MVP Serie A 2020-21,1ª giornata: Dario Hunt e Luis Scola

MVP Serie A 2020-21: per la prima volta in questa rubrica lo assegniamo a 2 diversi giocatori. Dario Hunt, inarrestabile insieme alla sua Virtus Roma nel lunch-match domenicale contro la Fortitudo; e Luis Scola, eterno trascinatore, protagonista anche nel successo di Varese su Brescia.

di Marco Arcari

Per la prima volta, ovviamente nella storia di questa rubrica, il nostro MVP del 1° turno della Serie A 2020-21 è assegnato non a 1 solo, bensì a 2 giocatori. Impensabile infatti non premiare sia Dario Hunt, sia Luis Scola, in una giornata d’esordio che li ha visti entrambi protagonisti. Il primo nel colpaccio di Roma sulla Fortitudo (81-76, qui il tabellino completo). Il secondo nella vittoria, dopo un supplementare, di Varese contro Brescia (94-89, qui il tabellino completo). Potrebbe non essere l’ultima occasione in cui la palma di MVP della Serie A 2020-21 verrà equamente divisa tra più giocatori, ma mai come in questo caso la scelta era d’obbligo. Rispettando come sempre i diversi fattori presi in considerazione – che troverete in fondo all’articolo – Hunt e Scola erano i più meritevoli in questa giornata iniziale della UnipolSai LBA.

Partiamo dal centro della Virtus Roma. Nessuno avrebbe scommesso un centesimo sul colpaccio interno dei capitolini. Eppure, Piero Bucchi continua a stupire – guai però a parlarne di allenatore sorpresa – e la Virtus, dopo un’estate decisamente travagliata, si presenta alla Serie A facendo lo scalpo alla Fortitudo Lavoropiù Bologna. Hunt mattatore dell’incontro, con 24 punti, 9 rimbalzi e 2 assist. C’è sicuramente tanto del suo in questi numeri. È però innegabile che la difesa biancoblù sul pick&roll avversario ieri sia stata fin troppo deficitaria. Hunt ha letteralmente banchettato sotto il ferro avversario (11/12 da 2), dovendo però ricorrere solo in un’occasione alla specialità della casa, la schiacciata.

Il centro ex-Brescia ha infatti mostrato ottimi movimenti spalle a canestro e mano educatissima in gancetti di pregevole fattura. Anche in queste ultime situazioni, Ethan Happ troppo morbido, per scrivere un eufemismo, nel contenerlo difensivamente. In soli 26′ effettivamente giocati, Hunt ha riscritto il proprio career-high per punti (24) ed eguagliato quello per tiri da 2 realizzati (11). Era poi dal 2013 che un giocatore di Roma (allora fu Trevor Mbakwe, altro centro) non chiudeva una partita di Serie A con una valutazione di almeno 35.

Spostiamoci su Luis Scola e sulla sua devastante prova contro la Germani Brescia. Doppia-doppia da 23 punti e 11 rimbalzi. Career high per punti segnati, rimbalzi conquistati e valutazione (29) in Serie A, migliorando così le prestazioni offerte lo scorso anno contro Trieste (3ª giornata) e Cantù (17ª). All’età di 40 anni, 4 mesi e 27 giorni, Luisito si prende anche il gusto di riscrivere un record di longevità in maglia biancorossa. Prima di ieri pomeriggio, ilpiù anziano giocatore di Varese, capace di realizzare almeno 23 punti, era stato Francesco Vescovi. A 39 anni, 6 mesi e 12 giorni, “Cecco” ne aveva messi 23 nella gara tra la sua Metis e la Lottomatica Roma (stagione 2003-04).

Scola è stato continuo per quasi tutta la sfida contro la Germani, ma è nel 2° tempo che è salito in cattedra a livello offensivo. 16 punti nel 2° tempo (8 nel 3° quarto, altrettanti nei 10′ regolamentari finali). Lezioni di gioco in post spalle a canestro dispensate a qualsiasi avversario. Qualità eccelsa nelle conclusioni e capacità di correre il parquet ancora intatta, quasi fosse un ventenne.

Come la rubrica della scorsa stagione, anche questa vedrà una maggiore soggettività nella scelta del miglior giocatore di ogni singolo turno di campionato. Sarebbe altrimenti puro esercizio di copiatura quello di scegliere l’MVP semplicemente in base alla graduatoria della valutazione di giornata. Desideriamo pertanto scegliere soggettivamente, ovviamente motivando nei dettagli la preferenza, in base a diversi fattori. 1) Difficoltà dell’impegno anche in base a valore e cammino della squadra avversaria. 2) Continuità di rendimento del giocatore scelto nel corso della singola gara. 3) Analisi, non costante, dei cosiddetti “intangibles”.

Per vedere gli MVP di ogni turno della Serie A 2020-21, cliccate qui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy