Serie A 2018-19, 16ª giornata: l’MVP di Basketinside è Adrian Banks

Serie A 2018-19, 16ª giornata: l’MVP di Basketinside è Adrian Banks

Sontuosa prova di Banks nel successo (101-92) dell’Happy Casa Brindisi sulla capolista A|X Armani Exchange Milano; la guardia statunitense chiude con 25 punti (7/9 da due, 2/5 da tre), 5 rimbalzi e 4 assist, risultando fondamentale nel 3° quarto con tanti punti e nel finale con lucidità e freddezza utili a realizzare i liberi che tengono a distanza i biancorossi. Menzione speciale anche per Riccardo Moraschini, che riscrive molti primati personali e si conferma in un momento di forma eccezionale.

di Marco Arcari

Non ce ne vogliano i tifosi delle altre squadre, sempre – e giustamente – pronti a far notare come l’MVP debba essere un altro giocatore rispetto a quello scelto in questa rubrica, ma è inevitabile evidenziare due cose. La palma di MVP, per definizione, viene assegnata tramite una variabilità di criteri che differisce da sport a sport; nel singolo evento, però, ci si riferisce solitamente al “giocatore della partita” ed è chiaro allora che, come accade per l’EuroLeague, tale giocatore debba appartenere alla squadra che esce vincitrice dal singolo match. Ecco perché, finora, le nostre scelte hanno premiato giocatori appartenenti a squadre che, in quel turno, avevano trovato la vittoria. Rispetto alla rubrica della scorsa stagione, tuttavia, questa vedrà una maggiore soggettività nella scelta del miglior giocatore di ogni singolo turno di campionato. Sarebbe altrimenti puro esercizio di copiatura quello di scegliere l’MVP semplicemente in base alla graduatoria della valutazione di giornata, pertanto desideriamo scegliere soggettivamente, ovviamente motivando nei dettagli la preferenza, in base a fattori quali: 1) difficoltà dell’impegno anche in base a valore e cammino della squadra avversaria; 2) continuità di rendimento del giocatore scelto nel corso della singola gara; 3) analisi, non costante, dei cosiddetti “intangibles”.

Alla luce di tutto ciò, l’MVP di Basketinside per questo sedicesimo turno della Serie A 2018-19 è Adrian Banks, protagonista assoluto nel successo (101-92) dell’Happy Casa Brindisi contro la capolista A|X Armani Exchange Milano, che patisce così il 2° k.o. stagionale in campionato (dopo quello con Avellino) in 16 partite. Per i pugliesi arriva così il 5° successo all-time contro Milano – tutti peraltro ottenuti tra le mura casalinghe – e i 101 punti realizzati entro i tempi regolamentari costringono per la 1ª volta in stagione i biancorossi a subire un punteggio avversario in tripla-cifra (era dal 9° turno 2014-15 che l’Olimpia non subiva 100 o più punti in 40′ di Stagione Regolare, allora furono 111 quelli segnati dal Banco di Sardegna Sassari). Moraschini riscrive molti record personali – punti (25), triple realizzate in un singolo match (5) e valutazione personale (28) – ma la nostra scelta ricade su Adrian Banks soprattutto per la continuità offensiva. La guardia classe 1986 va a referto in tutti i periodi di gioco (4, 4, 10, 7) ed è assoluta protagonista soprattutto nel 3° quarto, quello in cui Brindisi scava il solco decisivo proprio grazie ai suoi 10 punti e ai 14 della coppia Brown-Moraschini, col lungo a dominare sotto i tabelloni (6 rimbalzi) e l’italiano a bombardare da oltre l’arco (2/2).

Nell’ultima frazione Banks è poi glaciale nel realizzare i liberi che ribattono alle sfuriate offensive della coppia biancorossa James-Jerrells: Brindisi beneficia di 19 liberi negli ultimi 10′ di gioco (5/6 per Banks), e la guardia è abilissima a fare suoi i rimbalzi nel momento in cui Milano prova una disperata rimonta con le sue migliori individualità, ma è poi costretta a spendere falli tattici quando i suoi tiri non vanno a bersaglio. Per Banks è la 4ª gara consecutiva con almeno 20 punti a referto, in una stagione che finora lo vede realizzare 16.6 punti di media (54% da due), cui aggiunge anche 3.9 rimbalzi e 3.6 assist, confermandosi uno dei giocatori più incisivi dell’intero campionato e uno dei punti di riferimento dell’Happy Casa di coach Vitucci. La formazione biancoblu, dopo aver conquistato le Final Eight di Coppa Italia grazie alla tripla di Moraschini nella sfida contro Trento, tiene il passo del gruppo di squadre, che comprende anche Sassari, Varese e Bologna, a quota 18 punti in classifica, con un margine di 4 lunghezze sulle prime inseguitrici per un posto nei playoff.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy