L’Angolo del coach: il punto sulla venticinquesima giornata di A2 Girone Sud

0

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Giornata ricca di big match nel girone Sud. Se di Brescia- Umbertide ne parleremo in seguito, San Giovanni Valdarno espugna il campo di Selergius grazie a 5 punti finali di Slim compreso il canestro a pochi secondi dal termine. Le toscane sembrano essere in controllo della gara ma a cavallo tra il terzo e quarto quarto subiscono un terribile parziale da parte delle sarde che si vedono sfuggire la vittoria nonostante i 17 rimbalzi offensivi. El Habbab protagonista nel pitturato con 16 punti e 14 rimbalzi. Vittoria di grande carattere per Miccio e compagne, ma dovranno lavorare per eliminare questi pericolosi black out in vista dei playoff. Patti mette in mostra grande personalità andando a vincere con autorevolezza sul campo di una La Spezia in un momento sicuramente negativo dovuto anche alle tante partite ravvicinate dopo lo stop causa Covid. La coppia Galbiati- Cupido grande protagonista e ottimo esordio di Llorente. Sarni e compagne devono cercare di staccare Firenze per entrare nei playoff. Toscane che crollano nel secondo tempo sul campo di Livorno. Ben cinque giocatrici in doppia cifra per le ragazze di coach Pistolesi, mentre sempre la solita M. Rossini riesce ad essere pericolosa offensivamente in casa Firenze. Nico mantiene un ritmo costante per tutti i quaranta minuti contro Bolzano segnando ancora una volta più di 80 punti e il prossimo weekend sarà di scena sul campo di Patti nel tentativo di tenerla lontana da una sua possibile rimonta. 19 punti per Fabbricini in casa Bolzano. Faenza espugna il campo di Civitanova Marche concedendole solo un punto nel terzo quarto. Match in cui nessuna giocatrice va in doppia cifra. Ed infine, nel derby sardo Cus vince contro Virtus costruendo il break decisivo nel terzo quarto continuando la sua risalita in classifica. Non bastano per coach Ferrazzoli i 20 punti di Lussu.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: bellissimo scontro diretto tra Brixia Brescia e Umbertide dove a spuntarla dopo un supplementare sono le umbre grazie ad un canestro a 10” dal termine da parte di Stroscio. Sfida tra i due allenatori che meglio hanno fatto in questo girone sud e come era prevedibile alla vigilia il match è piacevole ed incerto fino all’ultimo. Inizio subito dai ritmi forsennati con coach Zanardi che prova a togliere  dalla partita Stroscio marcandola faccia a faccia cercando di negare ogni ricezione. Coach Staccini risponde con una difesa molto intensa anche a tutto campo. De Cristoforo protagonista in casa bresciana mentre sul versante opposto è Kotnis a spiccare con tutto il suo repertorio offensivo. Nel secondo quarto Rainis e compagne tentano la prima fuga portandosi sul 27 a 17 prendendo ritmo dall’ottima fase difensiva ma le ospiti sono brave a rispondere nel momento di maggiore difficoltà con un parziale di 6 a 0 che ridà fiducia. Molto meglio le umbre subito al ritorno dagli spogliatoi ma le bresciane rispondono colpo su colpo mantenendo un certo vantaggio costante. È la coppia Speziali- De Cassan a salire in cattedra, con 9 e 8 punti rispettivamente, permettendo alle compagne di mettere la testa avanti sul 47 a 43. Si giunge così agli attimi finali dei tempi regolamentari dove Zanardi prende per mano le sue compagne e, prima con un 2+1 e dopo con un ottimo passo e tiro, le conduce all’overtime. L’incontro, come già detto, viene deciso da un tiro di Stroscio che si dimostra ancora una volta giocatrice di grande carattere nel segnare l’unico canestro da 2 dal campo dopo aver avuto per tutta la gara un’avversaria incollata addosso. Ancora un finale in volata per Brescia, questa volta sfortunato. Ottimi i primi quindici minuti di gioco, ha poi subito man mano la difesa aggressiva di Umbertide e nel momento in cui le avversarie hanno ritrovato continuità in attacco riducendo così le possibilità di andare in campo aperto sono cresciute le difficoltà. Ottima la scelta di coach Zanardi di marcare faccia a faccia Stroscio togliendola dalla partita, ma la difesa bresciana è andata in sofferenza contro la coppia Kotnis- Baldi autrici di 30 punti complessivi, nonostante la solida prestazione di Labanca. Le cause delle difficoltà offensive delle padrone di casa vanno sicuramente ricercate nell’energia messa in campo da Umbertide, che doveva rifarsi dalla brutta prestazione infrasettimanale in terra sarda. Come detto, le lunghe umbre hanno vinto la battaglia del pitturato, le esterne hanno messo continua pressione sui portatori di palla e De Cassan ha ancora una volta fatto valere la sua fisicità conquistando anche 13 rimbalzi. Difficile per qualsiasi avversaria stare dietro al ritmo forsennato che impongono Pompei e Moriconi, molto brave nel prendere l’apertura già in corsa verso la metà campo avversaria. Menzione speciale per Speziali, autrice di 11 punti in 13 minuti di gioco nel momento decisivo del recupero. Se questo match è stato un’anticipazione dei playoff, il divertimento nel girone sud sarà assicurato.

MVP DELLA PARTITA: POMPEI solo 2 punti e 0/10 al tiro ma 7 rimbalzi e soprattutto 8 assists. L’attacco umbro dipende dai ritmi di gioco che lei impone sui 28 metri di campo. Inesauribile.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:

Lussu (20pt, 7/11 2pt)
Cupido (21pt, 4rec, 7fs)
Galbiati (21pt, 6/11 2pt)
Slim (17pt, 3/5 3pt, 8rb)
Kotnis (21pt, 9rb)

Coach: Pistolesi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here