“GiveMe5”: Satoransky, Hezonja e Feldeine, talento sconfinato in ACB

0

 

Tomas Satoransky (Fonte: www.mundodeportivo.com)

Un croato, un ceco, un dominicano, un lettone e un americano. Queste le nazionalita´ sportive dei cinque atleti selezionati per la nostra rubrica settimanale “GiveMe5”. Ma, scopriamo, spot per spot, chi sono i nostri protagonisti:

PlaymakerTOMAS SATORANSKY (Cajasol Siviglia), punto di riferimento, leader spirituale e tecnico dei ragazzini terribili di coach Aito Garcia Reneses, che contro il modesto Valladolid conquistano la dodicesima perla di una stagione indubbiamente sorprendente, che al momento vede gli andalusi occupare l´ottava posto in graduatoria, che garantisce l´accesso alla post season. Bella squadra questo Cajasol, un gruppo composto da giovanissimi atleti dal futuro assicurato (Porzingis fa paura, ma occhio anche a Balvin e Bamforth, in aggiunta agli iberici Sastre e Hernangomez), irrobustito da un paio di elementi piu´ esperti come Mata e Landry. Poi, ovviamente, per stupire, un crack lo devi avere. E Siviglia, questo crack ce l´ha, eccome se ce l´ha. Trattasi di Satoransky Tomas da Praga, 22 anni compiuti qualche mesetto fa, chi scrive se lo ricorda protagonista in ACB da almeno 4 anni, sempre in maglia Cajasol. Mezzi atletici spaventosi, una fisicita´ devastante, una grinta, una leadership e un carattere oggettivamente fuori dal comune. Contro Valladolid ne scrive 15, ma cattura anche 10 rimbalzi e regala 5 assistenze ai propri compagni, collezionando un rotondissimo 30 di valutazione finale. Coach Plaza farebbe carte false per riabbracciarlo il prima possibile, magari a Malaga. Ecco, la tappa andalusa, con possibilita´ di misurarsi (finalmente) con l´Eurolega, potrebbe essere una ulteriore e propedeudica tappa di avvicinamento verso scenari consoni alle qualita´ del buon Tomas (leggi NBA).

Guardia – JAMES FELDEINE (Baloncesto Fuenlabrada), MVP di giornata in Liga Endesa grazie alla straordinaria prestazione sfoderata al Fernando Martin contro una Iberostar Tenerife in caduta libera, che in campionato non vince addirittura dal 3 gennaio (giornata 14 contro Siviglia) e che contro i ragazzi di coach Casimiro incappa nel nono stop di fila. Straripante la prova offerta dall´ex Breogan, consolidatosi in questa stagione come una delle migliori guardie in ACB. Efficacissimo nell´uno contro uno, abile nell´arresto e tiro o nelle conclusioni in uscita dai blocchi, fulmineo nel lanciarsi in contropiede, davvero un atleta molto interessante e completo. Contro i ragazzi di coach Alejandro Martinez mette a referto 15 punti (6/8 da 2), in aggiunta a 11 rimbalzi e 6 assist, numeri che sono valsi al dominicano uscito da Quinnipiac un eccellente 33 di valutazione finale.

Ala Piccola MARIO HEZONJA(FC Barcelona), di Hezonja si sa tutto quanto, se ne parla da almeno 3 anni, in giro per l´Europa, come di un predestinato, di una fuoriserie nel suo ruolo. Ha una tecnica impressionante per un ragazzo della sua eta´, una visione e una conoscenza del gioco fuori dalla norma e un´eleganza sopraffina. Il suo canestro contro Manresa in rovesciata con una lievitazione naturale che neanche un muffin al cioccolato e´ forse la gemma esteticamente piu´ bella vista quest´anno in ACB. Contro la Bruixa D´Or chiude con 26 punti messi a referto (5/6 da 2 e 4/6 da 3), piu´ 5 rimbalzi catturati, per un eccellente 29 di valutazione finale. Ma, al di la´ dei numeri, colpisce la semplicita´e la leggiadria delle giocate di questo straordinario 19enne da Dubrovnik, si, avete capito bene, perche´ la propria carta d´identita´ recita 25/02/1995.

Ala Grande ELIJAH HOLMAN (Usak Sportlif), che in Turchia affonda il Petkim Aliaga dell´ex canturino Kevin Anderson grazie ad una maiuscola prestazione che parla di 24 punti messi a referto (10/15 da 2) in aggiunta a ben 17 rimbalzi, doppia doppia che e´ valsa al numero 32 di coach Bulkaz un altisonante 38 di valutazione finale. Miglior prestazione stagionale quella offerta contro Aliaga per l´atleta uscito da University of Detroit Mercy, visto l´anno scorso in Winner League con la casacca dell´Hapoel Eilat.

Centro MARTINS MEIERS (Mitteldeutscher BC), che gioca in Beko Bundesliga, con la casacca del MBC, assieme al paisa´Angelo Caloiaro e ad un paio di vecchie conoscenze del campionato italiano, come l´ex Brindisi e Scafati Marcus Hatten e l´ex Jesi Michael Cuffee. Per il giovane lettone ottimi numeri nel match vinto dal Mitteldeutscher contro l´EWE Baskets Oldenburg di Julius Jenkins e soci. L´ex centro del Ventspils ha chiuso con 16 punti messi a referto (8/10 da 2), 11 rimbalzi catturati e ben 5 stoppate date, totalizzando un ottimo 24 di valutazione finale.