“GiveMe5”: Goudelock fa il crack in VTB, Shurna mette le ali alla Joventut

0
Andrew Goudelock (http://i1.ytimg.com)

 

GiveMe5 all´insegna del vento dell´est, con ben due componenti che figurano tra i protagonisti della VTB League. Ma, scopriamo spot per spot, chi sono i componenti del nostro quintetto ideale:

 Playmaker ANDREW GOUDELOCK ( Unics Kazan), potenzialmente un crack a livello europeo, con esperienze importanti in NBA, dove, ai Lakers, complici gli infortuni dei vari Steve Nash e Steve Blake, ha avuto minuti importanti negli scorsi playoff, dimostrando di poterci stare, eccome, nella lega con il logo di Jerry West. Ma, i rubli e un posto da rock- star a Kazan sembrano aver fatto cambiare idea alla 25enne guardia uscita da Charleston, mattatore dell´ultimo turno di VTB. Per Andrew, prestazione da 36 punti, 4 assist e 5 rimbalzi nello scalpo esterno, in volata, dell´Unics a Krasnojarsk, con ottime percentuali sia da 2 (8/11), che da 3 (4/6). Numeri che gli sono valsi un eccellente 35 di valutazione finale. E, il Trinka, gongola…

Guardia – ANTHONY FISHER ( Enisey Krasnoyarsk), forse piu´ un playmaker, vero, ma all´Enisey lascia (volentieri), le redini del gioco all´ex Brindisi, Valladolid e Bamberg Renfroe, autore di una stagione spaventosa in VTB League. Per l´ex alunno di Villanova University, autore di un´ottima stagione l´anno scorso in ACB con la casacca della Joventut Badalona, prestazione importante nell´ultimo turno di VTB League, nonostante sia maturata una sconfitta proprio contro l´Unics di Trinchieri e Goudelock. Ma, per l´ex Antalya, ottima prova che racconta di un match da 23 punti (7/8 da 2), 6 assist e 2 rimbalzi, per un buon 24 di valutazione finale.

Ala Piccola – KEITH LANGFORD ( Olimpia EA7 Milano), una settimana da Dio per Keith, che non ha certo bisogno di riconoscimenti o encomi vari, per ricordarsi di essere uno che, se vuole, in Europa puo´ essere un rebus per qualunque difesa, corazzate annesse. Venerdí´ ha surclassato i campioni d´Europa in carica dell´Olympiakos a suon di triple, Forum in visibilio e un avviso ai naviganti: l´Olimpia c´e´, eccome se c´e´, nella corsa ad un posto nei play-off di Eurolega, con Hackett e il recupero degli infortunati la squadra e´ tosta, lunga e competitiva. Domenica poi, nel posticipo contro Siena, in quello che era il big match della 15^ giornata di Serie A, si e´ ripetuto, scrivendo il ventello e regalando anche 4 assist ai suoi compagni, totalizzando un ottimo 25 di valutazione finale.  

Ala Grande JOHN SHURNA ( Joventut Badalona), e questo e´ davvero un giocatore interessante: solido, concreto, senza tanti fronzoli, cosi´ come piacciono al Badalona di Salva Maldonado. Uscito da Northwestern University, ha trascorso la scorsa stagione in Francia, disputando la Pro A con la casacca di Strasburgo. Quest´anno, l´approdo in Catalogna e l´esordio in ACB, campionato nettamente piu´ competitivo di quello transalpino, ma nel quale John non sta affatto demeritando. Per il numero 18 della Penya ottima prestazione nel delicato match interno vinto contro Bilbao; Joventut che prosegue quindi la propria rincorsa alle Final 8 di Copa del Rey di Malaga e aggancia a quota 8 vittorie un gruppetto composto da 4 squadre. Per John 18 punti ( 4/6 da 3), in aggiunta a 6 rimbalzi, per un ottimo 27 di valutazione finale.

Centro – TIM BLUE ( Antibes), fondamentale nello scalpo esterno di Antibes a Le Havre, con gli ospiti che conquistano un successo platinato e agganciano in classifica proprio i ragazzi di coach Bartecheky. Per il numero 4 di coach Espinosa doppia doppia accarezzata grazie ad una prova che parla di 22 punti ( con 9/14 da 2) e 9 rimbalzi, numeri che gli sono valsi un bel 28 di valutazione finale.