L’Angolo del coach: il punto sulla ventunesima giornata di A2 Girone Sud

0

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Riprende il girone sud dopo la pausa della Coppa Italia e vanno subito in scena partite molto combattute. Selargius nel big match di giornata espugna il campo di Umbertide nonostante la perdurante assenza di El Habbab grazie ad un’arcigna difesa che riesce a limitare l’attacco umbro a soli 40 punti. Baldi è l’unica giocatrice in doppia cifra per coach Staccini. Nonostante Umbertide faccia sua la lotta a rimbalzo paga le scarse percentuali nel tiro da tre punti. Per le sarde un’importante vittoria in chiave terzo posto. Molto equilibrata anche la sfida tra Livorno e La Spezia che vede prevalere le spezzine nuovamente in campo dopo un lungo stop forzato. Hernandez grande protagonista con 17 punti. Rammarico e arrabbiatura per coach Pistolesi che vede le sue ragazze non riuscire a concretizzare definitivamente il mini break dell’ultimo quarto ma che recrimina per alcune decisioni arbitrali dubbie e non lineari. Se dell’equilibrata sfida tra Bolzano e Cus Cagliari ne parliamo in seguito, le altre due gare vedono le nette vittorie di Nico su Civitanova Marche e di Brescia sulla Virtus Cagliari. Le toscane chiudono la partita con un terzo quarto da 34 a 8 con Ramò e Zelnyte sugli scudi e certificano la crisi di Civitanova Marche alla quarta sconfitta consecutiva e che vede sempre più lontano il nono posto in classifica. Non c’è mai partita sul campo di Brescia dove le padrone di casa realizzano ben 100 punti trascinate dal duo Zanardi- Turmel. Per coach Ferrazzoli, poco da dire, se non alzare subito la testa in vista della decisiva sfida di sabato prossimo contro Bolzano, forse ultima possibilità per evitare la retrocessione diretta. Patti Firenze era stata anticipata nel weekend della Coppa Italia e aveva visto la vittoria delle siciliane trascinate da un’immensa Galbiati da 35 punti e 8 assists.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: il Cus Cagliari esce vincente dall’importante trasferta in terra Bolzanina e si aggiudica due punti vitali per la corsa alla salvezza. Partita che si decide solo dopo un tempo supplementare grazie alla tripla di Prosperi e a due ottime difese nei possessi decisivi quando le iniziative di Kujit e Bonvecchio sono state disinnescate. Parte meglio la squadra di coach Pezzi che, trascinata in attacco dal suo leader Kujit e molto attenta in difesa a cercare di limitare il talento offensivo di capitan Striulli con il mastino Bonvecchio sempre incollata a lei e scegliendo tatticamente di negare ogni suo pick ad roll, concludono il quarto in vantaggio 16 a 11. La seconda frazione di gioco vede la veemente reazione delle ospiti che piazzano un parziale di 11 a 0 con Ljubenovic e Prosperi protagoniste. Il break viene interrotto da Assentato che si rende protagonista negli ultimi 5 minuti di gioco di ben 10 punti portando così le sue compagne ancora in vantaggio all’intervallo. Il terzo quarto è tutto di marca cagliaritano con Caldaro e compagne che riescono a prendere fiducia anche da alcuni canestri contro la zona messa in campo dalle bolzanine e proseguono sfruttando le continue disattenzioni difensive altrui. Ancora una volta però le padrone di casa reagiscono e nell’ultima frazione di gioco piazzano un parziale di 7 a 0 che riporta la partita in parità. Il passo e tiro di Ljubenovic da una parte e la penetrazione al ferro di Kujit dall’altra non vanno a buon fine, andando così al tempo supplementare. L’overtime vede assoluta protagonista Striulli su entrambi i lati del campo: punti ed assists in attacco e due ottime difese (con sfondamento annesso) permettono alla propria squadra di uscire dalla difficile trasferta con due punti fondamentali. Gli ultimi momenti della gara sono da cardiopalma. Prosperi realizza da tre punti, la difesa cagliaritana riesce a sporcare l’attacco di casa riconquistando palla per la regola della freccia. Sulla rimessa a 12 secondi dalla fine Striulli ancora una volta sotto la pressione di Bonvecchio riceve fuori dal campo dando così un’ultima possibilità alle padrone di casa di vincere la partita ma il tiro della disperazione finisce sul ferro. Grande sconforto in casa Bolzano dove l’ultima vittoria risale oramai a dicembre e nel prossimo weekend sarà impegnato in trasferta sul campo della Virtus Cagliari in una sfida fondamentale per evitare l’ultimo posto in classifica. Nonostante il dominio a rimbalzo, 50 a 32 finale, le bolzanine non sono riuscite ad essere concrete nelle azioni decisive dell’incontro, affidandosi forse troppo all’inventiva di Kujit e dando poche linee di passaggi in uscita. Ottima la prestazione di Assentato che ha catturato anche 9 rimbalzi, e solida sotto canestro Fabbricini nonostante abbia dovuto battagliare contro l’esperta Ljubenovic. Coach Pezzi dovrà però assolutamente recuperare Chiabotto, impiegata solo 12 minuti, ma in un momento di sfiducia. La sua tecnica e saggezza tattica sarà probabilmente fondamentale per il finale di stagione, permettendo anche a Kujit di respirare e magari anche di giocare qualche minuto in posizione di guardia per sfruttare tutto il suo potenziale offensivo e non dover sempre cercare di creare dal palleggio. Grande felicità in casa Cus alla seconda vittoria consecutiva ed entrambe contro dirette avversarie. Molto merito della difesa che ha messo molta pressione sui passaggi di apertura alle lunghe e che nelle azioni decisive è salita decisamente di livello. Il rientro di Striulli è stato senza dubbio il fattore di svolta, ma tutte le componenti della squadra hanno dato il loro apporto e le giovani, che hanno avuto per forza tanto spazio in questi mesi, hanno acquisito sicurezza e consapevolezza. La chiave per il finale di stagione sarà forse quello di riuscire a limitare l’impiego del loro playmaker per evitare un’eventuale ricaduta ed averla anche fresca nei momenti decisivi delle gare.

Il duello tra due giocatrici di grande talento come Kujit e Striulli è stato lo spettacolo nello spettacolo e la clip seguente lo dimostra.

https://streamable.com/5erq4v

MVP DELLA PARTITA: STRIULLI sale di livello quando conta, anche a livello difensivo. Imprescindibile.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:

Zanardi (28pt, 10/14 2pt, 8rb, 4ass)

Assentato (20pt, 13rb)

Ramò (29pt, 10/14 2pt, 4ass)

Zelnyte (16pt, 13rb)

Turmel (20pt, 9/10 2pt, 12rb)

Coach: Fioretto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here