L’Angolo del coach: il punto sulla diciannovesima giornata di A2 Girone Sud

0

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Purtroppo sono solo due le gare disputate in questo turno di campionato. Impresa di Livorno sul campo di Brescia e agevole vittoria di San Giovanni Valdarno sul Cus Cagliari. Già protagoniste in settimana del recupero in terra sarda, Miccio e compagne fanno doppietta grazie ad un parziale di 29 a 14 nel secondo quarto. Se nel recupero infrasettimanale era stata Olajide grande protagonista con 23 punti, nel weekend è Miccio a fare la differenza con 5/7 da tre punti ben supportata anche da Trehub tornata in doppia doppia con 12 punti e 12 rimbalzi. In casa sarda, nessuna giocatrice in doppia cifra ma grande felicità per aver rivisto in campo Striulli nella partita infrasettimanale. Il ritorno della playmaker sarà fondamentale per cercare di risalire la classifica in questi due mesi quando saranno tante le partite da giocare per recuperare i due mesi di stop forzato causa Covid.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: Livorno espugna il campo di Brescia e per la prima volta in stagione raccoglie due punti in trasferta. Per Zanardi e compagne si tratta della seconda sconfitta consecutiva, entrambe tra le mura amiche, ed a quindici giorni dalla Coppa Italia può essere visto come un campanello d’allarme. Partono forte le padrone di casa con tanta voglia di giocare dopo il weekend di stop, ma dopo pochi minuti le troppe palle perse generano contropiedi da parte delle livornesi che chiudono il primo parziale di gioco in vantaggio 22 a 14. Il secondo quarto si apre nello stesso modo, con l’inerzia in mano di Ceccarini e compagne che raggiungono in massimo vantaggio sul 29 a 17. Improvvisamente l’attacco macchinoso delle bresciane cambia ritmo e, trascinate da Bonomi autrice di 11 punti, mette in campo un parziale di 23 a 6 che ribalta completamente la gara. Solamente Peric riesce ad essere pericolosa e a tamponare il terrificante break delle padrone di casa. il secondo tempo si apre con momenti di gioco non esaltanti su entrambi i fronti, con palle perse e molta frenesia in attacco. Livorno riesce a completare la rimonta passando in vantaggio 47 a 46 a 1 minuto e 30 secondi dalla fine. Anche nell’ultimo quarto regna l’equilibrio, e la partita viene decisa nei minuti finali con due triple consecutive di Evangelista, fredda anche nel realizzare entrambi i due tiri liberi che sigillano il punteggio finale. Grandi festeggiamenti in casa Livorno per essere riusciti a strappare due punti fondamentali per la rincorsa al nono posto in classifica. L’arrivo di Peric ha sicuramente dato un contributo importante nella maggiore solidità acquisita in queste settimane, come già si era visto nella vittoria casalinga contro Selargius. La possibilità di avere un punto di riferimento costante in post basso ha dato un’arma in più all’attacco, che ha mostrato sensibili miglioramenti nella circolazione di palla a metà campo e nell’utilizzo delle sponde sui pick and roll. Proprio da un’ottima lettura su un pick and roll centrale è scaturita la tripla decisiva di Evangelista. Quattro giocatrici in doppia cifra sono un segnale della buona ripartizione delle responsabilità offensive. Delusione invece in casa Brixia, soprattutto in vista dell’imminente Coppa Italia. Per un gruppo giovane come quello allenato da coach Zanardi le due sconfitte consecutive potrebbero minare le certezze che erano state costruite in questi mesi ed il disputare la coppa in casa rischia forse di aumentare la tensione tra le ragazze. Dovranno essere bravi la società e lo staff tecnico a tranquillizzare l’ambiente. Il lavoro svolto in questi mesi è stato sicuramente al di sopra delle aspettative e questi tre giorni dovranno essere un riconoscimento ed un premio per tutto quello che è stato fatto. Bravo coach Zanardi in queste settimane ad aver organizzato un paio di amichevoli per non perdere il ritmo di gara e cercare di recuperare quella brillantezza atletica che aveva fatto la differenza nella prima parte della stagione. È proprio il ritmo di gioco la chiave per Rainis e compagne, ed anche nella gara contro Livorno è stato evidente nel momento del parziale di 18 a 2 nel secondo quarto. Solo Zanardi e Bonomi in doppia cifra, con Olajide poco incisiva offensivamente e Turmel limitata dai falli. La lunga francese tante volte è stata portata dall’attacco livornese fuori dall’area limitandone l’efficacia difensiva, e proprio l’aggiustamento di questo dettaglio difensivo potrebbe essere fondamentale per recuperare più palloni e poter correre maggiormente in contropiede, arma devastante dell’attacco bresciano.

MVP DELLA PARTITA: EVANGELISTA realizza due triple consecutive nel finale oltre al 2/2 ai liberi. Chirurgica

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:
Zanardi (17pt, 7rb)
Miccio (19pt, 5/7 3pt)
Evangelista (19pt, 8rb)
Peric (15pt, 8rb)
Trehub (12pt, 12rb)
Coach: Pistolesi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here