Considerazioni di un tifoso professionista, di Toni Cappellari/28 – Ottimi dirigenti: la chiave della rinascita canturina

0

Nel nostro ultimo incontro, mi sono mostrato piuttosto critico sulla mancanza di una scuola di dirigenti, partendo dal fatto che oggi giorno nel panorama del basket attuale ne vedevo pochi all’altezza: mi devo smentire, perché vorrei portare alla Vostra attenzione il caso Pallacanestro Cantù, dove dalla Presidentessa Cremascoli, ai suoi collaboratori Orthman e Della Fiori, hanno dimostrato di essere degli  ottimi timonieri con la loro politica.

Un po’ di mesi fa, la squadra non vinceva una partita in campionato, in Coppa si barcamenava, sugli spalti al Pianella si borbottava, e in qualche settore si contestava il concittadino Sacripanti: i giocatori tranne qualcuno avevano facce da c…. a qualsiasi decisione di Pino, e nei bar di piazza Garibaldi si vociferava l’arrivo dell’allenatore tizio o caio.

La situazione non era delle migliori, perdendo anche l’accesso alle Finali di Coppa Italia che si sarebbero giocate a pochi chilometri da Cantù. Bene, cosa ha fatto la Presidentessa? Ha alzato un muro di cemento armato attorno a Sacripanti, e ha fatto capire a tutti gli addetti ai lavori che mai avrebbe cacciato il suo allenatore. Ovviamente il primo a beneficiare di questa decisione è stato Sacripanti, che ha potuto continuare a lavorare senza l’assillo del “domani ci sarò?”; i giocatori, soprattutto quelli con la faccia da c….. hanno capito che non c’era storia,  e hanno messo la testa a terra e hanno cominciato a sudare per Pino; in Piazza Garibaldi hanno cominciato a parlare di play-off e del prossimo incontro con gli “odiati” milanesi, quindi la squadra ha passato il turno in Coppa cosa che non capitava dai tempi del Siur Aldo (il mitico Presidente Aldo Allievi).

Ecco: vi ho raccontato per sommi capi la storia degli ultimi mesi della Pallacanestro Cantù, dove la politica della società e dei suoi dirigenti ha aiutato la squadra a uscire da una situazione negativa. Ma in quante società succede? Spesso gli allenatori vengono messi in croce, e si preferisce supportare i giocatori o peggio ancora ascoltare la piazza a cui spesso non va bene niente. Bravi, bravissimi Presidente Cremascoli, Orthman e Della Fiori. E detto da un ex-Olimpia vale doppio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here