“GiveMe5”: L´anticiclone Corbacho si abbatte sul CID, Caloiaro protagonista in Bundesliga

0

 

Alberto Corbacho (Fonte: www.marca.com)

Quintetto ideale estremamente eterogeneo per quanto concerne le nazionalita´ sportive degli atleti selezionati per questa settimana, con un paio di nomi nuovi che magari in futuro potrebbero anche ingolosire direttori sportivi, scout e addetti ai lavori di questo sport che tanto ci piace. Uno spagnolo, un americano, un greco, un polacco e diciamo un “italiano d´America” compongono il nostro quintetto ideale. Scopriamo di chi si tratta:

PlaymakerDAWAN ROBINSON ( GreenTops Netanya), visto anche da noi, con le casacche di Veroli, Venezia e Reggio Emilia, quest´anno lo ritroviamo in Winner League tra le fila del Netanya, dopo aver speso la scorsa stagione in Beko Bundesliga con la casacca di Francoforte. Trattasi di un playmaker molto atipico, non propriamente un cecchino ma comunque dotato di un´eccellente struttura fisica che gli permette di essere velenosissimo nell´uno contro uno, anche spalle a canestro, contro avversari di taglia piu´misurata. Diciamo che Netanya non e´ che faccia sfracelli in Winner League, ma comunque l´ex Rhode Island si sta rivelando protagonista di un´ottima stagione, indiscutibilmente il leader della formazione allenata da coach Belinko. Secondo miglior marcatore in Israele a 19 tondi tondi ad allacciata, non puo´ far nulla nella pesante sconfitta interna dei suoi contro l´Hapoel Gerusalemme di Eliyahu e Halperim, dove comunque chiude con 29 punti messi a referto (8/15 da 2), in aggiunta a 9 rimbalzi e 3 assist.

GuardiaYANNIS GAGALOUDIS (Ikaros Chalkidas), che vanta anche una toccata e fuga nel nostro campionato, chiamato dalla Virtus Roma per sostituire per una manciata di partite l´allora infortunato Jacopo Giachetti. Nulla da dire: disciplinato, tatticamente ordinato, un classico soldato greco, insomma. Ha praticamente speso tutta la propria carriera in terra ellenica, tra Panathinaikos, Kavala, PAOK Salonicco, AEK Atene e Maroussi, tra le altre, fatta eccezione per la fugace esperienza capitolina. Nell´ultimo turno di A1 Ethniki, ne scrive 28 contro il NEA Kifisia (7/10 nel tiro da 2), regalando anche 8 assist ai suoi compagni di squadra, per un buon 23 di valutazione finale.

Ala PiccolaALBERTO CORBACHO (Rio Natura Monbus Obradoiro), la mitraglietta della Liga Endesa, MVP di giornata in ACB, protagonista della copiosa grandinata obradoirista sulla scena del crimine (leggi Centro Insulares De Deportes di Las Palmas). Un uragano, un anticiclone delle Azzorre, che si abbatte con violenza inaudita contro i malcapitati canarini di coach Pedro Martinez, storditi dai suoi 26 punti con un devastante 7/11 nel tiro dalla lunga gittata. Una maledizione, una piaga, un rebus irrisolvibile. Miglior tiratore puro di Liga Endesa assieme a Jaycee Carroll del Real Madrid, ma, mentre il mormone di coach Laso e´ un amante dell´uscita a ricciolo, classica, da tiratore bianco consumato, il maiorchino di coach Moncho Fernandez ha nella propria faretra soluzioni piu´ disparate e variegate: blocchi ciechi, uscite allargandosi verso il vertice del campo, improvvisi raptus che lo portano a conclusioni vincenti da distanza siderale.

Ala GrandeANGELO CALOIARO (Mitteldeutscher BC), interessantissimo paisa´ che dopo essersi fatto le ossa in Bulgaria nella passata stagione, quest´anno ritroviamo in Bundesliga con la casacca del MBC, assieme a delle vecchie conoscenze del nostro campionato come Marcus Hatten e Michael Cuffee, visti rispettivamente a Brindisi e a Jesi, tra le altre tappe della loro dilatatissima carriera europea. Gia´ monitorato da Cantu´, l´italo-americano appare come un giocatore solido, concreto, che offre buona presenza sotto i tabelloni. Nella vittoria dei suoi contro il Ludwigsburg di Coby Karl, doppia doppia da 19 punti e 10 rimbalzi, per un ottimo 26 di valutazione finale.

CentroDAMIAN KULIG (PGE Turow Zgorzelec), protagonista in VTB League, dove i polacchi di coach Rajkovic passano a Tallinn, contro il Kalev, al termine di un overtime. Ottima la prestazione di questo 26enne centrone polacco, che chiude con cifre davvero eccellenti che raccontano di un match da 26 punti (6/9 da 2 e un candido 3/3 da 3), in aggiunta a 5 rimbalzi e 4 assist, numeri che gli sono valsi un ottimo 27 di valutazione finale.