A2Nord: Biassono non pervenuta in Friuli. Udine dilaga

0

DELSER UDINE 76 – 40 Bk Femm. Biassono
parziali: (26-6; 42-21; 61-31)

Delser Udine: Madonna 19, Rossi 5, Pozzecco 2, Mio 2, Vicenzotti 13, Ratti 10, Zampieri 4, Da Pozzo 4, Trotta 7, de Biase 10. Allenatore Giuliano Stibiel.

Bk Femm. Biassono: Gargantini 7, Porro 1, Fumagalli 3, Canova 11, Frigerio 4, Mandelli 5, Brioschi 2, Colombo 4, Fumagalli 3, Giorgi. Allenatore: Stefano Fassina.

Udine – Serata importante per la Delser che, contro Biassono, deve dimostrare che sta crescendo e, soprattutto, che sta riuscendo a dare continuità alle proprie prestazioni. Iniziano bene le padrone di casa, con una bomba di Madonna (3-0). Il primo quarto non da spazio a grosse sorprese e termina 26-6. La differenza in campo è piuttosto netta, ma nel basket, il rischio di far rientrare in partita le avversarie, se si abbassa l’intensità, è sempre dietro l’angolo. Secondo parziale in cui Biassono cerca di ricucire il grosso distacco, ma dopo pochi minuti Udine riprende il largo, restando avanti di 20 (32-12), dopo altri 4′ 45″ di gioco. Partita decisamente a senso unico e si va alla pausa lunga sul 42-21. Terzo periodo in cui coach Stibiel concede parecchie rotazioni e minuti importanti a tutte le ragazze a sua disposizione, ma il risultato non cambia, anzi, il vantaggio aumenta e le Delserine chiudono sul +30 (61-31). Gli ultimi 10′ continuano a raccontare la stessa storia: Delser batte Biassono 76-40.

Coach Stibiel commenta, a caldo, la vittoria odierna: “Abbiamo iniziato la partita molto bene con la giusta concentrazione e intensità, come dimostra il punteggio finale del primo quarto (26-6). Nel secondo periodo la squadra non mi è piaciuta, abbiamo subito un parziale di 16-15: non abbiamo giocato col la testa e il secondo quarto dimostra che così possiamo rischiare nelle gare che si giocano punto a punto. Nei secondi due periodi, invece, abbiamo giocato dei nuovo bene, costruendo buone scelte di tiro. Nel complesso non posso comunque non essere soddisfatto della vittoria, che ci permette di dare continuità ai risultati. Cosa che per noi continua ad avere grande importanza, se vogliamo sperare di ottenere un posto per i play off. Continuiamo ad impegnarci in palestra e guardiamo una partita alla volta.”