L’Angolo del coach: il punto sulla ventiduesima giornata di A2 Girone Sud

0

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Turno quasi completo nel girone sud con tanti scontri diretti. Partiamo dalla sfida salvezza tra Virtus Cagliari e Bolzano che ha visto prevalere le bolzanine e che probabilmente condannano quasi definitivamente le cagliaritane all’ultimo posto in classifica. Le ragazze di coach Ferrazzoli che devono fare a meno di Zolfanelli e Chrysantihidou, fanno la voce grossa sotto le plance con Brunetti e Savatteri ben sostenute da Kowalska, ma perdono troppi palloni per un incontro così importante ed equilibrato. Kujit e compagne invece si rifanno dopo la beffa della settimana scorsa e conquistano due punti fondamentali sia per la classifica che per il morale. In settimana altro scontro diretto contro il Cus Cagliari. Le sfide di alta classifica vedono prevalere San Giovanni Valdarno su un’incerottata Umbertide e Nico basket nettamente vincente sul campo di La Spezia. Le ragazze di coach Franchini vedono il debutto della nuova straniera Slim e sono trascinate da un’ottima Miccio con un 5/9 da tre punti. Olajide, ora con maggiore minutaggio, risponde con 15 punti e 7 rimbalzi. Coach Staccini deve fare a meno di Pompei e si gode una Stroscio sempre più certezza nonostante non fosse in perfette condizioni fisiche. La sfida tra La Spezia e Nico viene dominata da Ramò e compagne che chiudono la gara già nel primo tempo e che continuano la rincorsa al terzo posto in classifica. Le spezzine senza Hernandez devono fare a meno anche di Linguaglossa a partita in corso e così coach Corsolini, vedendo la partita oramai sfuggita di mano, da ampio spazio alle rotazioni per non rischiare altri infortuni in un momento così delicato della stagione. Selargius continua spedita la sua marcia verso il terzo posto avendo la meglio su Firenze grazie ad ancora un’ottima prestazione difensiva ed ai 21 punti di Manzotti. Ancora una doppia doppia per Cutrupi, mentre si rivede in campo EL Habbab. Per le sarde sfida molto importante nel prossimo weekend a Ponte Buggianese. In casa fiorentina 15 punti per M.Rossini con 11/12 ai liberi ma solo 5/30 nel tiro dalla lunga distanza. Ed infine la capolista Faenza espugna il campo del Cus Cagliari vincendo tutti i quarti di gioco e soprattutto recuperando quasi tutti gli elementi del suo roster. Voce grossa vicino a canestro per la coppia Morsiani- Soglia, mentre nessuna giocatrice in doppia cifra per le sarde che hanno risparmiato le titolari in vista dell’importante scontro diretto in settimana contro Bolzano.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: Civitanova Marche fa suo lo scontro diretto contro Livorno per il decimo posto in classifica e lo fa con grande carattere che le permette di vincere l’ultimo quarto di gioco 21 a 9. Partono subito forte le padrone di casa grazie anche al dinamismo di Lucrezia Zanetti subentrata dopo qualche minuto dalla panchina e subito protagonista di un palleggio arresto e tiro ed un assist. Livorno sul 8 a 2 prova a scuotersi allungando la difesa a tutto campo, abbassando il quintetto inserendo Degiovanni e sfruttando gli 1vs1 di Orsini. Proprio la playmaker piemontese nel secondo quarto mette in mostra tutto il suo repertorio realizzando 13 punti grazie a penetrazioni, tiri da 3 punti e step back. Le livornesi provano la prima mini fuga di giornata ma le padrone di casa non mollano e sostenute soprattutto da Castellani riescono ad arrivare all’intervallo sul 30 a 31. All’uscita dagli spogliatoi l’inerzia è ancora una volta per le ospiti che, più reattive, riescono ad accumulare un vantaggio di 9 punti sul 44 a 35. Rosellini prova a scuotere le sue con una tripla ma ancora una volta Degiovanni con un 2+1 riporta il punteggio sul 38 a 47. Il quarto fallo di Patanè sul finire del quarto permette alle marchigiane di chiudere la frazione con un mini parziale di 4 a 0. Livorno accusa il colpo e non riesce più ad essere efficace in attacco contro la zona di coach Melappioni affidandosi troppo spesso al tiro dalla lunga distanza che consentono alle padrone di casa di scappare in contropiede. Due bombe consecutive di Rosellini danno prima il tanto agognato pareggio sul 52 pari a cinque minuti dalla fine e poi il vantaggio. Una zingarata conclusa con arcobaleno da parte di Castellani ed un piazzato di Trobbiani sembrano chiudere la gara, ma una tripla di una positiva Giangrasso concede le ultime speranze alle livornesi che però non riescono nella rimonta uscendo così sconfitte dalla trasferta marchigiana. Grande rammarico in casa Jolly per la prestazione di grande carattere da parte delle ragazze che potevano subire il contraccolpo della mancanza di Peric ed invece hanno condotto per molti minuti il match cedendo solo nel finale. Probabilmente le poche rotazioni nella lunga distanza si sono fatte sentire e i problemi di falli di Patanè hanno sicuramente condizionato l’ultimo quarto di gioco. Brave a non subire eccessivamente vicino a canestro la maggior stazza avversaria, Ceccarini e compagne hanno avuto qualche problema di troppo nell’attaccare la zona marchigiana affidandosi un po’ troppo ai tiri dalla lunga distanza dando la possibilità alle padrone di casa di correre in contropiede. La scelta di coach Pistolesi di negare i pick and roll laterali indirizzando verso il fondo si è rivelata molto utile. Tra le singole, detto dell’ottima prestazione di Degiovanni che finalmente ha fatto vedere tutto il suo potenziale, anche l’altra piemontese Giangrasso ha giocato una partita solida con anche 4 palle recuperate. Felicità in casa Civitanova Marche che torna alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive ma soprattutto lo fa con grande carattere nell’ultimo quarto dopo essere stata sotto anche di nove punti. Protagoniste della serata sicuramente Castellani, che ha dato luogo ad un bellissimo scontro contro Degiovanni, e Rosellini che nel momento decisivo ha segnato due triple fondamentali. Paoletti e compagne non sono riuscite a sfruttare a dovere la maggior fisicità vicino a canestro ma con grande agonismo sono state in grado nell’ultimo quarto di rendere difficile ogni conclusione avversaria correndo così in contropiede. Poco utilizzata Dzinic che forse avrebbe potuto essere una presenza sotto canestro, perde dopo pochi minuti Zanetti per infortunio riducendo così le rotazioni sulle esterne.

MVP DELLA PARTITA: CASTELLANI gioca con grande lucidità per tutti i quaranta minuti difendendo anche alla grande nell’ultimo quarto. Concreta

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:

Degiovanni (20pt, 8/11 2pt, 9rb)             

Stroscio (19pt, 3/3 3pt, 6fs)

Miccio (23pt, 5/9 3pt, 8rb)

Manzotti (21pt, 3/7 3pt)

Brunetti (14pt, 11rb)

Coach: Andreoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here