sportivo Territoriale deve essere proposto o dalla parte interessata o dalla Procura Federale entro 7 giorni dalla pubblicazione della decisione, che si intende impugnare ma non è possibile sospendere la decisione di primo grado.

Il reclamante può richiedere documenti, a proprie spese, da inoltrare tramite il reclamo e riservandosi nell’inviare i motivi. Successivamente i motivi devono essere inviarti entro 3 giorni dal ricevimento dei documenti.

Dopo aver inviato il reclamo il Presidente fissa l’udienza e la comunica agli interessati. Mentre le altre parti diverse dal reclamante devono costituirsi entro 2 giorni dall’udienza. 

Entrambe le parti devono richiedere di essere sentiti all’interno dei motivi.

La decisione deve essere emanata entro 15 giorni dalla proposizione del reclamo: il dispositivo in udienza e le motivazioni se non possono essere lette in udienza allora dovranno essere comunicate entro 10 giorni. 

PROCEDURA D’URGENZA

L’art. 97 disciplina il ricorso d’urgenza, e si deve intendere la perdita di possibilità di avere giustizia. La parte interessata deve indicare sommariamente i motivi d’impugnazione della decisione di primo grado entro le ore 14 del giorno successivo alla pubblicazione del comunicato.

La Corte Sportiva d’Appello laddove ritenga infondata l’opposizione al ricorso, da inviare entro le ore 24 del secondo giorno successivo al reclamo allora sospendere la sanzione e procederà a discutere la decisione.

Diversamente se l’opposizione è fondata si procederà a discutere il reclamo secondo quanto disposto dall’art. 96 Regolamento di giustizia (procedura ordinaria).

CONCLUSIONE

La procedura dinanzi alla Corte Sportiva d’Appello come quanto visto per il Giudice Sportivo è rapida, quindi occorre essere rapidi e conoscere le norme per non incappare nell’irricevibilità del ricorso.

Dott. Francesco Casarola

Esperto di diritto sportivo

francesco@casarolasportslaw.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy