Serie A2 Old Wild West – Il quintetto ideale della sesta giornata

Scopriamo insieme chi sono stati i protagonisti del week-end sui campi di A2.

di Federico Di Domenico

Playmaker: J.J. FRAZIER
Sul parquet di Mantova Treviglio trova il primo successo stagionale con il punteggio di 67-73, e lo fa guidata da un super Frazier. Il playmaker ex Scafati nei 34 minuti in campo colleziona 20 punti (tirando con buone percentuali: 3/5 dall’area, 3/9 dalla lunga distanza, 5/5 dalla linea della carità), 7 assist e 7 rimbalzi. Riesce con continuità a trovare il fondo della retina, a mettere in ritmo i compagni e a farsi trovare pronto sotto le plance.

Guardia: DAVIDE DENEGRI
Netta vittoria di Ravenna che a Ferentino si impone 60-81 contro la Stella Azzurra Roma. La squadra di coach D’Arcangeli dura un quarto, poi capitola sotto i colpi di uno scatenato Denegri, che si impone sia nella metà campo offensiva (sfiorata la doppia doppia con 12 punti e 8 assist), che in quella difensiva (5 rimbalzi e ben 8 palle recuperate). Denegri chiude con 28 punti di valutazione e regala ai suoi la vittoria all’esordio stagionale.

Ala Piccola: TERRENCE RODERICK
Seconda vittoria in altrettanti match stagionali per Forlì, che regola Chieti per 70-62 senza faticare troppo. L’Unieuro si affida ad un dominante Roderick, che nei 25 minuti di impiego mette a referto 20 punti, 8 rimbalzi, 5 assist e una palla rubata. Roderick tira con il 50% dal campo e con l’88% a cronometro fermo e risulta molto efficace anche nella metà campo offensiva, disinnescando i principali terminali offensivi avversari, confermandosi come uno degli americani più importanti del campionato.

Ala Grande: XAVIER JOHNSON
Capo D’Orlando si arrende con il risultato finale di 95-98 a Udine, che porta a casa i due punti grazie a una tripla quasi allo scadere di Dominique Johnson. Nonostante la sconfitta dei siculi è impossibile non citare nel quintetto ideale di giornata Xavier Johnson. Il lungo statunitense sfodera una prestazione da 33 punti, 9 rimbalzi, 9 falli subiti e 3 assist per un totale di 43 di valutazione. Un dominante Johnson, coadiuvato da uno scatenato Floyd (26 punti e 12 assist per una valutazione complessiva di 39), non bastano a Capo D’Orlando per portare a casa i due punti.

Centro: GORA CAMARA
Casale Monferrato trova il primo referto rosa della stagione e lo fa superando Bergamo al termine di uno scontro molto equilibrato. Il Man of the match è il centro classe ’01 Gora Camara, che si iscrive a referto con una doppia doppia incredibile da 17 punti e 14 rimbalzi (di cui la metà catturati in attacco), a cui aggiunge una stoppata e tre assist. Come ampiamente dimostrato anche in Supercoppa Camara riesce alla perfezione a sfruttare i suoi 214cm e i suoi 114kg per dominare nel pitturato contro i lunghi avversari, e guida Casale Monferrato a una vittoria molto importate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy