Serie A, il pagellone del mese di novembre

Serie A, il pagellone del mese di novembre

Come ogni mese andiamo a scoprire i voti delle 16 squadre di Serie A.

di Emanuele Terracciano

Il mese di novembre è oramai andato agli archivi e, prima di rituffarsi sul campionato dopo la prima pausa per le Nazionali, è tempo di tirare un po’ le somme di questo novembre di Serie A. Ovviamente la copertina è ancora per la Germani Brescia che sembra non saper più perdere, a seguire le solite Venezia, Avellino e Milano. A fare notizia è anche la crisi nera della Virtus Bologna che non ha mai vinto in questo mese e che è reduce da ben quattro sconfitte consecutive. Andiamo a scoprire squadra per squadra le valutazioni di Basketinside per questo mese di novembre.

GERMANI BASKET BRESCIA – Se ne sono spese di parole su questa Brescia che sta dominando il campionato e ci risulta difficile aggiungere altro. Quello che coach Diana è stato in grado di creare ha dell’incredibile: infatti, la Leonessa continua a imporre il suo gioco in ogni situazione e a vincere con continuità. In questo mese sono state Reggio Emilia, Bologna e Capo d’Orlando a perire sotto i colpi di Vitali e compagni. In particolare è stata la sfida del PalaDozza contro la Virtus decisa da una gran giocata di Luca Vitali a dare l’idea di una squadra in uno stato di forma fisica e mentale davvero straordinario. Voto 8,5

UMANA VENEZIA – A inseguire da vicino la truppa di coach Diana ci sono i campioni d’Italia della Reyer Venezia che stanno confermando ancora una volta di essere una delle formazioni più temibili di questo campionato. L’unica sconfitta di questo campionato è maturata proprio a inizio mese contro Torino, ma per il resto i lagunari hanno fatto percorso netto vincendo all’overtime con Cantù e battendo in casa Pistoia. Il big match di domani contro Avellino, che segnerà anche l’esordio di Marques Green in maglia orogranata, sarà un test importante per un formazione che, però, non ha di certo bisogno di dare prove di maturità. Voto 8-

filloySIDIGAS AVELLINO – Come per Venezia, anche del valore di Avellino non ce ne accorgiamo oggi. La formazione campana occupa l’ottavo posto con sei vittorie su otto partite ed ha chiuso il mese di novembre con la straordinaria vittoria a Milano grazie alla folle tripla di Filloy allo scadere del primo overtime. Quel successo non può che dare fiducia a una Scandone che si accinge a vivere un dicembre da protagonista. Voto 8 +

AX MILANO – Ancora non è pienamente decollata la nuova Olimpia Milano di Simone Pianigiani, ma alcuni sprazzi di ottima pallacanestro sono stati fatti vedere sia in campionato che in EuroLega. L’ultima uscita con Avellino, al di là della prodezza di Filloy e del valore dell’avversaria, ha dato l’immagine di una Milano che neanche più in casa può star tranquilla di non subire nulla da parte delle altre squadre del campionato. Il bilancio di questo mese di novembre in casa meneghina non può essere considerato però negativo, viste le vittorie importanti contro Virtus Bologna e Trento, e, pertanto, il nostro voto è sufficiente. Voto 6

FIAT TORINO – La sconfitta interna contro Cantù dell’ultimo turno ha guastato un po’ un mese di novembre davvero importante nel campionato della Fiat Torino, novembre iniziato con il colpaccio messo a segno il giorno 5 sul campo dei campioni d’Italia della Reyer Venezia.  Voto 6,5

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – Di due sconfitte e una sola vittoria è composto il magro bottino portato a casa dalla Dinamo Sassari nel mese di novembre. I sardi sono incappati in due sconfitte consecutive difficili da pronosticare contro Cremona e Capo d’Orlando e hanno guadagnato una posizione in classifica rispetto allo scorso mese solo per via della crisi di Bologna. Non possiamo assegnare alla truppa di coach Pasquini una sufficienza, ma non abbiamo dubbi sul fatto che i sardi saranno protagonisti di questo campionato. Voto 5,5

RED OCTOBER CANTÙ – I brianzoli continuano a essere sulla bocca di tutti per l’intricata situazione societaria, ma sul campo la squadra sembra aver trovato una certa quadra. Il mese di novembre ha portato in dote alla formazione di coach Sodini due vittorie esterne a Pistoia e Torino e una sconfitta all’overtime in casa contro Venezia e ciò gli ha consentito di scalare qualche posizione in classifica e lanciarsi in zona playoff. Voto 6,5

SEGAFREDO BOLOGNA – Lo scorso mese ci eravamo lasciati con una Virtus uscita sconfitta di misura dalla sfida interna contro Venezia, avevamo tutti derubricato quella partita a episodio nel corso di un’annata che poteva rivelarsi molto soddisfacente, ma la Virtus in questo mese di novembre è risultata essere l’unica squadra, insieme a Pistoia, a non aver mai vinto. Dopo tanti cambiamenti una fase di difficoltà era lecito aspettarsela, ma le Vu nere sono in una rottura troppo prolungata per le ambizioni di inizio stagione. Voto 5

OPENJOBMETIS VARESE – Non si può di certo dire che il calendario abbia giocato a suo favore in questo mese di novembre, ma l’Openjobmetis Varese ha colto una sola vittoria in tre partite e ha perso qualche posizione in classifica, finendo fuori dalla zona playoff. Nulla di grave se si tengono presenti le ambizioni e la storia recente di questo club, ma non si può di certo parlare di un mese positivo per i lombardi. Voto 5,5

DOLOMITI ENERGIA TRENTO – Come l’anno scorso, la Dolomiti Energia Trento sta vivendo un avvio di campionato alquanto complesso e i risultati latitano. Anche questo mese sono arrivate due sconfitte su tre match disputati, ma i tifosi dell’Aquila provano a pensare positivo dopo la vittoria netta contro Pesaro nell’ultimo turno, anche se la perdita di Baldi Rossi non rappresenta esattamente un segnale positivo. Voto 5 

VANOLI CREMONA – Il mese di novembre della Vanoli Cremona era iniziato nel migliore dei modi con la vittoria netta contro Sassari, vittoria che per qualcuno poteva rappresentare un punto di rottura nella stagione della truppa di Meo Sacchetti, ma poi sono arrivate due sconfitte consecutive che tengono Cremona ancora a ridosso della zona retrocessione, ben lontana dalle zone di classifica che alcuni tifosi sognavano leggendo dell’approdo nella città lombarda di nomi come quelli dei cugini Diener e dello stesso coach Sacchetti. Voto 5,5

BETALAND CAPO D’ORLANDO – Continua la stagione sulle montagne russe della Betaland Capo d’Orlando che non riesce ancora a trovare una continuità nella sua stagione. Dopo due vittorie di fila che avevano ridato ossigeno ai siciliani è arrivato il pesante ko di Brescia che però, visto il momento di forma straordinaria dei lombardi, non va vista in un’ottica eccessivamente negativa. Voto 6

VL PESARO – Anche la VL Pesaro si è iscritta al club delle due sconfitte e una sola vittoria in questo mese di novembre, ma per i marchigiani non rappresenta un dato da leggere in maniera estremamente critica: infatti, Pesaro ha battuto Brindisi in uno scontro diretto importantissimo che si va ad aggiungere a quello vinto sul campo di Reggio Emilia anch’essa coinvolta nel gruppetto in fondo alla classifica a quota 4 punti. Voto 6

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – Finalmente Reggio Emilia verrebbe da dire: infatti, gli emiliani si sono sbloccati dopo sei sconfitte consecutive e hanno inanellato due vittorie in fila che fanno ben sperare per una pronta ripresa di una squadra che laggiù ci sta davvero male. La truppa di coach Menetti si trova ancora in fondo alla classifica, ma è lecito pensare che non ci rimarrà ancora a lungo. Voto 6,5

THE FLEXX PISTOIA – Un novembre da incubo si è appena concluso per la The Flexx Pistoia che ha subito ben tre sconfitte in altrettante partite di campionato e ha portato a sei la striscia di ko consecutivi. Le due vittorie di inizio stagione avevano illuso i toscani di poter compiere l’ennesimo miracolo, ma la realtà è tornata a farsi sentire e la situazione di classifica si fa abbastanza pesante adesso. La società si è trovata costretta a tornare sul mercato ed è arrivato alla corte di coach Esposito un giocatore di assoluto affidamento come Ivanov che torna in Italia a oltre un anno dall’ultima esperienza con la magli di Torino. Voto 4,5

HAPPY CASA BRINDISI – Il novembre dell’Happy Casa Brindisi si è aperto con la vittoria all’overtime contro Avellino che ha smosso la classifica dei pugliesi e ha dato fiducia a tutto l’ambiente. Purtroppo per la truppa di Sandro Dell’Agnello, quel successo non ha trovato continuità nel turno successivo dove è arrivata un’altra sconfitta nello scontro diretto di Pesaro, prima dell’ultima vittoria contro Bologna. Gli scontri diretti non sorridono ai pugliesi che però non mollano e sul mercato stanno cercando di mettere una pezza a questa difficile situazione. Voto 5,5

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy