LBA 2019-20, 15ª giornata: l’MVP è Austin Daye

LBA 2019-20, 15ª giornata: l’MVP è Austin Daye

Sontuosa prova di Austin Daye in una sfida di fondamentale importanza per Venezia. L’ala statunitense chiude con 28 punti, 9 rimbalzi e il canestro che vale il successo, correggendo a canestro un errore di un compagno a 4 decimi dalla sirena.

di Marco Arcari

L’MVP di Basketinside per questo quindicesimo turno della Serie A 2019-20 è Austin Daye, assoluto protagonista nel successo dell’Umana Reyer Venezia sulla Virtus Roma (79-77, qui il tabellino completo). L’ala statunitense ha letteralmente dominato la sfida, chiudendo con 28 punti (14 nell’ultimo quarto) e 9 rimbalzi. Daye ha però soprattutto realizzato il canestro che è valso il successo oro-granata, con una correzione volante sull’errore di Mitchell Watt a 4 decimi dalla sirena. La vittoria è fondamentale ai fini della qualificazione alle prossime Final Eight di Coppa Italia. La squadra di coach De Raffaele ha toccato infatti quota 14 punti in classifica (record di 7-7) e attualmente sarebbe 8ª, in un accoppiamento che la vedrebbe così opposta alla Segafredo Virtus Bologna nei quarti della coppa nazionale.

Tornando ad Austin Daye, il numero 9 di Venezia ha riscritto molti season-highs. Innanzitutto quello per punti realizzati (28), superando per la 2ª volta quota 20 in questo campionato e allungando a 6 la striscia di partite in doppia cifra. Poi quello dei tiri realizzati: 7 da 2 punti, 3 da 3 punti, entrambi nuovi primati stagionali. Infine la valutazione (36), fermandosi a sole 5 lunghezze dalla sua miglior prova in Serie A (41, ottenuta contro Varese il 31 gennaio 2016). Serviva il miglior Daye stagionale per risollevare i campioni d’Italia in carica e trascinarli al 2° successo consecutivo in campionato per la prima volta in questa’annata 2019-20.

Non ce ne vogliano i tifosi delle altre squadre, sempre – e giustamente – pronti a far notare come l’MVP debba essere un altro giocatore rispetto a quello qui scelto. Risulta però inevitabile evidenziare due cose, per comprendere appieno questa rubrica. La palma di MVP, per definizione, viene assegnata tramite una variabilità di criteri che differisce da sport a sport. Nel singolo evento ci si riferisce solitamente al “giocatore della partita”. È chiaro allora che, come accade per l’EuroLeague, tale atleta debba appartenere alla squadra vincitrice del match. Ecco perché le nostre scelte hanno finora premiato giocatori appartenenti a squadre che, in quel turno, avevano trovato la vittoria.

Come la rubrica della scorsa stagione, anche questa vedrà una maggiore soggettività nella scelta del miglior giocatore di ogni singolo turno di campionato. Sarebbe altrimenti puro esercizio di copiatura quello di scegliere l’MVP semplicemente in base alla graduatoria della valutazione di giornata. Desideriamo pertanto scegliere soggettivamente, ovviamente motivando nei dettagli la preferenza, in base a diversi fattori. 1) Difficoltà dell’impegno anche in base a valore e cammino della squadra avversaria. 2) Continuità di rendimento del giocatore scelto nel corso della singola gara. 3) Analisi, non costante, dei cosiddetti “intangibles”.

Per vedere i nostri precedenti MVP di ogni turno di LBA 2019-20, cliccate qui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy