SocialInside: LNP e il contest “Leggende” che aiuta i team di A2 nel lockdown dello sport

Il periodo che il basket e lo sport intero sta vivendo è un momento particolare al quale non eravamo assolutamente preparati. Dopo un primo momento di smarrimento, sull’onda amara dell’annullamento della Coppa Italia di LNP che doveva svolgersi a Ravenna nel primo weekend di marzo, ognuno, dai team agli atleti, ha iniziato a relazionarsi in maniera autonoma, attraverso l’unico mezzo che è stato consentito a tutti: il digitale. Poi un’iniziativa è riuscita a catalizzare e regalare empowerment alla sinergia di tutti i club della Serie A2: un contest che ha messo in gioco ogni singola società, ascoltando e coinvolgendo i tifosi e mettendo in competizione gli atleti più rappresentativi della storia del club.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

Quello che ne è venuto fuori è stato uno spaccato che disegna esattamente cosa ai tifosi sia mancato in questi due mesi e manca ancora, quali siano state le emozioni più forti, del presente e del passato, il fair play degli atleti, l’orgoglio dei giocatori espresso in messaggi chiarissimi e sinceri misti tra nostalgia e puro romanticismo sportivo, il tutto condito da commenti che sempre più hanno preso la connotazione di cori, inni, canzoni, esattamente come se i fan fossero tutti attorno a una gigantesca arena, stretti dal filo “dell’assenza” di emozioni che solo lo sport sa regalare a ognuno di loro.

 

Quei tifosi che esprimono in digitale la loro essenza di “fan” hanno un potere incredibile e in questi due mesi, stretti tra le quattro mura di casa, privati non solo della libertà alla quale, a ragion dovuta, hanno dovuto rinunciare ma orfani anche dei 40 minuti di gioco durante i quali si smettono titoli e distanze e ci si sente figli di uno stesso destino dal rumore inconfondibile del palleggio o del pallone che entra sfiorando la retina, bene quegli stessi tifosi hanno avuto voce.

 

La grafica realizzata da IQUII Sport e l’engagement della Fanpage LNP

E sono diventati tifosi anche gli atleti che hanno votato per i compagni, per gli idoli, per i loro ex avversari. Ci sono tante storie da raccontare ma la prima vera storia la raccontano i numeri e l’opportunità che i 22 club di Serie A2 che hanno aderito all’iniziativa hanno ricevuto dalla loro Lega che, grazie alla sua intuizione creativa, rapidamente ha proposto il contest e ha portato in dote ai team un valore aggiunto fondamentale in questo momento che rimette al centro del bene comune delle società l’azione attiva della loro Lega. Le cifre sono impressionanti e rivelano, nei 15 giorni analizzati che coprono la fase finale delle prime sfide e la prima settimana di fase nazionale, una crescita sia di fanbase che di engagement della Fanpage Facebook della Lega che, nella grafica realizzata da IQUII è stata messa in relazione con la Lega Basket Serie A esclusivamente perché il consueto report realizzato da IQUII Sport analizza il basket italiano prendendo in esame appunto le squadre afferenti a queste due Leghe di categoria.

 

 

La LNP ha anche predisposto e distribuito tra i club i tabelloni delle sfide e alcune società hanno avuto la lungimiranza di utilizzarli anche per coinvolgere i loro sponsor così da creare momenti di effort che non ci sarebbero stati, contenuti che hanno, con evidenza di numeri, offerto opportunità di visibilità ai partner che hanno continuato a sostenere lo sport anche nel momento del lockdown. Una bella storia da raccontare che nasce dalla voglia di non fermarsi e che è stata ripresa in 79 articoli, solo per la prima fase, dalle testate locali: dall’Eco di Bergamo al Giornale di Sicilia passando per La Voce di Mantova alle Cronache di Napoli. E i media sostengono i media, il digitale mutua la sua forza anche nella carta stampata e il basket delle minors, questa nicchia troppo spesso dimenticata, ha espresso tutta la sua forza utilizzando mezzi tradizionali e tecnologie nuove, facendo tesoro dell’unica ragione: la complementare sinergia degli elementi di comunicazione che hanno reso l’isolamento un po’ più dolce.

 

Gli atleti di ieri e di oggi i veri protagonisti di “Leggende”

Dei numeri potete rendervi conto anche voi ma le storie ve le voglio raccontare io, che di basket ai confini dello stivale vivo da tempo. Vi voglio raccontare della locandina affissa per le strade di San Severo, quella per votare Mario Del Vicario nella sfida contro Pino Corvo di Scafati, nostalgica iniziativa quasi troppo analogica ma che prende la forza da uno strumento quanto mai efficace per raggiungere tutti, nella prima settimana della fase 2, quando il paese, tra le piazze cestistiche storiche più calde del sud, riprende vita, si riaffaccia al mondo. Poi i messaggi, le sfide, le note di colore, i voti improbabili… tanti, che non è possibile elencarli tutti ma proverò a citarne qualcuno perché resti in memoria:

 

  • A Ferrara Michele Ebeling vota “contro” il padre John.
  • A Casale Monferrato Ricky Hickman, in sfida con Claudio Valentini, lo vota riconoscendone il percorso nella storia del Club.
  • Gianluca Basile batte il presidente di Tortona Roberto Tava (Leggenda del Club) dedicandogli poi un video emozionante.
  • A Forlì Marco Bonamico batte Pierpaolo Marini e gli augura di vivere in quella piazza le emozioni di un ingresso in città tornando dalla vittoriosa trasferta a Fabriano che riportò i romagnoli in A1.
  • Il bel ricordo nelle parole di Marco Caprari dell’ex centro Rolando Howell, venuto a mancare tragicamente nel 2016 e che portò Capo d’Orlando in Serie A nel 2005.
  • Joel Salvi e Harold Jamison che dall’America “tornano” a Scafati con i loro video dedicati al contest.
  • Il bel profilo di Albano Chiarastella scritto dal suo allenatore Devis Cagnardi.
  • Bruno Cerella che definisce due leggende gli sfidanti Valerio Amoroso (suo compagno nella stagione magica a Teramo) e Albano Chiarastella (concittadino di Bahia Blanca).
  • Matteo Soragna, in tabellone sia a Biella che a Capo d’Orlando, e i suoi messaggi attraverso i quali ricorda su Instagram chi deve essere votato nei giorni delle sue sfide.
  • Il bellissimo scambio di complimenti tra Mario Ghersetti e Rotnei Clarke compagni di squadra a Mantova a sfidanti nel tabellone.
  • La leggenda di Biella Joe Smith che si guadagna i voti di Shai Gilgeous-Alexander (Oklahoma City Thunder, NBA) e Jaime Smith (ex Cantù e Sassari ora in Turchia)
  • il voto di Marco Spussu per Tava che è stato suo presidente a Tortona. L’unico voto espresso da Roberto Tava, vincitore del tabellone di Tortona, nel corso della prima fase è stato per Gianni Cermelli, suo avversario nei quarti di finale.

 

Troppi per citarli tutti e ringrazio Stefano Valenti, che ha ideato il contest con la preziosa collaborazione di Andrea Bonomo e Guido Cappella dell’Area Comunicazione LNP, per l’ispirazione che è stata la base di questo articolo. Per un’iniziativa capace di emozionare, ripercorrendo ricordi e scoprendo la forza del basket “minore” e del suo tifo. E soprattutto quelle città che in alcuni casi si sono fatte scoprire sulla mappa proprio grazie alla pallacanestro, alla loro storia di pallacanestro, ai loro campioni e alle loro Leggende.

 

Ringrazio tutti gli uffici stampa delle società che con i loro messaggi e telefonate mi hanno ricordato un particolare, raccontato una storia, descritto questo momento difficile ma che ha trovato tutti più sicuri nell’affermare che il basket, qualunque colore abbia, ha la forza di accompagnarci nei momenti più bui e difficili, regalando la speranza e la certezza che, anche se non tornerà tutto come prima, avremo ancora la possibilità di giocarlo questo secondo tempo e lo faremo insieme, come una grande e “lunghissima” squadra.

 

 


 

Fase finale del contest “LEGGENDE”

 

QUARTI DI FINALE

 

Prima sfida Gianluca Basile (Orlandina) vs Albano Chiarastella (Agrigento)

dalle ore 12,00 di Martedì 12 alle ore 12 di Mercoledì 13

 

Seconda sfida Francesco Mannella (Trapani) vs Lynn Greer (Napoli)

dalle ore 12,00 di Mercoledì 13 alle ore 12 di Giovedì 14

 

Terza sfida Pino Corvo (Scafati) vs Mario Del Vicario (San Severo)

dalle ore 12,00 di Giovedì 14 alle ore 12 di Venerdì 15

 

Quarta sfida Rod Griffin (Forlì) Vincenzo Esposito (Imola)

dalle ore 12,00 di Venerdì 15 alle ore 12 di Sabato 16

 

SEMIFINALI (48 ore)

 

Lunedì 18, ore 12.00 – Mercoledì 20, ore 12,00 – Prima semifinale

Mercoledì 20, ore 12,00 – Venerdì 22, ore 12,00 – Seconda semifinale

 

FINALE (48 ore)

 

Domenica 24, ore 12,00 – Martedì 26, ore 12,00 – FINALE

 


Dati acquisiti dalle Fanpage della Legabasket e della Lega Nazionale Pallacanestro nell’intervallo di date dal 24 aprile al 7 maggio 2020.

Le fanpage di LBA e LNP sono state messe a confronto esclusivamente perché IQUII Sport prende in considerazione le squadre delle due leghe nel consueto report mensile The Basketball League Report giunto alla sua 11° edizione.

I dati sono riferiti solo ai dati delle fanpage Facebook.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy