Serie A2 Old Wild West – Il quintetto ideale della quindicesima giornata

Andiamo a scoprire i protagonisti del turno post natalizio sui parquet di serie A2 Old Wild West.

di Federico Di Domenico

Playmaker: ANTHONY MILES
Colpaccio di Orzinuovi che contro ogni pronostico sbanca Forlì con il punteggio di 92-96 centrando la terza vittoria stagionale. Grande protagonista Anthony Miles, che chiude con 27 punti, 4 rimbalzi (di cui 3 catturati in attacco), 4 assist e 4 palle recuperate, per un totale di 33 di valutazione. Semplicemente determinante.

Guardia: LAMARSHAL CORBETT
Dopo due sconfitte consecutive torna alla vittoria Trapani che supera di misura Scafati (89-88). Mvp indiscusso la guardia ex Montegranaro Lamarshall Corbett, che in 38 minuti sul parquet colleziona 35 punti, 6 assist e 2 rimbalzi, per una valutazione complessiva di 35, implacabile.

Ala piccola: JEFFREY CARROLL
Torna alla vittoria Bergamo dopo oltre due mesi e mezzo (11 le sconfitte consecutive),e lo fa vincendo in maniera netta contro Tortona, 89-65 il finale. Grande prova dell’ala Statunitense Carroll, che chiude con una doppia doppia da 27 punti, 10 rimbalzi, 6 assist e 3 palle recuperate, che gli valgono un eloquente 40 di valutazione.

Ala grande: BOBBY JONES
Roseto vince faticando anche meno del previsto contro una spenta Caserta. Al PalaMaggetti finisce 84-72, con un incontenibile Bobby Jones sugli scudi. L’ex Rieti mette a referto 23 punti, 10 rimbalzi, 3 assist, una stoppata e una palla recuperata, per una valutazione finale di 40, frutto di una prestazione da dominatore sia nella metà campo offensiva che in quella difensiva.

Centro: OUSMANE DIOP
Torino cade tra le mura amiche con il punteggio di 81-85 contro l’Orlandina, ma è impossibile non citare tra i top di giornata il centro classe 2000 Diop. L’Italo-Senegalese chiude con 24 punti, 15 rimbalzi (di cui 5 offensivi), 2 assist e 4 palle recuperate a referto, che non bastano a Torino per chiudere il 2019 con una vittoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy