L’Angolo del coach: il punto sulla quindicesima giornata di A2 Girone Nord

Coach Fabio Pozzi analizza l’ultimo turno del girone Nord.

di La Redazione

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

La seconda giornata del girone Nord vede il nuovo passo falso  della capolista Udine che perde in volata sul campo di Vicenza. Le ragazze di coach Matassini pagano una pessima giornata al tiro e rimangono aggrappate alla partita solamente grazie ad una mostruosa Cvijanovic autrice di 30 punti e 10 rimbalzi. Prive di Turel, troppo poco è stato il contributo delle guardie friulane. La settimana di stop cade proprio nel momento giusto per Peresson e compagne per tirare il fiato dopo la splendida cavalcata del girone d’andata. Esordio vincente invece per coach Sinigaglia subentrato a Rebellato, grazie, oltre alla solita prova corale, soprattutto a una Villaruel da 21 punti e una Tibè in doppia doppia da 14+10. Al secondo posto Crema che, alla sesta vittoria consecutiva, è tornata sui suoi standard e ora punta con decisione alla testa della classifica. Vince il derby contro Carugate grazie ad un secondo quarto da 15 a 6 che le permette di controllare senza grandi difficoltà l’incontro. Domina sotto canestro Nori con 15 punti e 12 rimbalzi. In casa Carugate solo Colognesi in doppia cifra. Terzo posto sempre in coabitazione per la coppia piemontese Castelnuovo- Moncalieri. Le giraffe soffrono nell’avere la meglio su Ponzano che gioca un ottimo secondo quarto portandosi all’intervallo avanti di quattro lunghezze. Il terzo quarto è invece tutto a favore delle padrone di casa che chiudono poi la gara grazie alla vena offensiva di Madonna autrice di 23 punti. Per coach Zanco non bastano i 23 punti e i 10 falli subito di Iannucci. Le lunette sfoderano invece un ultimo quarto perfetto per avare la meglio di Sarcedo. 22 a 4 il parziale degli ultimi dieci minuti. Troppa la differenza a rimbalzo tra le due squadre, 48 a 27 con 15 rimbalzi offensivi per le padrone di casa. Per le ragazze di coach Zimerle sfida importantissima la prossima settimana contro Mantova per rimanere agganciate alla zona playoff. Mantova, che esce sconfitta dal derby in casa Alpo sfiorando la clamorosa rimonta nell’ultimo minuto di gioco. Vespignani e compagne fanno il break decisivo nell’ultimo quarto con una serie di triple, ma quando sembrano oramai in comando della gara, subiscono il ritorno delle mantovane perdendo due palloni consecutivi e mettendo a rischio la vittoria. Super prestazione per Monica con 25 punti e 10 rimbalzi ben supportata da una Llorente da 14+13. Brutto infortunio per Antonelli alla quale va il nostro in bocca al lupo. Il secondo derby lombardo tra Sanga ed Albino, vede la superiorità delle milanesi che vincono tutti i parziali. Il duo Toffali- Beretta sugli scudi per le ragazze di coach Pinotti mentre in casa bergamasca solo De Gianni in doppia cifra con 13 punti e 11 rimbalzi.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: Bolzano vince contro San Martino di Lupari una partita fondamentale per il prosieguo del campionato grazie ad un parziale di 19 a 3 a cavallo tra il primo e il secondo tempo.  Partono forte le ragazze di coach Di Chiara, con grande aggressività e voglia di dare seguito alla bella vittoria della settimana scorsa nello scontro diretto contro Carugate. Bolzano si affida soprattutto alla sua coppia sotto canestro Alves- Nasraoui che fanno valere la loro maggiore stazza ed è brava a sfruttare le palle perse delle avversarie. Il secondo quarto continua sulla stessa linea dei primi dieci minuti fino al 28 pari, quando Servillo e compagne aumentando l’intensità difensiva danno il via al parziale che segnerà l’esito della gara e termina il primo tempo in vantaggio 37 a 31. All’uscita dagli spogliatoi Bolzano continua ad incrementare il vantaggio sospinta da una difesa che, attraverso il cambio su tutti i blocchi, imbavaglia l’attacco ospite rallentandone il ritmo. Il pick and roll laterale comincia ad essere più efficace con la coppia Iuliano- Nasraoui protagonista. Le lupe, in seria difficoltà, con soli due punti realizzati nei primi cinque minuti di gioco, cercano di abbassare il quintetto schierando Rosignoli da quattro e i risultati si vedono velocemente con sei punti consecutivi in quaranta secondi che ridanno fiducia all’attacco. Gli ultimi dieci minuti di gioco vedono gran protagonista Calcaterra che con cinque punti consecutivi e un rimbalzo offensivo concretizzato con un assist vincente sotto canestro danno il là all’ultimo break che chiude definitivamente la partita. Tornano a casa a mani vuote Amabiglia e compagne, tradite dal black out a cavallo tra il primo e d il secondo tempo. Sull’inerzia dell’ottima prestazione della settimana scorsa hanno messo in seria difficoltà le bolzanine con i raddoppi su tutti i 28 metri di gioco, prendendo fiducia dai palloni recuperati. Ma nel momento in cui le padrone di casa sono riuscite a prenderne le misure ed a incanalare la partita sui 14 metri, l’attacco ha perso di fluidità, ritmo ed efficacia.  Anche a livello difensivo, dopo i primi quindici minuti, le buone rotazioni difensive sul lato debole sono venute meno lasciando libertà alle rollate delle lunghe avversarie sui pick and roll laterali. Sono comunque ben dieci le ragazze andate a referto e questo deve essere visto come un aspetto molto positivo nella crescita del gruppo, considerando anche che capitan Amabiglia è rimasta a secco. Su tutte spicca però la prestazione della 2001 Rosignoli, che dopo un avvio di stagione un po’ in sordina, sta crescendo di partita in partita mettendo in mostra grandi qualità offensivi. Nella clip seguente si può vedere la capacità nel tiro dal fuori (leggendo la difesa) e nel palleggio arresto e tiro, ed anche l’uso del corpo nel sigillare il difensore, peculiarità difficile da trovare nelle esterne.

Soddisfazione in casa Bolzano e soprattutto una boccata d’ossigeno necessaria dopo un periodo difficile a livello di risultati. A farla da padrone sono state le lunghe che hanno sfruttato a dovere i vantaggi in termini di stazza vicino a canestro. Coach Cico Sacchi può disporre in questo momento di una rotazione a dieci giocatrici, permettendogli di alternare quintetti e di trovare nel corso della partita quello più efficace in base anche alle caratteristiche delle avversarie. Il tour de force avuto a Gennaio non ha permesso loro di allenarsi con continuità per trovare i nuovi equilibri. Lo stop del prossimo weekend per la convocazione in nazionale di Alves sarà fondamentale per ricaricarsi e poter lavorare in palestra quotidianamente. Il ritorno in campo in casa contro Vicenza sarà una partita fondamentale per non allontanarsi definitivamente dalla zona playoff.

MVP DELLA PARTITA: CALCATERRA nell’ultimo quarto con cinque punti e un assist allontana definitivamente le avversarie. Decisiva.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:

Madonna (23pt, 4/7 3pt)

Monica (25pt, 10rb, 7fs)

Villaruel (21pt, 4/7 3pt)

Cvjianovic (30pt, 10rb, 38val)

Nori (15pt, 12rb)

Coach: Sinigaglia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy