L’Angolo del coach: il punto sulla nona giornata di A2 Girone Sud

Il consueto appuntamento settimanale con coach Pozzi e la sua analisi.

di La Redazione

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Nona giornata del girone Sud che brilla sotto la stella di Zanardi. La 2005 bresciana decide di rispondere ai 36 del giorno prima della 2004 Villa in A1 con 35 punti frutto di 7/11 da 2 punti, 5/9 da 3 punti e 6/6 ai tiri liberi. E’ un vero peccato che queste prestazioni siano fatte in palazzetti deserti, senza che il pubblico possa ammirarle in tutta la loro sfrontatezza giovanile. Brescia giunge così alla sua settima vittoria consecutiva issandosi momentaneamente in testa alla classifica in attesa che Faenza e San Giovanni Valdarno recuperino le partite rinviate. Nel frattempo si gode anche l’esordio del nuovo acquisto Olajide che con la sua fisicità potrà svolgere un ruolo molto importante laddove forse il roster di coach Zanardi era un po’ più carente. Prospetto perfetto quella della nuova giocatrice per il progetto in casa Brixia, giovane, talentuosa e con tanta voglia di migliorarsi. In casa cagliaritana sempre le solite Ljubenovic e Prosperi provano ad arginare la freschezza atletica delle padrone di casa senza successo. Selargius si riscatta come meglio non poteva dalla debacle interna della settimana scorsa andando ad espugnare con autorità il non facile campo di Civitanova. Troppa la differenza a rimbalzo a favore delle sarde, 42 a 26, dove El Habbab domina con una doppia doppia da 20+11. Importantissima sfida in chiave coppa Italia la prossima settimana in casa contro Umbertide, che espugna il campo di Patti con cinque giocatrici in doppia cifra.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: Umbertide espugna il difficile campo di Patti dopo una bella e tirata partita e rimane nelle zone alte di classifica. Incontro deciso solo nell’ultimo minuto di gara dopo che le ragazze di coach Staccini in un paio di occasioni hanno tentato la fuga ma sempre recuperate dalle padrone di casa. Fondamentale Pompei, che con cinque punti e un assist sotto canestro per la sempre positiva Kotnis genera il break decisivo negli ultimi due minuti di partita. Nei momenti decisivi dell’incontro la difesa di Cupido e compagne cala di intensità lasciando alcune facili penetrazioni al ferro vanificando così l’ottima prestazione di giornata. Coach Buzzanca infatti presenta una squadra molto ordinata in attacco, dove viene cercato con continuità il post basso con Manfrè o Verona per sfruttare il movimento senza palla delle compagne con tagli o split tra piccole che spesso generano vantaggi sulla difesa umbra. Cerca di punire il miss match fisico tra Cupido e Pompei portando la play umbra a difendere in post basso mentre nella metà campo difensiva prova a mischiare le carte passando a zona sul doppio stagger ospite (dove spesso Giudice riesce ad uscire libera per il tiro da tre punti) e sulla zona proposta già ad inizio azione nega loro il pick and roll laterale forzando la palla verso il fondo. Il gruppo tutto nuovo formato in estate sembra trovare partita dopo partita sempre più sicurezze dopo un inizio di stagione un po’ difficoltoso. Sempre ben condotto da Cupido, ha una Galbiati che, nonostante non sia ancora al suo solito standard nel tiro dalla lunga distanza, nel pieno della sua maturità cestistica forza meno rispetto al passato e gioca sempre più spesso per le compagne, facendo chiudere la difesa con le sue zingarate per elargire assists sul perimetro o sotto canestro (meraviglioso un passaggio a Manfrè nel secondo tempo). È un vero peccato per le siciliane lo stop forzato del prossimo turno contro Firenze per non poter sfruttare l’inerzia positiva del momento. Grande soddisfazione in casa umbra dove Giudice e compagne mantengono la calma quando Patti alza l’intensità difensiva e mette la testa avanti nell’ultimo quarto. Nonostante qualche palla persa di troppo sono ben cinque le giocatrici in doppia cifra, segno di un’ottima distribuzione di responsabilità offensive. Oltre alla solita capitan Giudice ed alle già citate Pompei e Kotnis da sottolineare la prova difensiva di De Cassan che, quando non è fermata dai falli, limita molto bene Galbiati. Nel prossimo turno saranno protagoniste della trasferta in casa di Selargius per uno scontro diretto molto importante per l’accesso alla coppa Italia. Le sarde dopo la pesante sconfitta casalinga proprio contro Patti è andata a vincere con autorità sul campo di Civitanova. Si prospetta un match tutto da seguire!

MVP DELLA PARTITA: POMPEI motorino instancabile decide la partita negli ultimi minuti di partita con 7 punti e un assist sotto canestro per Kotnis contro la zona avversaria.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:
Pompei (15pt, 6ass)
Zanardi (35pt, 5/9 3pt)
Prosperi (21pt, 6fs)
Verona (17pt, 9rb)
El Habbab (20pt, 11rb)
Coach: Staccini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy