SocialInside. Air Blow e gamification per i 30 anni delle scarpe di Michael Jordan

Le Air Max 90 di Nike hanno fatto epoca. Sembra ieri eppure sono passati ben 30 anni. Jordan, primo testimonial delle sneakers più famose di sempre, non ha avuto bisogno nemmeno dei social per far diventare il marchio globale e associarlo al proprio brand personale come se avesse sempre fatto parte di sé.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple
gamification Air Max III Jordan

Ma la storia delle Air Max comincia nel 1987. Nike sbarca sul territorio spagnolo attraverso il basket, le partite di NBA e la figura di Michael Jordan. Immaginate il periodo storico: a Mosca apre il primo McDonald’s, in Italia si giocano i Mondiali, vinti dalla Germania ma con Totò Schillaci miglior giocatore e miglior marcatore, in Spagna si organizzano le XXV Olimpiadi di Barcelona ‘92 e il mondo ancora non era iperconnesso come oggi.

Le sneakers iniziano a entrare nella vita di tutti i giorni ed essere indossate anche fuori dal campo ma le Air Max III, in seguito definite Air Max 90, segnano una vera rivoluzione grazie all’unità ammortizzante air visibile in mezzo alla suola. Il testimonial scelto per il lancio del prodotto fu proprio Michael Jordan che, in seguito, diede il nome ad una sua linea definita che oggi conta circa 33 modelli di sneakers e tutta una linea di abbigliamento dedicata.

Le Air Max e la gamification

Pallacanestro e tecnologia, soprattutto legata al mondo dei gamer e dei giochi elettronici, sono sempre andati a braccetto. Devono aver pensato questo sia AW Lab che IQUII quando hanno realizzato una caccia al tesoro nell’app del brand lifestyle che permette di vincere addirittura un paio di sneakers realizzate appositamente per l’anniversario dei 30 anni.

L’ispirazione è derivata da Pokémon GO. Nell’ottobre del 2019 Aw Lab, Global Brand Retail parte del Gruppo Bata, ha stretto una partnership con IQUII, digital consulting company, alla quale ha affidato la realizzazione di un ambiente di gamification che ricorda proprio il gioco targato Niantic e Nintendo e che si basa sulla realtà aumentata geolocalizzata.

 

 

IQUII ha realizzato la feature Air Blow, una nuova iniziativa in AR (Augmented Reality), interamente dedicata al brand Nike, che trasforma l’augmented reality in “airmented reality” attraverso meccaniche di gioco che richiedono l’utilizzo di mente e corpo.

Ogni utente dovrà avere una buona dose di conoscenza del mondo Air Max, soffiare sul dispositivo, acquisire la sufficiente aria e camminare per la città per vincere un inedito modello di sneaker studiato appositamente per i 30 anni della Air Max 90 targata Nike.

Gamification come coinvolgimento del fan, strategia creativa innovativa, ed esperienza fisica e digitale per celebrare i 30 anni del modello di Air Max 90 che ha introdotto, da parte del brand Nike, anche il famoso claim “Just do it” diventato in seguito lo slogan più rappresentativo della multinazionale di Portland.

 

Che dite proviamo a vincere le sneakers?

 

Potete scaricare l’app direttamente da questi link:

http://bit.ly/AppIosBI

http://bit.ly/AppAndroidBI

Scriveteci se vincete le sneakers che corriamo a farvi un’intervista al campetto!

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy