L’Angolo del coach: il punto sulla ventesima giornata di A2 Girone Nord

0

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Settimo turno di ritorno del girone Nord che vede tutte vittorie esterne secondo pronostico anche se l’ampio scarto del big match tra Sanga e Crema non era prevedibile. Le ragazze di coach Stibiel devono fare a meno di Melchiori, infortunatasi in allenamento e che ahimè l’esito della risonanza ha riscontrato la rottura del crociato (a lei facciamo i più cari auguri di guarigione), e non dispone ancora del nuovo acquisto Dobrowolska. Coach Pinotti convoca Pastore ma per lei non sarà ancora tempo di esordio, preservata per poter riacquistare la miglior forma fisica sfruttando la sosta della Coppa Italia. Partita mai in discussione, con Crema che mette subito in chiaro le cose con un primo quarto da 27 a 11, proseguendo con un secondo da 20 a 7. La coppia Nori- Pappalardo a farla da padrone autrici di 21 e 17 punti. Un brusco stop per Guarnieri e compagne reduci da cinque vittorie consecutive. Parlando di nuovi acquisti si aggiunge anche Castelnuovo Scrivia, che ingaggia Scibelli per rafforzare ulteriormente il già notevole reparto lunghe. Esordio per lei in Coppa Italia. Le ragazze di coach Zara espugnano il campo di Albino, grazie ad un terzo quarto da 24 a 12, trascinate dalla coppia Colli- Gatti autrici di rispettivamente 21 e 22 punti. Buon rientro di De Gianni che mette a referto 18 punti. Nelle altre partite di giornata (Sarcedo- Alpo ne parleremo in seguito) Udine espugna San Martino di Lupari dominando a rimbalzo, 50 a 35 per le friulane. Ottima ripartizione di minutaggio in vista della Coppa Italia. Moncalieri espugna il campo di una Carugate sempre priva di Canova ma che ha oramai in Colognesi una garanzia sotto canestro. Per lei ancora una doppia doppia da 18+10 nonostante davanti avesse il forte reparto lunghe piemontese. Ottima prestazione di Berrad che non fa rimpiangere l’assenza di Reggiani. 13 punti in 15 minuti di gioco per Giacomelli.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: Alpo sbanca il difficile campo di Sarcedo e conquista la sua quinta vittoria consecutiva continuando la rincorsa alla quarta posizione. Partita a due facce, con le veronesi padrone del campo nel primo tempo mentre nel secondo tempo le padrone di casa sfoderano un’ottima prestazione difensiva arrivando a sfiorare la vittoria. Equilibrio nei primi minuti con alti ritmi da entrambe le parti, grande circolazione di palla per Vespignani e compagne mentre è Mandic sul fronte opposto a rispondere mantenendo a contatto le sue compagne di squadra. Negli ultimi tre minuti di gioco un parziale di 7 a 0 delle ospiti che sfruttano i tiri affrettati delle avversarie dà un primo scrollone alla partita. Il secondo quarto continua sulla stessa linea, con Sarcedo che dopo 15 minuti di gioco ha già ben 11 palle perse e che riesce a segnare solo due punti nei primi sei minuti del parziale. Le ragazze di coach Soave continuano a mantenere alto il ritmo e traggono vantaggio dalla loro difesa arrivando all’intervallo sul 40 a 24. La pausa lunga fa molto bene a Viviani e compagne che si presentano sul parquet subito con un parziale di 6 a 0 e maggiore reattività nella metà campo difensiva alternando difesa a uomo e zona. Coach Soave prova la carta delle quattro piccole per dare una scossa con Mosetti nello spot di quattro ma non trae i benefici sperati. Si giunge così ad un parziale di 16 a 3 da parte delle padrone di casa che tengono a secco le ospiti per ben sei minuti fino ad un 6 a 0 finale delle veronesi generato da recuperi difensivi. L’ultima frazione di gioco si apre con tanta confusione su entrambi e fronti e quando a partita sul 53 a 44 sembrava indirizzata verso la vittoria ospite, sale in cattedra Merlini che con 6 punti permette alle sue compagne di completare il parziale di 8 a 0 arrivando sul 50 a 53. Il finale viene deciso da un rimbalzo offensivo di Reani che permette a Mancinelli di subire fallo e di realizzare il 2/2 ai liberi che chiude la gara.  Terza sconfitta consecutiva per Colombo e compagne che al rientro dalla Coppa Italia dovranno andare sul campo di Udine ma a seguire avranno un duo di partite contro Carugate e Ponzano che probabilmente saranno fondamentali per cercare di raggiungere l’ultima posizione dei playoff. Ottima la prestazione difensiva nel secondo tempo dove l’alternanza di uomo e zona (passaggio a zona anche dopo il primo passaggio laterale) ha messo in grande difficoltà l’attacco veronese. Felicità per il ritorno in campo di Pieropan che, anche se non al meglio della condizione, ha alzato notevolmente la pericolosità offensiva. Molto presente Mandic che ha saputo prendere bene posizione spalle a canestro usando anche il corpo per dare varie linee di passaggi, anche se le 8 palle perse sono state eccessive soprattutto perché alcune volte generate da tentativi di passaggi un po’ troppo rischiosi. Sempre più in crescita la giovane Merlini autrice di 11 punti (nonostante l’1/6 ai liberi) e 8 rimbalzi in soli 16 minuti di gioco. Anche l’apporto in cabina di regia dell’esperta Camazzola potrà rivelarsi importante per la volata finale di stagione. Soddisfazione in casa Alpo dove oramai sono abituati a finali di partite con il fiato sospeso. Ottimo primo tempo quando la circolazione di palla è stata di altissima qualità, nel secondo tempo l’alternanza delle difese di coach Zimerle ha messo in grande difficoltà l’attacco veronese che si affida forse ancora una volta troppo a soluzioni perimetrali. L’uso del post basso con i ribaltamenti di lato aveva creato molti vantaggi nel primo tempo e poteva essere maggiormente utilizzato anche contro la zona. Con la partenza di Dzinic è stata abbandonata definitivamente la soluzione delle tre lunghe, anzi per tanti minuti nel terzo quarto coach Soave ha messo in campo un quintetto con quattro piccole cercando di dare sempre più dinamismo all’attacco. Ma probabilmente sarà la difesa la chiave per un finale di stagione di livello. La capacità delle piccole di mettere pressione sulle esterne oltre all’atletismo di Dell’Olio potranno mettere in difficoltà tanti attacchi avversari e prendere ritmo nella metà campo offensiva. Al ritorno dalla pausa della Coppa Italia, Mosetti e compagne se la vedranno contro Sanga rinforzata dal nuovo arrivo Pastore, partita fondamentale per consolidare il quinto posto e continuare la rincorsa a Castelnuovo.

MVP DELLA PARTITA: CONTE costante nel corso della gara, i suoi punti sono una garanzia. Imprescindibile

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:

Berrad (19pt, 5fs)
Colli (21pt, 3ass)
Conte (15pt, 7rb)
Pappalardo (17pt, 16rb)
Gatti (22pt, 10/13 2pt)

Coach: Stibiel

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here