Believe – Il diario di Francesca Facchini, settima puntata

Classe 1998, Francesca Facchini è una delle diverse italiane in America.

di La Redazione

Ciao a tutti! Eccomi tornata dopo la lunga pausa estiva, trascorsa finalmente con la mia famiglia! Dove eravamo rimasti?!?! Devo ritornare un attimo indietro per raccontarvi le ultime cose che mi sono accadute in America prima di tornare in Italia. A fine maggio c’è stato Prom, il ballo di fine anno, che oltre ad essere un bellissimo evento, per me è stata anche l’occasione per festeggiare la conclusione di questi due anni meravigliosi alla St Paul. E questo percorso è realmente terminato il 2 giugno con la mia Graduation! Anche questa sarà una giornata che non dimenticherò…è stata celebrata alla Cathedral of Our Lady of the Angels a Los Angeles. In America questo è un momento molto importante perché chiude il ciclo dell’High School e per questo viene “festeggiato” in Cattedrale insieme ai genitori, ai parenti, a tutti i professori, dove, al termine della S. Messa, la preside consegna ad ogni alunno il diploma. È stata un’esperienza unica ed emozionante, con il consueto lancio del cappello al termine della celebrazione. Due giorni dopo, il 4 giugno, sono partita per tornare a casa: il giorno del mio compleanno!!!! L’ho “festeggiato” in aereo ma tornare a casa per me è stato il regalo più bello! I due mesi sono trascorsi in un lampo: ho potuto finalmente rivedere tutta la mia famiglia, i miei amici, sono andata al mare in Sardegna, una settimana al camp della WBSC dove ho potuto salutare tanti allenatori e persone a me molto care e infine in montagna a Predazzo in Trentino. La data della mia partenza per il college è presto arrivata e il 14 agosto ho preso nuovamente l’aereo, pronta ad iniziare la mia nuova esperienza al Western Wyoming Community College!

Ad aspettare il mio arrivo all’aereoporto c’era la mia famiglia americana…sono stati veramente unici e speciali: hanno fatto 13 ore di macchina per salutarmi e accompagnarmi al College. Devo essere sincera…durante il viaggio ero un po’ preoccupata…avevo molti pensieri che mi giravano per la testa: scuola nuova, insegnanti nuovi e soprattutto coach e nuove compagne di squadra…insomma tutto da scoprire. Invece, grazie anche alla presenza della mia famiglia americana, tutto è stato più semplice e tranquillo del previsto. Sono stata accolta veramente bene: tutto il personale è gentile e disponibile e il coach ci ha immediatamente fatto visitare il college e spiegato tutto il programma pre stagione che inizieremo da lunedì. La struttura è moderna, le camere belle e accoglienti, attrezzature scolastiche e sportive nuove, un teatro bellissimo, campi sportivi esterni e……..due palestre veramente belle! Beh….come inizio direi che non è male!

#5 Francesca

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy